Lutto

Enrico Pettinari ci ha lasciati

- Il figlio minore del mitico Domenico, noto tecnico e preparatore milanese, è mancato a soli 42 anni per un malore improvviso, mentre era da solo nell’officina di famiglia
Enrico Pettinari ci ha lasciati

Brutta notizia per il nostro piccolo universo fatto di passione per moto e motori, e naturalmente di persone che l’alimentano, la coltivano, la vivono, tra i quali ovviamente figurano parecchi amici. Come Domenico Pettinari e i figli Carlo ed Enrico, trasformati dal papà in ottimi tecnici, preparatori e creatori di magnifiche special, principalmente Triumph, nell’officina Pettinari Classic&Racing Bikes di Cinisello Balsamo, alle porte di Milano: una sorta di santuario ben noto a tutti gli appassionati - e non solo nell’ambito milanese - dove le Triumph di oggi, ma anche le mitiche Trident e Daytona 750 degli anni 70, ma anche le Honda RC30 e 45, e le Norton, Honda ed MV da Gran Premio, erano di casa.

Ieri sera, martedì 3 marzo, Enrico Pettinari ci ha purtroppo lasciato a soli 42 anni per un malore improvviso, probabilmente un infarto, che lo ha colpito mentre era da solo in officina a finire un lavoro prima di andare in palestra. Per ora non ne sappiamo di più, in attesa di attendere notizie relative a data ed ora delle esequie di Enrico. Non ci resta che esprimere le nostre più sincere condoglianze a tutti i suoi famigliari: papà Domenico, la mamma Clara, il fratello Carlo, la compagna Lorenza, i figlioletti di 7 e 4 anni e lo zio Pinuccio, anch’esso tecnico ben noto nel nostro ambiente.

Le esequie si terrannò sabato 7 alle ore 15:30 nella chiesa parrocchiale San Giuseppe, frazione Taccona di Muggiò, via Federico Confalonieri 40

  • anonym_4198357

    Ciao Enrico ......................... !

    A tutta la famiglia Pettinari le mie più sentite condoglianze per la perdita di Enrico che ho avuto il piacere di conoscere personalmente , altre parole non servono .............. !
    Gianni Scanavacca - VI
  • Natal52, Mantova (MN)

    Grande perdita

    Sono vicino a papa' Domenico , che conobbi all' epoca delle mitiche Trident . La perdita di un figlio e di un giovane a cui il padre ha riposto conoscenze e speranze e' il peggiore dei dolori . Tutti i motociclisti facciano sentire la loro presenza a queste persone speciali.

    Fabrizio
Inserisci il tuo commento