Attualità

Harley-Davidson: tagli agli stipendi fino al 30% per resistere alla crisi

- Mentre a causa del Covid-19 gli stabilimenti americani Harley-Davidson sono temporaneamente chiusi, sono stati decisi la riduzioni alle spese non essenziali e il taglio dei compensi. Fino all'azzeramento per i vertici
Harley-Davidson: tagli agli stipendi fino al 30% per resistere alla crisi

Lo stato americano del Wisconsin non è fra i più colpiti negli USA dalla pandemia coronavirus.
Tuttavia a Milwaukee la Harley-Davidson ha dovuto fare i conti con la chiusura dei suoi quattro stabilimenti statunitensi e dovrà, al pari delle altre aziende americane, affrontare una serie di future difficoltà economiche.

In questa prima fase H-D ha annunciato una serie di provvedimenti mirati alla riduzione dei costi e tagli salariali.
Per tutto il 2020 ci sarà il blocco delle assunzioni, si stanno studiando riduzioni significative alle spese non essenziali e non verranno dati aumenti di merito e risultato per quest'anno.

Jochen Zeitz
Jochen Zeitz

E' prevista una riduzione temporanea degli stupendi.
Il neo presidente e CEO pro tempore di Harley-Davidson, Jochen Zeitz, e tutti i componenti del consiglio di amministrazione non percepiranno alcun compenso e indennità per tutti il periodo. Zeitz ha uno stipendio annuale di 2,5 milioni di dollari (anche se tempo fa si è parlato di una cifra molto superiore), avranno poi una riduzione del 30% dello stipendio tutti i dirigenti, mentre la maggior parte dei dipendenti stipendiati dovrà rinunciare a una quota del proprio compenso fra il 10 e il 20%.

Al di fuori degli Stati Uniti, H-D intraprenderà azioni simili in base alle rispettive legislazioni per le sue sedi operative. Le riduzioni saranno rivalutate alla fine del secondo trimestre di quest'anno.

La maggior parte degli addetti alla produzione è temporaneamente senza lavoro e stipendio, ma conserva le coperture sanitarie.

“Gli effetti del Covid-19 sulle economie di tutto il mondo - ha detto Jochen Zeitz - sono stati rapidi e senza precedenti. Per noi è essenziale rispondere velocemente alla situazione, adattare e posizionare la società nel migliore dei modi per gestire le sfide a breve termine, mentre ci prepariamo a modificare l'operatività per il successivo recupero ”.

“Comprendiamo che la vivere in questa nuova realtà ha un impatto concreto sui nostri dipendenti - ha concluso Zeitz -. La loro dedizione nei confronti di Harley-Davidson non è mai stata scontata e li ringraziamo per il loro sostegno mentre insieme stiamo gestendo il forte impatto di questa epidemia”.

Harley-Davidson pubblicherà i risultati finanziari del primo trimestre 2020 martedì 28 aprile 2020.

  • Dobolo

    Lodevole quello che HD sta facendo, le fabbriche danno lavoro agli operai e gli operai sono tutelati mentre lavorano, mentre se ne stanno a casa o mentre sono in malattia, io sono felice di lavorare in una fabbrica e lo dovrebbe essere qualunque operaio, perche' senza quella o questa fabbrica non avrebbe lavoro e non potrebbe vivere decorosamente, quindi EVITETE commenti inutili
    -
    PIUTTOSTO sono i governi che dovrebbero intervenire davanti a catastrifi come l'attuale che stiamo vivendo, i " nostri " politici sono piu' numerosi di chiunque altro paese e tutti percepiscono stipendi MENSILI da capogiro da un " minimo " di diecimila eruo ad un massimo di ventiduemila euro MENSILI ( ripeto non che ci si dimentichi )
    -
    Quindi sono loro che dovrebbero AIUTARE perche' da noi intascano un sacco di soldi, aggiungo TROPPI per il ruolo che occupano, se dovete incazzarvi o sputare sentenze fatelo contro di loro e NON alle fabbriche o a chiunque faccia il proprio lavoro e contribuesce per l'economia nazionale o mondiale.
    -
    Cordiali saluti
  • gdn1963, Casale Monferrato (AL)

    Impensabile in Italia
Inserisci il tuo commento