video racconto

Debutto in moto a 13 anni con l'Africa Twin al Lessinia by Night

- Giunge alla quinta edizione il giro notturno sui monti lessini, che sovrastano Verona e il Garda. Ci siamo stati con un'Africa Twin Adventure e abbiamo portato al suo debutto motociclistico un... perfettino

Quando il sole batte forte e il termometro segna 36 e passa gradi, il classico giro in moto rischia di diventare un supplizio. Ecco che arriva in nostro soccorso la bella iniziativa del Moto Club Eat Sleep Ride Italy di Verona dell'amico Ciro De Carli. Parliamo del Lessinia by night, un giro serale di 184 km sui bellissimi monti della Lessinia con tanto di cena a base di prodotti tipici lungo il percorso.
Il numero dei partecipanti è fissato a 100 (che si raggiungono in un amen) e il prezzo di 30 euro è del tutto adeguato, se pensiamo alla presenza delle guide e dei fotografi lungo il percorso. 
Abbiamo quindi risposto con entusiasmo all'invito del caro Ciro e siamo partiti con l'Africa Twin 1100 che avevamo in prova in redazione. Borsone Mosko - lo stesso dell'Etiopia - sul codino della moto e via. Non prima però di aver arruolato un passeggero molto speciale: mio nipote Filippo, 13 anni e una passione crescente per la moto (col tassello, inizio a pensare sia un vizio di famiglia). E' il suo debutto in moto. Giusto il tempo di riciclare i capi con le protezioni della moglie e il casco integrale, e si parte. 

Partiamo da Crema e in meno di due ore raggiungiamo il punto di partenza, il bellissimo Forte di Pastrengo, sede del Moto Club. Da qui inizia il bellissimo tour dei Monti Lessini. Quasi cento moto danzano tra le curve a buon ritmo, ma senza strafare e tra panorami meravigliosi. Siamo in buona compagnia: ci sono tanti amici da ogni parte del nord Italia e vecchi compagni di merende: Franco Picco con la sua nuova Moto Guzzi, Francesco Agnoletto (MBE) e la sua amatissima Ténéré 700, Renato Zocchi in sella a una fiammante Africona 1100. 

Arriva la notte e inizia lo sterrato illuminato dai fari delle moto. Siamo ora ben oltre i mille metri, ci accompagnano le mucche al pascolo e la temperatura scende sotto i 20 gradi. La stanchezza incomincia a farsi sentire, ma rientriamo a Verona felici e rinfrescati. Anche Filippo ha tenuto botta alla grande, i suoi occhi brillano: oggi ha scoperto che la moto non è solo gas e sgommate in fuoristrada, è anche e soprattutto il mezzo ideale per scoprire nuovi posti.

Foto: Moto Club Eat Sleep Ride Italy

  • bostelroll

    bella iniziativa, quest'anno mi mancano i motogiri o motoraduni, questo è veramente premiante, strade che giro settimanalmente, ma questa in notturna è una gran figata, poi con i 2 Perfetti e il mitico Picco a bordo, è il top.
  • Vintagetech, Torino (TO)

    Certo che vedere Picco è sempre un gran piacere. Ne ha fatte di cose e non si ferma. Una bella persona rilassata con una bella manetta. Anche in un normalissimo giretto turistico è sicuramente capace di insegnare qualcosa anche senza voler insegnare.
Inserisci il tuo commento