foto ufficiali bmw

BMW R 1250 GS 2019: prima della prova. I PREZZI

- Ci siamo. Tra due giorni saremo in Portogallo per provare la nuova BMW R1250GS, di cui avete già visto il video ufficiale su Moto.it. Fateci le vostre domande, vi risponderemo direttamente dal test

Avete già visto la nuova BMW R 1250 GS nel video su Moto.it, ma ora possiamo dirvi di più su di lei. La moto, che arriverà a Colonia, non si presenta radicalmente nuova. Ciclistica ed ergonomia sono grossomodo vicine a quelle della R 1200GS lanciata nel 2013, col motore raffredato a liquido. Ci sono però sulla versione 2019 importanti novità a livello estetico. E’ confermata la versione Exclusive, più elegante e votata ai viaggi, ma al posto della Rallye debutta la HP, che ne prende il posto. Per lei sono infatti disponibili sia la sella in pezzo unico, che si chiama ancora Rallye, che le sospensioni Sport a maggiore escursione, ma sempre in abbinamento all’ESA.

La verà novità, come avrete capito dal nome, arriva però dal motore. E’ sempre boxer, ma cresce da 1.170 a 1.254 cc e riceve la Shiftcam Technology. Di cosa si tratta? Della fasatura variabile delle valvole di aspirazione, che funzionano tra l’altro in modo asincrono. Ne derivano una migliore combustione, consumi più bassi e maggiore potenza e coppia: la prima passa da 125 a 136 cv a 7.750 giri, la coppia da 125 a 143 Nm a 6.250 giri. Il peso cresce leggermente, e arriva a 249 kg col pieno di 20 litri. Lo scatto è ancora più pronto: la Casa dichiara solo 3,6 secondi per toccare i 100 partendo da fermo.

A livello elettronico troviamo anche una nuova gestione del’acceleratore in frenata, per ridurre la coppia alla ruota (optional). Di serie troviamo due riding mode, l’ASC e l’Hill Start Control. Come optional ci sono i riding mode pro, che prevedono livelli evoluti di intervento del DTC, e l’ABS Pro, adatto alla guida in fuoristrada.

La BMW R 1250 GS HP
La BMW R 1250 GS HP

Tra gli optional più importanti troviamo come sempre l’ESA, di ultima generazione, con le sue sospensioni attive che si autoregolano in funzione del carico, della strada e dello stile di guida. Finalmente è di serie la bella strumentazione TFT da 6,5 pollici. 

La versione Exclusive
La versione Exclusive

Questa è ovviamente una breve anticipazione della prova. Scriveteci qui nei commenti tutto quello che volete sapere sulla nuova GS. Vi risponderemo direttamente dalla nostra prova!

Aggiornamento: comunicati i prezzi

Sono disponibili già da oggi i listini per il mercato italiano: il prezzo della BMW R 1250 GS partirà da 17.850 euro C.I.M, mentre la R 1250 RT sarà disponibile a partire da 19.450 euro C.I.M. Entrambi i modelli potranno essere personalizzati scegliendo all’interno della lista di optional tecnologici, funzionali e componenti BMW Motorrad Spezial.

Le novità in pillole

Il nuovo motore a fasatura variabile sarà impiegato anche sulla BMW R1250 RT. Queste le modifiche, in pillole, di cui hanno beneficiato le due maxi moto tedesche:

BMW R 1250 GS e R 1250 RT:

Motore boxer di nuova generazione con tecnologia BMW ShiftCam, per la fasatura e l’alzata variabile delle valvole di aspirazione.
Ancora più potenza sull’intero arco di regimi, valori di consumo e di emissione ottimizzati, nonché silenziosità di funzionamento e fluidità di marcia incrementati.
Più potenza e coppia: 100 kW (136 cv a 7.750 g/min e 143 Nm a 6.250 g/min (prima: 92 kW (125 CV) a 7.750 g/min e 125 Nm a 6.500 g/min). Aumento di cilindrata a 1.254 cc (prima: 1.170 cc).
Apertura asincrona delle valvole sul lato aspirazione, per ottimizzare il vortice e migliorare quindi la combustione.
Azionamento dell’albero a camme per mezzo di una catena dentata (anziché a rulli).
Alimentazione ottimizzata di olio e raffreddamento del fondo dei pistoni.
Sensore antidetonante per una migliore idoneità al viaggio.
Ultima generazione della gestione motore BMS-O, e impiego di iniettori a doppio getto per una preparazione ancora più efficiente della miscela.
Nuovo impianto di scarico.
Nuovo bugspoiler supplementare sulla R 1250 RT.
Due modalità di guida, ASC e Hill Start Control di serie.
Modalità di guida Pro con modalità di guida supplementari, controllo dinamico della trazione DTC, ABS Pro (R 1250 RT di serie), Hill Start Control Pro, nonché l’Assistente dinamico di frenata DBC, disponibili come optional ex fabbrica.
La regolazione elettronica delle sospensioni Dynamic ESA “Next Generation”, con compensazione completamente automatica dell’assetto.
Oltre alla regolazione dell’altezza della sella di serie (tranne Style HP su R 1250 GS), ampia offerta di varianti di altezze di sella ex fabbrica.
Proiettori a LED di serie per la R 1250 GS, e luce diurna a LED disponibile come optional ex fabbrica per entrambi i modelli.
Connectivity: strumentazione combinata multifunzionale con display TFT a colori da 6,5 pollici, e numerose funzionalità di serie sulla R 1250 GS.
Chiamata d’emergenza intelligente come optional ex fabbrica.

Leggi tutti i commenti 209

Commenti

  • gs2best, Pomponesco (MN)

    Per la colorazione HP che da tanti viene indicata come una scopiazzata della AT, vorrei ricordare che da sempre la livrea sportiva di BMW è fondo bianco con strisce blu e rosse. Sia per le moto che per le auto.

    Anche la nine T urban GS ha quelle colorazioni quindi per la proprietà transitiva possiamo anche dire che AT ha scimmiottato BMW?
  • PAOLO X, Roma (RM)

    Marc56,
    il calo di vendita dei bisonti non credo ci sarà.
    Anche io guardo con attenzione al 790 R ma a 57 anni la vedo come moto aggiuntiva.
    Chi ha la possibilità di calare venti bombe spesso ne cala anche trenta.
    Altrimenti si prende una 690 usata come hanno fatto alcuni miei amici giessisti e sull'off duro va con quella....
    Comunque alla fine dela fiera: stigranc****i, basta che alla domenica ingraniamo la prima e andiamo ;D
Leggi tutti i commenti 209

Commenti

Inserisci il tuo commento