Cruiser cinese, vuole parlare tedesco: si chiama Victoria Simplee V7

Cruiser cinese, vuole parlare tedesco: si chiama Victoria Simplee V7
Alberto Raverdino
Ben disegnata e dall’appeal inequivocabile, è la cruiser cinese che sfrutta uno storico marchio della vecchia Germania. Arriverà mai in Italia?
10 luglio 2024

Con il marchio Victoria si producevano motocicli tra il 1901 e il 1966 a Norimberga in Germania; ci fu poi anche un’altra azienda dal nome Victoria motorcycles, questa volta a Glasgow in Scozia e per un periodo più limitato, dal 1902 al 1928. Oggi il nome Victoria, con il suo logo dal carattere decisamente deutschland, con tanto di aquila ed elmetto, torna a farsi notare grazie ad una cruiser ben disegnata e dal carattere inequivocabile.

Il marchio tedesco è stato acquisito nel 2021 dalla cinese Ningbo Longjia Motorcycle e questa Simplee V7 sembra essere il cavallo di battaglia per questa produzione. La prima versione fu presentata in Cina e destinata al mercato interno nel 2023, ora, la versione 2024 potrebbe tentare di sbarcare qua, nel vecchio continente. Anche se non ci sono voci ufficiali sui piani commerciali di questa azienda, le sue caratteristiche sembrano adatte ad affacciarsi sul nostro mercato. Linea possente, un bel serbatoio da cruiser classica, il suo motore è un V2 da 675cc capace di offrire 42cv e quindi adatto ad accontentare il nostro mercato dei patentati A2. La componentistica sembra di qualità visto che sceglie una forcella Kayaba a steli rovesciati, doppio ammortizzatore posteriore sempre KYB e un impianto freni firmato Nissin. Per quanto riguarda le dotazioni troviamo un cruscotto TFT di forma circolare, presa USB e luci a led. Il prezzo? in Cina è pari ai nostri 3.400 euro; chissà, arriverà mai in Italia?

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Argomenti