Attualità

Decreto Conte: tutto fermo meno le attività essenziali. Riparazione e manutenzione motocicli consentite

- Il nuovo decreto sospende tutte le attività tranne quelle essenziali, un'ottantina, fino al 3 aprile. Alcune di queste riguardano anche il settore moto e auto
Decreto Conte: tutto fermo meno le attività essenziali. Riparazione e manutenzione motocicli consentite

Dopo l'annuncio via faceboock è arrivata anche la firma.
Il presidente del consiglio Giuseppe conte ha siglato ieri il decreto che sospende la produzione non essenziale in tutta Italia e che contiene l'elenco delle attività consentite, circa un'ottantina.
Il decreto, volto ad arginare la diffusione del coronavirus, sarà pubblicato in una edizione straordinaria della Gazzetta Ufficiale e ha effetto dal 23 marzo al 3 aprile 2020.
Le nuove disposizioni si sommano a quelle previste dal DPCM dell'11 marzo scorso e a quelle previste dall'ordinanza del Ministro della Salute del giorno 20 e i cui termini fissati al 25 marzo sono entrambi prorogati al 3 aprile.

Le aziende che non potranno proseguire avranno tre giorni a disposizione per smaltire le merci in consegna prima di fermarsi. Il lavoro in modalità di smart-working potrà proseguire.

Tra le fabbriche che chiuderanno temporaneamente ci sono naturalmente quelle motociclistiche e dell'automotive in generale, di componentistica e accessoristica ma con alcune accezioni.

SCARICA QUI IL DECRETO DEL 22-03-2020

Restano invece aperte tutte le attività legate alla produzione agroalimentare, farmaceutica, energetica (estrazione e distribuzione, rifornimento carburante compresi), presidi sanitari e di sicurezza.
Sono garantiti il commercio e la distribuzione di generi alimentari, i trasporti e una serie di attività ritenute essenziali. Su questo ci sono alcune critiche da parte di associazioni sindacali.

La lista ATECO, che trovate in fondo, è stata stilata dopo il confronto fra governo e parti sociali.

Scontata la presenza dell'industria agricola e alimentare, del confezionamento e quindi della produzione di carta, plastica, vetro, gomma e dei relativi macchinari. C'è poi la produzione di abbigliamento protettivo (non quello motociclistico naturalmente), chimica di base (prodotti energetici e raffinazione) e una dozzina di voci che riguardano i trasporti (Taxi, corrieri, logistica, eccetera), infine comunicazione, ricerca scientifica, servizi di assistenza sanitaria, istruzione, assistenza sociale, servizi finanziari e assicurativi.

Per quando riguarda il settore a noi più vicino, citiamo: fabbricazione di articoli in gomma (punto 22.1), pneumatici compresi; fabbricazione di articoli in materie plastiche (22.2 ), fabbricazione di macchine per l'industria della gomma e delle materie plastiche (28.96); la manutenzione e riparazione di autoveicoli (45.2 ) e il punto 45.4 che riguarda la sola attività di di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori. Lo scopo principale è quello di poter offrire assistenza tecnica a chi deve utilizzare l'auto o la moto per comprovate esigenze di lavoro.

