EICMA 2016

BMW G 310GS 2017 ad EICMA 2016: foto e dati

- La più piccola delle GS debutta al Salone di Milano: la entrofuoristrada d’accesso di BMW propone una moto matura e di sostanza a giovani e patentati A2
BMW G 310GS 2017 ad EICMA 2016: foto e dati

Ve l’avevamo già anticipata in questo articolo e non ci eravamo sbagliati: al Salone di Milano EICMA 2016 è arrivata anche la “Giessina”, ovvero quella monocilindrica BMW G310 GS che declina tutti i concetti della maxienduro regina delle vendite di Monaco in minor, alla portata di giovani e patentati A2.

La base è evidentemente quella della naked G310R, da cui deriva il motore monocilindrico da 313cc con distribuzione bialbero a quattro valvole per cilindro di derivazione S1000RR, alesaggio di 80mm e corsa di 62,1 nonché testa ruotata all’indietro capace di 34cv a 9.500 giri e 28Nm a 7.500, naturalmente nel rispetto della normativa Euro-4 Dati che, uniti ad un peso a secco di 169,5kg, lasciano presumere prestazioni più che decorose. Il cambio è a sei rapporti, con frizione multidisco in bagno d’olio e finale a catena.

Il telaio è un traliccio in tubi con telaietto posteriore imbullonato, con forcella rovesciata da 41mm all’avantreno (stretta da piastre in lega leggera) e monoammortizzatore senza leveraggi a lavorare sul forcellone posteriore in alluminio. Per entrambe, escursione di 180mm. Il comparto freni, gestito da un sistema ABS a due canali (disattivabile per l’uso in fuoristrada) si affida ad un disco anteriore da 300mm lavorato da pinza a due pistoncini, e ad un’unita da 240mm al posteriore, entrambe con raccordi in treccia aeronautica. I cerchi in lega calzano pneumatici 110/80 R 19 all’avantreno e 150/70 R 17 al retrotreno.

La posizione di guida è naturalmente studiata per l’uso su strada e in fuoristrada, con un occhio al turismo e ai meno alti: la sella si ferma a 835mm, con la possibilità di adottare unità ribassate (820) o rialzate (850mm). La strumentazione è ovviamente la stessa della G310R, con un quadro multifunzione digitale a cristalli liquidi. Il portapacchi è di serie; BMW tiene a sottolineare come la produzione sia in India, attraverso la consociata TVS, ma progetto e standard qualitativi siano del livello qualitativo delle moto prodotte a Spandau, aspetto che abbiamo verificato nella presa di contatto con la G 310R.

Ampia come si conviene ad una BMW la lista degli accessori, con bauletti di diversa capienza, manopole riscaldate, cavalletto centrale, frecce a LED, cavalletto centrale e diversi altri accessori per valorizzarne le capacità turistiche. La BMW G 310 GS sarà disponibile nelle tre colorazioni Cosmic Black pastello, Racing Red pastello e Pearl White metallizzato.

  • Macdilobmwer, Roma (RM)

    Vista da vicino sembra una riduzione in scala del GS 1200. Forse se approfittando di ingombri ridotti e bassa cilindrata avessero proposto qualcosa più vicino alla R80 G/S sarebbe stato meglio. In certi paesi sui giovani può far presa il "GSetto" copia su scale, ma non val male anche sentirsi inseriti in una tradizione di un mito.
  • Macdilobmwer, Roma (RM)

    Carino il GSetto: leggera, maneggevole sarà una bella concorrente per tante pariclasse (e anche belle) nostrane.
Inserisci il tuo commento