CIV. Nuovi limiti di età per i campionati italiani velocità

CIV. Nuovi limiti di età per i campionati italiani velocità
Carlo Baldi
Cambiano i limiti di età del CIV, ad esclusione della Moto3. Modifiche nel CIV Junior. Ma pensando alla sicurezza non sarebbe stato meglio considerare le precedenti esperienze dei piloti?
20 dicembre 2021

La FMI ha comunicato di aver modificato i limiti di età (minimi e massimi) per la partecipazione alle varie classi dei campionati italiani velocità 2022. Per quanto riguarda il CIV per i piloti della classe PreMoto3 l’età minima passa da 12 a 13 mentre quella massima viene fissata in anni 16. Resta invariata la minima della Moto3 (14 anni) mentre la Supersport 300 viene vietata ai minori di 14 anni (in precedenza erano 13) mentre la massima non può superare i 25. L’età minima della Supersport sale di un anno e arriva a 16 mentre bisognerà essere maggiorenni per correre in Superbike, dove prima il limite era fissato a 16 anni. 

Non cambiano le età minime del C.I. Minimoto, mentre nel CIV Junior viene introdotta  quella minima di 11 anni per i piloti dell’Ohvale 190, mentre sale a 12 anni quella del campionato Aprilia SP1-SP2. 

Per la stagione 2022 sarà concessa una deroga riguardante l’età esclusivamente ai piloti vincitori del Titolo Italiano nell’anno precedente e a coloro che nel 2021 abbiano effettuato almeno una wild card nella stessa classe alla quale intendono iscriversi. 

I nuovi limiti di fatto non cambiano molto, anche in termini di sicurezza. Anziché tener conto soltanto dell’età dei piloti si sarebbero potute imporre precedenti partecipazioni ad altre categorie del CIV, o di campionati superiori o equivalenti, specialmente per quanto guarda le classi maggiori.    

 

Caricamento commenti...

Hot now