Eventi

Grande successo per l'edizione 2018 di Moto Guzzi Open House

- Trentamila appassionati hanno raggiunto da ogni parte del mondo lo storico stabilimento Moto Guzzi di Mandello del Lario, dove le Moto Guzzi hanno iniziato a nascere nel 1921

L’affluenza record registrata a Open House 2018 è indiscutibilmente la misura della passione che i Guzzisti hanno per Moto Guzzi, uno dei marchi più nobili e amati al mondo. Trentamila appassionati, molti dei quali rigorosamente in sella alla propria motocicletta, hanno raggiunto da ogni parte del globo lo storico stabilimento Moto Guzzi di Mandello del Lario, dove le Moto Guzzi hanno iniziato a nascere nel 1921.
A quasi cento anni dalla sua nascita, Moto Guzzi vive una nuova giovinezza catalizzando sempre di più l’interesse e l’apprezzamento di differenti generazioni, che le riconoscono valori quali autenticità, carattere e capacità di realizzare motociclette uniche.
Come la nuova V85 TT esposta per la prima volta nella sua veste definitiva, il cui successo è dimostrato, oltre che dai commenti del pubblico, anche dalle oltre mille prenotazioni raccolte per i test ride, per i quali rimane aperta la possibilità di pre-iscriversi anche online sul sito Moto Guzzi.
Molto apprezzata e fotografata è stata anche l’altra Moto Guzzi mostrata per la prima volta in assoluto: la V9 Bobber Sport, versione più "cattiva" e rifinita della già apprezzata custom di Mandello e arricchita da numerosi particolari di pregiata fattura, che sarà in vendita da fine ottobre.

L’edizione 2018 di Open House è stata la più ricca di attività dedicate esclusivamente al pubblico, prime tra tutte le visite alle linee produttive. Non da meno il Museo Moto Guzzi, che accoglie oltre 150 motociclette, dalla prototipo GP del 1919 alla magnifica MGS-01, passando per la prima motocicletta di produzione del 1921: la “Normale”.
Al centro del Moto Guzzi Village, nel cuore dello stabilimento, la musica si è alternata ai momenti di intrattenimento, come il talk show in cui i responsabili del progetto della V85 TT ne hanno spiegato i dettagli della genesi. In esposizione anche alcune delle magnifiche special realizzate da Filippo Barbacane, di Officine Rossopuro. Anche quest’anno il ristoro è stato assicurato dallo Street Food, grazie alla presenza di cinque mini truck capaci di realizzare piatti di qualità gourmet con ampia scelta legata alla migliore tradizione della cucina italiana.
La musica più gradita è stata quella offerta dai bicilindrici a V della flotta di cinquanta motociclette messe a disposizione, per un totale di oltre 800 test ride effettuati in sella ai modelli dell’attuale gamma Moto Guzzi. Protagonista delle prove è stata la V7 III Limited, l’ultima versione speciale della “settemezzo” di Mandello. Il senso di appartenenza che la grande famiglia Moto Guzzi sa originare è testimoniato dalla community ufficiale The Clan, che ha superato la soglia dei 30.000 iscritti, ai quali Moto Guzzi ha riservato un trattamento speciale ed esclusivo in occasione di Open House.

È sempre possibile iscriversi alla community attraverso le pagine online www.theclan.motoguzzi.com.
 

  • Braccia01, SASSO MARCONI (BO)

    Festa fantastica!! emozionante all'inverosimile! grande la Guzzi e tutto il popolo Guzzista, poi che dire la v85tt è fantastica.
  • pippo200837, Ancona (AN)

    mandello è una festa meravigliosa, il popolo guzzista unico come le moto guzzi
Inserisci il tuo commento