Anticipazioni

Aprilia SXR 160: presentato, e premiato, ad Auto Expo 2020

- Destinato al mercato indiano, lo scooter Aprilia SXR 160 è stato premiato come “miglior veicolo a due ruote” ad Auto Expo 2020, in svolgimento a Delhi

Il Gruppo Piaggio ha presentato alla fiera internazionale Auto Expo 2020, che si sta svolgendo in questi giorni a Delhi, lo scooter Aprilia SXR 160 destinato al mercato indiano. Prodotto in India nello stabilimento Piaggio di Baramati, e disponibile dalla prossima estate, questo scooter si inserisce nella fascia alta del mercato locale affiancando il noto Aprilia SR 150 (foto sotto).

E’ caratterizzato da una posizione di guida confortevole, sella ampia, pedana piatta, fari a led, display digitale multifunzione, ABS, ruote da 12 pollici, e sarà disponibile in due motorizzazioni: 160 cc, appunto, ma anche 125; entrambe adottano la testata a tre valvole e la tecnologia 3V Tech FI Engine conforme alla nuova normativa sulle emissioni Bharat Stage VI.

Alla fiera di Dehli  lo scooter è stato premiato come Miglior veicolo a 2 ruote (grazie “al carattere sportivo e innovativo, alla tecnologia premium e al confort”), e un altro riconoscimento è andato al Gruppo Piaggio – che in India distribuisce i marchi Piaggio, Vespa, Aprilia e Moto Guzzi – per il Miglior stand motociclistico.

“Negli ultimi anni le preferenze e le necessità dei consumatori indiani sono mutate in modo significativo - ha commentato il CEO di Piaggio India, Diego Graffi -. In Piaggio abbiamo svolto un grande lavoro di analisi e progettazione per capirne e anticiparne l’evoluzione, e con orgoglio presentiamo il nuovo Aprilia SXR 160, uno scooter destinato a creare un nuovo benchmark di riferimento”.

  • ettorino2, Ancona (AN)

    Molto bene che il gruppo Piaggio sembri puntare su Aprilia come marchio in un luogo del mondo dove, diciamocelo, sono ancora "vergini" per certi aspetti circa il mondo moto come lo intendiamo noi occidentali, dove le due ruote da almeno un cinquantennio non sono più un mezzo da lavoro o primo mezzo "di famiglia".
    Del resto da quelle parti del mondo non storcono il naso, come da noi, se ad es. un costruttore sportivo come Aprilia propone scooter o mezzi che cmq da noi verrebbero mal accolti in quanto, sempre per molti, un marchio che punti ad essere top deve "specializzarsi" o moto o scooter.
    Io trovo questo atteggiamento sbagliatissimo e spocchioso.
    Ma perchè mai Piaggio-Aprilia dovrebbe farsi problemi in tal senso quando grandi costruttori giapponesi da decenni e decenni propongono a quelle latitudini scooter e motocicli non certo all'avanguardia che vendono milioni di pezzi?

    Anzi, auspico che questi stessi mezzi proposti per l'India ed il sud est asiatico possano arrivare anche da noi (magari quando finalmente si decideranno anche ad approvare la benedetta riforma del Codice della ce della Strada con relativo permesso di ingresso ad autostrade e a tangenziali dei 125cc, unici rimasti noi in Europa ad impedirlo), e che magari Piaggio decida di rimarchiarli col suo logo se proprio i fan Aprilia dovessero mal accettare la cosa.
    Abbiamo un vuoto in gamma grave a mio avviso: gli Honda PCX 125 sono stravenduti nel resto d'Europa (noi nobili Italiani ovviamente li snobbiamo) e questo nuovo Aprilia Sxr, anche rimarchiato Piaggio, potrebbe spingere molto in alto le vendite del gruppo di Pontedera... se solo lo volessero ed aprissero gli occhi.
  • DocAlchemist, Milano (MI)

    La pedana piatta ha un suo preciso perché dal punto di vista dell'utilizzo del mezzo, utile per trasporto di piccoli carichi, come le borse della spesa piene.
Inserisci il tuo commento