modello celebrativo

2 milioni di moto per lo stabilimento BMW Motorrad di Berlino

- Il 6 maggio ha lasciato lo stabilimento di Berlino Spandau la due milionesima moto BMW. Il modello celebrativo è stato donato alla campagna "be Berlin"
2 milioni di moto per lo stabilimento BMW Motorrad di Berlino

 
Le moto BMW sono prodotte nello stabilimento di Berlino Spandau dal 1969 per poi essere distribuite in tutto il mondo. Durante la cerimonia di presentazione, alla quale hanno preso parte il Sindaco di Berlino, Klaus Wowereit e numerosi ospiti fra i quali i due attori Hannes Jaenicke e Gerit Kling, è stata presentata dal campione del mondo di Stunt Riding Chris Pfeiffer. La moto dell’anniversario è stata successivamente consegnata a René Gurka, Responsabile del Berlin Partner GmbH. Si tratta di una BMW R 1200 GS con un design esclusivo. La moto verrà messa in palio all’Industry Quiz per la campagna “be Berlin”.

Klaus Wowereit ha dichiarato: “BMW è sempre rimasta fedele a Berlino, lungimiranza e determinazione sono state premiate. BMW e Berlino, fra alti e bassi, sono andati avanti e hanno raggiunto il successo insieme”. Con questa donazione, diventando partner della campagna “Be Berlin”, BMW sostiene l’obiettivo di migliorare la percezione di Berlino, come città innovativa e proiettata verso il futuro.

Durante la cerimonia di presentazione, il direttore generale di BMW Motorrad, Hendrik von Kuenheim, ha dichiarato: “Il BMW Group investe molto nelle moto e nella sua lunga tradizione. Le moto BMW incarnano così il puro piacere di guida, rappresentando Berlino in tutto il mondo. La nostra casa è assolutamente determinata nel mantenere una relazione di lungo periodo tra il BMW Group e Berlino”.

Lo stabilimento di Berlino conta 1.900 dipendenti, producendo più di 510 moto al giorno e circa 24.000 dischi freno destinati alle automobili. La produzione annua nel 2010 è stata di 97.076 moto, mentre nel 1969, il primo anno, nello stesso stabilimento ne venivano prodotte circa 12.000.

Hermann Bohrer, responsabile dello stabilimento BMW di Berlino ha affermato: “Berlino è e rimarrà il cuore della produzione di moto BMW, per questo motivo investiamo ogni anno circa 30 milioni di euro con l’obiettivo di continuare ad essere i primi e i più competitivi”.

  • pierdomenico.giola, Vigevano (PV)

    pierdomoto62

    ciao cmq e'divertente leggere i vari pareri pro e contro la bmw 1200 gs anche xche'mi sembra assolutamente giusto esprimere ed esternare la propria opinione su un argomento che moto.it ci presenta ,essendo di estrema attualita',seguendo le informazioni che bmw (ma vale x tuttele case moto)passa e ultimamente cerca di passarne una al di' x stare sempre al centro delle discussioni,dell interesse e ...delle vendite.il vecchio metodo ...basta che se ne parli funziona sempre.vabbe'che dire ciao a tutti e ci si vede x strada e mi raccomando oltre a casco e luci se quando c incrociamo ci salutiamo oltre ad essere un riconoscimento d appartenenza e'anche un gesto simpatico che ci fa solo bene......pierdobmwf650gs
  • cosimo20, Sesto San Giovanni (MI)

    UN DUCATISTA

    Un saluto a tutti voi centauri,
    come potete vedere dal titolo non sono un BMWista, ho sempre avuto DUCATI ho fatto diversi viaggi per l'Italia sempre accompagnato dalle mie MONSTER, e fortunato possessore di ben tre modelli. Dico fortunato perché il che si dica "in poche parole non sono mai rimasto a piedi" e poi perché ad ora non ho travto moto che realmente abbia un anima come LEI, infatti sempre appagato nel piacere di guida anche da quei difetti dati da un pò di vibrazione ma si sa.
    Da tempo ero interessato all'acquisto di un BMW, per spendere meno ho acquistato un KTM 990 ADV, semplicemente bello da guidare ma ragazzi per il tipo di strade che percorro "non sterrati" ritenevo che non mi appagava e soprattuto con un tiro del motore stupendo é priva di freni. Venduta dopo un anno con circa 20000 KM ho finalmente preso il tanto desiderato R 1200 GS ADV. Per me una nuova filosofia di moto e ttua da interpretare almeno agli inizi. Dal tipo e tiro del motore alle sospensioni. Posso secondo il mio modesto parere che per l'uso turistico non ha rivali.
    Una provocazione:
    Ma per quale cavolo di motivo a questo mondo, si deve sempre snobbare per partito preso ciò che ha tanto successo, che sia un uomo, un prodotto commerciale ecc. Sempre, alla disperata ricerca del difetto, a criticare chi compra quel determinato prodotto, ponendovi voi così in uno stato di inferiorità, ed evidenziando inevitabilmente un invidia verso di essi. Resta inteso che, anch'io ritengo stupido se un qualcosa lo si compra solo perché di moda, e quindi perché piace agli altri, però, se non fanno del male a nessuno perché devo ridicolizzarlo?
    Ciao a tutti, buon viaggio e viva la moto, troppe auto in queste strade.
Inserisci il tuo commento