emergenza sanitaria

Giovanni Copioli, presidente FMI: “Se restiamo uniti, ce la faremo”

- Il presidente di Federmoto “ci mette la faccia” ed esorta, in un videomessaggio sui social, a rispettare le regole per combattere il Coronavirus. Perché essere uniti è l'unico modo per vincere la battaglia e ripartire al più presto

Un videomessaggio a social unificati, per bocca del suo presidente Giovanni Copioli: è così che la Federazione Motociclistica Italiana ha voluto testimoniare la sua presenza in questa fase di standby forzato per l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

“Nelle prossime settimane anche #iorestoacasa - esordisce Copioli nel video - ed è necessario perché in questo momento la cosa più importante è la salute di tutti”.

Quella in corso è una vera e propria battaglia e "pur essendo distanti - prosegue il presidente della FMI - cerchiamo di essere uniti per vincerla. Ce la faremo, ma dobbiamo avere pazienza, perché una volta finito tutto questo ripartiremo con rinnovato ottimismo verso quegli obiettivi che ora abbiamo dovuto mettere da parte”.

Nei giorni scorsi, Valentino Rossi, Andrea Dovizioso, Antonio Cairoli, Kiara Fontanesi e tanti altri licenziati Federmoto hanno aderito alla campagna ampagna promossa dal Ministero dello Sport per comunicare, soprattutto ai giovani, che è indispensabile rimanere in casa o, quando proprio non è possibile, mantenere la distanza di sicurezza identificata dall'hashtag #distantimauniti.

  • andrea garzetti, Trento (TN)

    Grande Presidente! Tanti Auguri per oggi!
  • daemon999, Ardea (RM)

    ma lo sa che siamo italiani?
Inserisci il tuo commento