CIV 2022. Prima di notte, poi di giorno, Michele Pirro: "Alessandro Delbianco è un talento che mi mette in difficoltà!"

  • di René Pierotti
Dopo la gara 1 notturna si è rinnovata la sfida tra il pilota Ducati e quello Aprilia, fino all'ultima curva insieme. Bellissima gara ma il classe 1986 in campionato è in fuga. I risultati delle gare della domenica
  • di René Pierotti
31 luglio 2022

Misano Adriatico - Prima di notte poi di giorno, sul circuito Marco Simoncelli è sempre sfida tra Michele Pirro Alessandro Delbianco. Finito il campionato Civ dell'altro rivale Canepa (che ha altre gare in concomitanza) il pilota Ducati si è ritrovato come principale antagonista quello Aprilia.

Al termine di gara 2, vinta ancora da Pirro dopo un bel testa a testa durato l'intera gara è stato proprio il sardo a rendere omaggio a Delbianco: "È un talento - ha detto - ed è uno degli avversari che mi hanno messo più in difficoltà qui al Civ".

Per Delbianco, nel giorno del suo 25esimo compleanno, una bella soddisfazione ma anche un attestato di stima che gli fa capire di essere sulla strada giusta per crescere ancora: "Mi ha fatto subito i complimenti anche Massimo Rivola" ha detto a fine gara. Pirro e Rivola quindi hanno certificato il valore di Delbianco.

Di seguito i resoconti di tutte le gare 2 di questa domenica.

Superbike

In Gara 2 dietro a Pirro e Delbianco sono arrivati Krummenacher, Corsi (per il pilota Moto2 un sesto e un quarto posto), Mantovani, Vitali, Zanetti, Cavalieri, Vietti e Manfredi. 

Per Pirro comunque il weekend di Misano si chiude con 50 punti e la settima vittoria su 8 gare, cioè: campionato già in cassaforte. Ha 179 punti sui 200 che erano a disposizione. In palio ce ne sono ancora 100.

Alle sue spalle c'è appunto Delbianco con 123 punti, poi Canepa 104, Vitali 94, Mantovani 88.

Supersport

Dopo una gara 2 combattutissima a vincere è stato Roberto Mercandelli. Il pilota Yamaha ha regolato gli altri tre che con lui hanno condotto la gara dall'inizio alla fine.

Mercandelli si è messo alle spalle nell'ordine Nicholas SpinelliMatteo Ferrari Massimo Roccoli. Quinto Patacca staccato di 10 secondi, ulteriormente staccati Stirpe, Valtulini Pusceddu, Bussolotti e Canducci, decimo.  

Il primo start di gara 2 è stato vanificato da un incidente al quinto giro, con relativa bandiera rossa. Coinvolti nell'incidente. Il secondo start è avvenuto poco dopo e la gara è stata ridotta da 16 a 12 giri.

In classifica generale Roccoli continua ad essere il leader con 128 punti ma gli avversari si sono avvicinati: Mercandelli 120, Spinelli 117, Valtulini 101, Ferrari 98.

Per quanto riguarda la 600c questi i primi cinque al traguardo: Pusceddu, Bussolotti, Pontone, Fusco e Ferrara. Classifica: Bussolotti 180, Zannoni 139, Pusceddu 125, Pontone 106, Natali 83

Moto3

Il classe 2008 Guido Pini ha vinto in volata la gara di Moto3. Ha preceduto Nicola Carraro e Alberto Ferrandez. Quarto, e sempre nel gruppetto di testa con gli altri tre, è arrivato Harrison Voight. Per Pini è la seconda vittoria in quattro gare al Civ.

La gara è stata ritardata perché dopo due giri dal primo start delle 15,40 c'è stato un incidente con relativa bandiera rossa in cui sono rimasti coinvolti Villani, Morri e Fruscione. Procedura da rifare e nuova partenza alle 16.

Per parte della gara con i primi è rimasto anche Cesare Tiezzi, quinto alla fine. Dal sesto al decimo: Miceli, Perez Selva, Da Lio, Lolli e Margarito.

In classifica generale allunga Carraro, primo con 151 punti ma dalla prossima settimana impegnato nel mondiale di Moto3 nel team QJ Motor Avintia al fianco di Elia Bartolini e al posto dell'infortunato Matteo Bertelle,

Secondo Tiezzi con 123 punti, poi Ferrandez 113, Miceli 112, Pini e Lolli 76.

Pre Moto3

Dopo il secondo posto in gara 1 Brian Uriarte ha vinto la gara 2 di Pre Moto3. Un successo che lo fa avanzare anche in classifica generale visto lo zero di Pugliese e Zanni.

Dietro Uriarte, e in battaglia con lui per tutta la gara, è arrivato Edoardo Liguori. I due hanno fatto il vuoto alle loro spalle e un altro gruppetto è arrivato a circa 14 secondi. Sul terzo gradino del podio è salito Gabriel Tesini.

Dal quarto al decimo: Coppa, Martinez Sosa, Venturini, Mononyane, Casagrande, Romito e Gabarrini.

La classifica generale: Zanni 137, Pugliese, 121, Liguri 87, Uriarte 85, Tesini 74, Boggio e Martinez 65

Supersport 300

In Supersport 300 la vittoria è andata a Emanuele Vocino, secondo Nikolas Marfurt e terzo il vincitore di Gara 1 Dorreno Loureiro.

La gara è stata super combattuta e con un gruppo compatto di piloti, una decina, che si è sorpassato e controsorpassato per tutta la gara, alternandosi in testa.

Il traguardo per primo l'ha tagliato Robert Jason Sarchi ma poi è stato penalizzato di tre secondi per track limit. Così da primo si è ritrovato quattordicesimo.

Dalla quarta alla decima posizione: Nunez Roldan, Ercolani, Carnevali, Coppola, Marino, Bonetti e Martella.

Il leader della classifica Carnevali ha fatto una gara in rimonta, a metà gara era 25esimo, ma è riuscito a risalire fino alla zona podio, poi nel gruppone di testa si è piazzato sesto.

Classifica campionato: Carnevali 140, Vannucci 125, Vocino 118, Nunez Roldan 79, Coppola 72.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...