Esposizioni

Ducati: mostra temporanea al Museo per i 20 anni dal primo titolo di Bayliss

- “Troy Story: the Legend of a Champion”, fino al 19 settembre al Museo e dall’1 al 4 luglio al Motor Valley Fest 2021. Il 4, l’11 e il 25 giugno su Facebook Di Pillo in diretta con aneddoti e pillole inedite
Ducati: mostra temporanea al Museo per i 20 anni dal primo titolo di Bayliss

La riapertura al pubblico del Museo Ducati segna, a una settimana di distanza dalle prime visite in presenza, l'inaugurazione della mostra temporanea "Troy Story: the Legend of a Champion" dedicata a Troy Bayliss, tre volte campione del mondo SBK con Ducati. Una mostra che - siamo sicuri - Ducati avrebbe voluto mettere in opera al WDW 2021, festa però rimandata al 2022. Proprio per festeggiare il ventesimo anniversario del primo titolo conquistato da Bayliss nel 2001, la sua prima stagione completa, la Casa di Borgo Panigale ha allestito un'esposizione con tante "chicche" che solleticheranno l'immaginario dei Ducatisti.

Sei le moto esposte al Museo, ognuna significativa per un titolo mondiale o per uno dei momenti pregnanti della sua carriera. Si parte dalla 996 Factory 2000, quella con cui debuttò a Monza (il 21 maggio, stessa data della riapertura del Museo) nel Mondiale SBK e con cui si esibì nel famoso quadruplo sorpasso alla prima variante che lo fece entrare nel cuore di tutti i ducatisti e gli spalancò le porte del team ufficiale.

Si prosegue con la 996 Factory 2001 Testastretta, quella con cui conquistò il primo titolo mondiale con la livrea celebrativa (grigia, in omaggio alla storica scuderia NCR) usata ad Imola nel 2001, e sempre restando sul circuito del Santerno, anche la 998 Factory Testastretta 2002 protagonista di quel duello con Colin Edwards da molti giudicato la più bella gara della storia della Superbike.

Ci sono anche la 999 Factory 2006 "Superman" con la quale Troy firmò la duecentocinquantesima vittoria Ducati in SBK e conquistò il suo secondo titolo, la 999 Factory 2007 utilizzata nell’arrivo al fotofinish contro James Toseland ad Assen, e infine la 1098 R Factory 2008 con cui ha conquistato il suo ultimo titolo a Magny Cours.

Per tutti coloro che non possono ancora venire al Museo Ducati, un approfondimento dedicato alla carriera di Troy Bayliss è previsto durante i "Museo Ducati Online Journey", i tour online del Museo Ducati che consentono di ripercorrere la storia dell’azienda da PC, tablet o Smart TV. Inoltre, da non perdere per tutti gli appassionati gli approfondimenti su Troy Bayliss con Giovanni di Pillo sulla pagina Facebook ufficiale del Museo Ducati. Nei tre appuntamenti, il 4, l’11 e il 25 giugno, l’ex commentatore racconterà in diretta aneddoti e pillole inedite sulla vita del campione Australiano. Al suo fianco ci sarà anche Julian Thomas, ex Press Manager di Ducati Corse e memoria storica degli anni vittoriosi di Troy.

La mostra temporanea "Troy Story: the Legend of a Champion" resterà al Museo Ducati fino al 19 settembre 2021, con l’unica eccezione dei giorni dal 1 al 4 luglio, quando le moto saranno esposte a Modena in occasione dell’edizione 2021 del Motor Valley Fest.

  • Dobolo

    ma poi il numero 21 non doveve sparire da SBK e invece l'hanno dato a quel pollo, che tristezza
  • MarcoG8661, Bordighera (IM)

    Spazio strameritato....
Inserisci il tuo commento