Atene - Gibilterra

Atene - Gibilterra, il percorso. Parte seconda: Austria, Italia e Francia

- Proseguiamo nel racconto del percorso del raid transeuropeo in partenza fra un mese
Atene - Gibilterra, il percorso. Parte seconda: Austria, Italia e Francia

Ed eccoci al secondo antipasto relativo al raid Atene-Gibilterra, che prenderà il via fra poco meno di un mese. Come ormai sapete, si tratta di una spettacolare via di mezzo fra una gara e un viaggio più turistico in offroad, che ci porterà in giro - attraverso il nostro inviato, che conosceremo in una puntata successiva - per l'Europa per due settimane. Vi abbiamo già presentato le caratteristiche della navigazione e la prima parte del percorso, che si snoda fra Grecia e Balcani; stavolta tocca alla seconda parte, che ci porterà in Austria e, attraversando il Nord Italia, arriverà in Francia.

Uscendo dalla Slovenia si arriverà in Austria, con un assaggio di circa 60 chilometri in fuoristrada. Non solo: a Villach, a circa a metà della tappa del 2 giugno, il rally affronterà un riordino durante il quale tutti i piloti passeranno su un palco allestito appositamente, ed avranno la possibilità di lasciare un messaggio di pace molto particolare. Si tratta di un'iniziativa promossa da un team di piloti austriaci, che porteranno con loro un libro già iniziato dalle autorità nazionali che, nel corso delle 14 tappe del rally-raid, raccoglierà messaggi di pace lasciati da autorità, personaggi di spicco dello sport e della cultura, ma anche del pubblico, incontrati durante l'Athens-Gibraltar.

Da lì prenderanno il via le "nostre" tre tappe, che taglieranno in senso orizzontale il Nord Italia. Si inizierà da Conegliano Veneto, dove si arriverà il 2 giugno. Il comune del trevisano, del resto terra di motociclisti di lunga tradizione, ha dimostrato un grandissimo entusiasmo per la gara: i festeggiamenti per la Festa della Repubblica sono stati riprogrammati per coinvolgere i partecipanti del rally, spostando addirittura il concerto della banda per farlo coincidere con l'arrivo dei piloti, che verranno ospitati nel centro della città. Il bivacco si posizionerà presso il Convento di San Francesco, storico monastero alle porte della patria del Prosecco.

Il clou del passaggio in Italia avrà luogo il 3 giugno, con l'arrivo a Genova attraverso un percorso in fuoristrada che costringerà i piloti ad "assaggiare" la sabbia della zona di Mantova, per poi arrampicarsi sull'appennino Tosco-Emiliano. Quello di questa tappa è un traguardo importante, perché segna la metà esatta della gara - e quindi la "cerniera" fra le due metà che caratterizzano la Formula Express - e perché prevede uno scenario d'eccezione: il Porto Antico e l'Acquario di Genova. Ve ne parleremo meglio in un pezzo dedicato a breve, quando avremo tutti i dettagli, ma vi possiamo anticipare che le moto, normalmente relegate ai margini della spettacolare zona commerciale ed espositiva di Genova, reciteranno un ruolo di primo piano grazie alla possibilità concessa dal Porto Antico di realizzare il parco chiuso sul piazzale Mandraccio, e tutti i piloti - ma non solo - saranno protagonisti di una visita esclusiva all'Acquario di Genova.

La terza tappa italiana sarà caratterizzata da una lunghezza inferiore alla media. Un po' per far respirare i piloti, reduci già da una settimana di rally, ma anche per fare da "rodaggio" per chi invece attraverso la Formula Express ha scelto di correre solo la seconda settimana.

Lo scenario sarà quello di Limone Piemonte, a cui si arriverà il 4 giugno. In occasione del passaggio della Athens-Gibraltar avverrà l'apertura speciale della Via del Sale nel tratto Monesi-Limone, per consentire l'arrivo e il pernottamento nella cittadina piemontese, riferimento per i motociclisti impegnati su questo percorso.

Anche in questo caso c'è grande entusiasmo da parte delle autorità locali, che accoglieranno i piloti (grazie al Comune, al Consorzio di Conitours e all'ATL Cuneese) nel parco chiuso realizzato nel centro della città, e nella piazza del municipio per tutte le cerimonie serali e il briefing alla ripartenza del giorno successivo, dove, attraverso percorsi off-road via via più scorrevoli, si arriverà ad AvignoneGli ultimi tratti off road in Francia saranno a quote relativamente basse, nella zona di Limoux, ma caratterizzati da continui cambi di pendenza.

Appuntamento fra qualche giorno, per parlare dell'ultima tratta del percorso, che ci porterà nella penisola Iberica per puntare dritti verso Gibilterra.

  • TeoGas74, Milano (MI)

    Pneumatici cambiati, tagliando fatto, livello di ignoranza alzato al massimo....tra dieci giorni comincio il transfer verso Atene. Sto contando i minuti! Daiiiiiiiii -
  • Perla Nera, Verona (VR)

    bella iniziativa, la sto seguendo da un po' e se la rifaranno gli anni futuri vorrei provarci...

    grazie per seguirla
Inserisci il tuo commento