gp di spagna

Superbike. Melandri si aggiudica il primo turno di qualifiche ad Aragon

- Melandri si migliora di quasi un secondo e precede Biaggi. Sykes e Laverty confermano le prestazioni della mattinata. Checa ancora decimo. Caldo afoso e 60° di asfalto | C. Baldi, Aragon
Superbike. Melandri si aggiudica il primo turno di qualifiche ad Aragon

 

Melandri risponde subito a Biaggi e si aggiudica la prima sessione di qualifiche al Motorland di Aragon. Un turno di prove che ha di fatto confermato le prove libere di questa mattina anche se nel pomeriggio le temperature erano decisamente più alte ed hanno reso difficile il lavoro di piloti e meccanici. Il pilota di Ravenna si è detto contento non solo per la prima posizione ma anche perché sembra che il temuto chattering, che lo ha più volte penalizzato, qui in Spagna non abbia fatto la sua comparsa. Le due giornate di test della scorsa settimana si stanno dimostrando utili. Da rilevare una scivolata di Biaggi bel finale, senza alcuna conseguenza per pilota e moto. Nella sfida Biaggi Melandri si sono inseriti Sykes e Laverty rispettivamente terzo e quarto, con Haslam che passa dall’ottavo posto di questa mattina al quinto delle qualifiche. Escluso Sykes nelle prime otto posizioni troviamo solo BMW e Aprilia anche grazie alle ottime performance di Badovini e Fabrizio, sesto e settimo (Ayrton è scivolato alla mezz'ora senza conseguenze) ed alla conferma di Davies ottavo.Anche Camier mette a frutto il lavoro dei test ed è nono, precedendo i due piloti Althea Checa e Giugliano.

Al di là del fatto che i piloti Ducati non hanno provato su questa pista, entrambi continuano ad avere problemi di aderenza che potrebbero rivelarsi determinanti se si dovessero ripetere anche nelle qualifiche di domani. Carlos e David confidano nei proprio tecnici e soprattutto nelle temperature che domani mattina dovrebbero essere più miti e favorire un miglior grip. Hopkins è dodicesimo davanti ad un buon Canepa che subito dopo aver fatto segnare il suo miglior crono ha avuto un problema tecnico. Nulla di grave ed il genovese per domani punta ad entrare in Superpole. Anche Rea è in difficoltà e chiude quattordicesimo precedendo Guintoli, i cui due compagni Berger e Smrz sono rispettivamente diciassettesimo e ventesimo. Tempi duri per il team Effembert. Baz entra nei primi sedici e spera di ripetersi domani per accedere alla Superpole, mentre , sempre più un corpo estraneo in questa Superbike, è

Biaggi e Melandri sopra tutti gli altri in questa prima giornata, con Sykes e Laverty a fare da terzi incomodi e Rea e le Ducati alle prese con qualche problema di assetto

diciottesimo. Non ingrana nemmeno Zanetti che dal ventiduesimo posto di questa mattina sale al diciannovesimo. I due piloti del team Pedercini Salom e Mercado sono ventunesimo e ventiduesimo, con lo spagnolo che è caduto ad inizio turno ed ha potuto rientrare in pista solo negli ultimi minuti. Così come stamattina Brignola chiude la classifica.

Biaggi e Melandri sopra tutti gli altri in questa prima giornata, con Sykes e Laverty a fare da terzi incomodi e Rea e le Ducati alle prese con qualche problema di assetto.
Vedremo se domani mattina i piloti di Borgo Panigale e Jonathan potranno rimettersi in corsa per le prime posizioni o se invece saranno ancora Max e Marco a contendersi la vittoria, così com’è già successo lo scorso anno.


Classifica


1. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'58.608
2. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'58.973
3. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'59.123
4. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'59.263
5. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'59.396
6. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'59.751
7. Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'59.770
8. Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) Aprilia RSV4 Factory 2'00.146
9. Leon Camier (FIXI Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'00.147
10. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 2'00.401
11. Davide Giugliano (Althea Racing) Ducati 1098R 2'00.514
12. John Hopkins (FIXI Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'00.570
13. Niccolò Canepa (Red Devils Roma) Ducati 1098R 2'00.615
14. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 2'00.617
15. Sylvain Guintoli (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 2'00.640
16. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2'00.690
17. Maxime Berger (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 2'01.151
18. Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 2'01.827
19. Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team) Ducati 1098R 2'01.965
20. Jakub Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 2'02.032
21. David Salom (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2'02.616
22. Leandro Mercado (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2'02.630
23. Norino Brignola (Grillini Progea Superbike Team) BMW S1000 RR 2'07.213
 

  • horus53, Ladispoli (RM)

    melandri in Ducati?

    e se avessero offerto a Melandri una Ducati per la SBK cosa avrebbe risposto? altro che italo Amleto!!!
Inserisci il tuo commento