Che motociclisti sono i nostri lettori

Che motociclisti sono i nostri lettori
Moto.it
  • di Moto.it
I risultati del nostro sondaggio restituiscono un vivace ritratto dei nostri lettori: centinaia di risposte per raccontarci le sfaccettature dell'essere motociclista
  • Moto.it
  • di Moto.it
16 aprile 2022

Pochi giorni fa abbiamo lanciato un sondaggio sulle pagine di Moto.it e sui nostri social (a proposito: se non l'avete ancora fatto, iscrivetevi alla nostra pagina Facebook, al nostro canale YouTube e andate sul nostro profilo Instagram) senza alcuna pretesa di scientificità ma con il sogno di ispirare una discussione e conoscere meglio i nostri lettori, proponendo un po' una forzatura: quella di riconoscersi in qualcuna o più di una delle 9 categorie di motociclisti che abbiamo immaginato e che, nonostante tutto, sapevamo benissimo non potessero esaurire completamente l'universo multiforme dei motociclisti; la moto è sinonimo di libertà ed è molto difficile incasellare rigidamente il personale approccio alla motocicletta, è facile trovare dei punti in comune ma è ancora più stimolante capire le differenze tra i tanti modi diversi di usare e amare le due ruote.

 

Avete risposto - sappiamo che è una frase fatta, ma è così - in tanti: sia nei commenti in calce all'articolo sul sito che sui nostri social e ora siamo qui a raccontarvi cosa ne è venuto fuori. Diamo prima una ripassata alle nove categorie che vi abbiamo sottoposto:

1 - IL COMMUTER VELOCE: utilizza la moto o lo scooter per muoversi rapidamente in città: i suoi tragitti sono casa/lavoro, commissioni/tempo libero

2 - L'OPPORTUNISTA: quando è possibile lascia l'auto in garage e prende la moto anche per ritagliarsi del tempo per godere del piacere di andare in moto anche su brevi distanze


3 - IL MOTOCICLISTA DA WEEK END: usa la moto nel tempo libero come strumento di svago

4 - IL MOTOCICLISTA DI LUNGO CORSO: ha già macinato milioni di chilometri in moto e adesso usa principalmente l'automobile, ma tira fuori la moto dal garage quando è il momento giusto...

5 - LO SPORTIVO: non lo si vede mai per strada e utilizza la moto esclusivamente tra i cordoli di una pista o in fuoristrada

6 - IL TURISTA: la moto è il suo mezzo preferito quando si tratta di fare tanta strada. Per tutto il resto c'è l'automobile

7 - IL MOTOCICLISTA EDONISTA: sceglie l'auto o la moto a seconda del momento e del contesto

8 - IL MOTOCICLISTA URBANO: non usa l'automobile, per spostarsi preferisce lo scooter e la moto insieme ad altri mezzi di trasporto, senza distinzione tra mezzi elettrici e endotermici

9 - IL MOTOCICLISTA A 360°: usa la moto/scooter ogni giorno, in tutte le condizioni atmosferiche, per qualsiasi motivo

 

Dalle risposte e dai commenti ci è arrivato uno spaccato che non ci ha sorpreso moltissimo ma che ha evidenziato alcuni aspetti interessanti: Per cominciare, in moltissimi avete avvertito la necessità di sottoscrivere l'appartenenza a più di una categoria, ce lo aspettavamo per le ragioni che abbiamo esposto sopra e che vengono sintetizzate nel commento del nostro lettore Carlo: "cavolo, appartengo ad almeno sei categorie...", quindi non potevamo non notare che molti di voi sono "motociclisti da weekend" (per le ragioni più varie come per esempio le necessità del lavoro e della famiglia) ma aspirano a un uso ancora più intenso e turistico con la categoria del "turista" in grande spolvero e non dimenticamoci che "gli opportunisti" hanno fatto sentire la propria voce, sottolineando che la moto è anche evasione, piacere quasi fine a se stesso e anche sulle brevi distanze.

Molto frequentata anche la categoria dei "motociclisti di lungo corso" che ci pare abbia dato anche una certa conferma dell'età non verdissima dei motociclisti in genere, valga per tutti il commento di Nino: "Noto con piacere che siamo in parecchi ad essere "vecchi" motociclisti (non motociclisti vecchi!!!) con tanta strada e tante moto sul groppone...questa è la prova che la MOTO MANTIENE GIOVANI...almeno DENTRO!!!". 

Come definire i motociclisti di lungo corso? Ci proviamo dando voce al commento del nostro lettore con il nick verbaniatre che dichiara di essere un "motociclista di lungo corso, 68 anni, 61 moto nella mia vita, mediamente tre, una Panigale 1299 S, un T-max e una Montesa Cota 301 RR per il Trial. Mai mollare, tener duro", uno degli esempi più cristallini dell'ecletticità e della passione che per diversi di noi sfocia anche nel volersi - a pieno diritto - definire anche all'interno dell'ultima categoria, quella dei "motociclisti a 360°" che prendono la moto per andare ovunque, con qualsiasi tempo.

Non moltissimi gli accenni alla mobilità puramente urbana e a quella elettrica, mentre gli "sportivi" puri sono spesso dediti al fuoristrada ma chi va in pista è generalmente anche appartenente ad altre categorie.

Non vi diamo noiosi numeri, che potete comunque trarre da voi leggendo i commenti, perché la nostra iniziativa è stata tutto fuorchè un'analisi statistica approcciata con rigore scientifico, piuttosto quello che di ancora più pregevole è saltato fuori sono le vostre storie che fiorivano tra i commenti lasciandoci immaginare quanta passione e voglia, quanti significati e momenti indimenticabili sono accumulati dietro le vostre e le nostre motociclette. E come si cambi nel corso del tempo, ci ricorda l'utente losgneps: "Sto al gioco e dico mototurista. Credo però che man mano che si aggiungono anni sulla schiena lo stile e il tipo vanno a modificarsi. E non è una brutta cosa, se tutto va bene (cosa fondamentale) si provano un po' tutti", in un numero nutrito dei vostri commenti si percepisce chiaramente il legame emozionale tra la moto, se stessi e la propria storia di motociclisti.

La moto conferma la sua capacità di estendere, spalmare, distribuire e non focalizzare la passione, nel senso che se dovessimo dare ascolto a questo piccolo songaggio diremmo che, per esempio, lo sportivo ama anche fare il turista e apprezza magari anche l'uso in città, oppure passa alle ruote artigliate o semplicemente decide di mettere la moto sotto il telone e attende il momento giusto per tirarla fuori e concedersi il proprio sogno "Anche se ho la moto nel box è più il tempo che passo a sognare giri o viaggi(che non farò mai) che quello che passo effettivamente in moto, ma la passione per le due ruote mi pervade sin da adolescente, per il pochissimo tempo che ho mi identifico nel 3, ma avrei sempre voluto essere 6", ci racconta il nostro lettore Marsi24.

Chiudiamo con uno dei commenti che ci è piaciuto di più, grazie a lupo.paolo64: "La moto deve essere il mezzo per farti godere e ammirare tutte le cose che ti circondano il tutto in piena tranquillità e sicurezza", come non essere d'accordo?

Di certo, ne riparleremo. Grazie a tutti!

 

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now