Quello che il decreto non ferma

  • Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi
  • Pesca e acquacoltura
  • Industrie alimentari
  • Industria delle bevande
  • Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali
  • Fabbricazione di spago, corde, funi e reti
  • Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento)
  • Confezioni di camici, divise e altri indumenti da lavoro
  • Fabbricazione di carta
  • Stampa e riproduzione di supporti registrati
  • Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
  • Fabbricazione di prodotti chimici
  • Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici
  • Fabbricazione di articoli in gomma
  • Fabbricazione di articoli in materie plastiche
  • Fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia
  • Fabbricazione di prodotti refrattari
  • Produzione di alluminio e semilavorati
  • Fabbricazione di apparecchi elettromedicali (incluse parti staccate e accessori)
  • Fabbricazione di altri strumenti per irradiazione ed altre apparecchiature elettroterapeutiche
  • Fabbricazione di macchine per l'industria della carta e del cartone (incluse parti e accessori)
  • Fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche
  • Riparazione e manutenzione di attrezzature di uso non domestico per la refrigerazione e la ventilazione
  • Riparazione e manutenzione di apparecchi medicali per diagnosi, di materiale medico chirurgico e veterinario, di apparecchi e strumenti per odontoiatria
  • Riparazione e manutenzione di macchine per le industrie chimiche, petrolchimiche e petrolifere
  • Riparazione e manutenzione di trattori agricoli
  • Riparazione e manutenzione di altre macchine per l'agricoltura, la silvicoltura e la zootecnia
  • Riparazione di apparati di distillazione per laboratori, di centrifughe per laboratori e di macchinari per pulizia ad ultrasuoni per laboratori
  • Riparazione e manutenzione di aeromobili e di veicoli spaziali
  • Riparazione e manutenzione di materiale rotabile ferroviario, tranviario, filoviario e per metropolitane (esclusi i loro motori)
  • Installazione di apparecchi medicali per diagnosi, di apparecchi e strumenti per odontoiatria
  • Installazione di apparecchi elettromedicali
  • Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • Raccolta, trattamento e fornitura di acqua
  • Gestione delle reti fognarie
  • Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali
  • Attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti
  • Installazione di impianti elettrici
  • Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell'aria (inclusa manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione
  • Installazione di impianti per la distribuzione del gas (inclusa manutenzione e riparazione)
  • Installazione di impianti di spegnimento antincendio (inclusi quelli integrati e la manutenzione e riparazione)
  • Manutenzione e riparazione di autoveicoli
  • Commercio di parti e accessori di autoveicoli
  • per la sola attività di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori
  • Commercio all'ingrosso di carta, cartone e articoli di cartoleria
  • Commercio all'ingrosso di articoli antincendio e antinfortunistici
  • Trasporto ferroviario di passeggeri (interurbano)
  • Trasporto ferroviario di merci
  • Trasporto terrestre di passeggeri in aree urbane e suburbane
  • Trasporto con taxi
  • Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente
  • Trasporto di merci su strada
  • Trasporto mediante condotte di gas
  • Trasporto mediante condotte di liquidi
  • Trasporto marittimo e per vie d'acqua
  • Trasporto aereo
  • Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti
  • Servizi postali e attività di corriere
  • Servizi di informazione e comunicazione
  • Attività finanziarie e assicurative
  • Ricerca scientifica e sviluppo
  • Traduzione e interpretariato
  • Servizi veterinari
  • Attività di sterilizzazione di attrezzature medico sanitarie
  • Pulizia e lavaggio di aree pubbliche, rimozione di neve e ghiaccio
  • Altre attività di pulizia (codice Ateco NCA)
  • Attività dei call-center
  • Amministrazione pubblica e difesa. Assicurazione sociale obbligatoria
  • Istruzione
  • Assistenza sanitaria
  • Servizi di assistenza sociale residenziale
  • Assistenza sociale non residenziale
  • remowilliam, padova (PD)

    Leggo dai commenti naturale disorientamento e d altra parte per un Paese che fa 4 autocertificazioni diverse i 10 gg non puoi pensare che le cose siano rese chiare ai più.
    Per quanto riguarda il settore specifico quasi tutti sono chiusi o aperti a scartamento molto ridotto per garantire le emergenze. Ecco su questo punto vorrei fare chiarezza se possibile sei Te tecnico autorizzato che vai a prenderti auto o moto dal cliente ripari e riconsegni fermo restando avere pezzi di ricambio che come sappiamo sono chiusi.
    Giusto per fare un minimo di chiarezza.Auguri a Tutti.
  • nano16, rovigo (RO)

    scusate..ma cosa auto certificano i clienti alle forze dell'ordine per poter portare le due ruote all'officina?..che è l'unico mezzo a loro disposizione? e se poi con il cod. fiscale controllano che non è così? grazie
Inserisci il tuo commento