Anticipazioni

Benda Motor: una "quattro cilindri" in arrivo

- Il costruttore cinese lancia una nuova V2 raffreddata a liquido. E nei prossimi piani ci sarebbe una moto 750 a quattro cilindri in linea
Benda Motor: una quattro cilindri in arrivo

Fonda nel 1994 come Zhejiang Zhongnan Motorcycle Co., Ltd, Benda Motor è un costruttore che dopo il 2012 ha deciso di guardare all'esportazione. Per cui ha abbandonato la produzione tradizionale, rafforzata la R&D e iniziato a progettare motori di cilindrata maggiore e modelli dedicati al tempo libero piuttosto che al commuting.

Attualmente ha una gamma di tre modelli base, disponibili in cilindrate che vanno dai 125 ai 400 cc. L'ultima stradale presentata è una naked 400 che nello stile insegue Kawasaki, si chiama Asura 400, nella foto in alto, presentata a Colonia.

In dirittura di arrivo c'è poi una nuova bobber, con motore V2 raffreddato a liquido e otto valvole, che copia il profilo estetico della H-D Sportster (foto qui sopra).
Secondo l'immagine teaser pistata da BikeSocial (vedi sotto), parrebbe inoltre che Benda Motor stia lavorando a una quattro cilindri in linea e che il lancio sia previsto per il 2021. In questo caso la cilindrata si dice sia attorno ai 750 cc.

Sia come sia, la cosa rilevante è come ormai la produzione cinese si stia progressivamente spostando nei segmenti di cilindrata maggiore dove operano i costruttori di solida tradizione e immagine, senza troppo timore reverenziale.

Ben noto è da noi l'esempio di Benelli, pronta a breve con i nuovi modelli bicilindrici 800 e che sta testando in Cina una nuova 1200 da turismo.

Ma ci sono anche CFMoto con una nuova serie di modelli bicilindrici (fra le quali una Adventure all'europea) e con un grosso V-twin derivato da KTM – azienda con la quale è in atto una joint-venture produttiva – e poi Zongshen con le bicilindriche 650 e 850.
La Cina è sempre più vicina.

  • quartodilitro, Novara (NO)

    Ettorino2 vede lungo; i costruttori moto cinesi stanno facendo passi da gigante. Io prevedevo che si sarebbero avventurati sui grossi 4 cilindri intorno al 2025, e invece ci siamo già.
    Quando ero bambino l'elettronica di consumo era tedesca, i giapponesi erano dei marziani gialli che producevano a basso costo.
    Da ragazzo, la roba tedesca era per maturi benestanti poco interessati all'evoluzione tecnica.
    Poi arrivarono coreani e cinesi, altri marziani gialli che producevano a basso costo.
    Oggi chi ritiene che uno smartphone Huawei (ad esempio) sia inferiore a un Nokia, un Samsung, un Sony ?
    Il baricentro del mondo si è spostato in Oriente.
  • ettorino2, Ancona (AN)

    Evvai con la copia "cinesizzata" del Duke Ktm...
    Mi chiedo di questo passo, tra 10 anni (e visto anche tutto quello che stiamo vivendo e vivremo a stretto giro economicamente parlando) cosa resterà di case...marchi...moto... e "testa" dei motociclisti occidentali (i giovani hanno memoria non corta ma cortissima e potrebbero strainfischiarsene di storia, tradizioni e blablabla).
    La vedo proprio brutta, ma brutta brutta in prospettiva...
Inserisci il tuo commento