gp di sepang

SBK. Doppia vittoria di Melandri a Sepang

- Melandri vince anche gara due a Sepang dopo una bella lotta con Guintoli. Terzo Sykes davanti a Elias e Baz. Camier primo dei piloti EVO | C. Baldi, Sepang
SBK. Doppia vittoria di Melandri a Sepang

Seconda vittoria per Melandri a Sepang, ancora davanti al compagno di colori Guintoli che però questa volta gli ha dato del filo da torcere sino all’ultima curva. L’italiano dell’Aprilia ha in parte ripetuto gara uno, recuperando il terreno perduto nei primi giri nei confronti del francese, per poi raggiungerlo e superarlo, andando a vincere una gara che era stata sospesa al quarto giro con la bandiera rossa, a causa della rottura del motore della MV di Corti che sporcava la pista. La gara è ripartita alle 17 ora locale, accorciata a dieci giri.


La gara era più corta ed al contrario di gara uno questa volta anche le due Kawasaki erano della partita, ma è stato comunque un monologo delle moto di Noale, contro le quali Sykes nulla ha potuto. L’inglese della Kawasaki, dolorante ad un polso per la caduta nella prima manche, ha cercato di resistere a Guintoli e Melandri, ma i due oggi disponevano di un passo superiore e quindi Tom ha dovuto accontentarsi del terzo posto che gli consente di mantenere comunque la testa della classifica con 16 punti di vantaggio su Guintoli. Quarta posizione per Elias che ha animato le prime fasi della gara, ma ha poi perso terreno e non è riuscito a salire sul podio. Dopo aver condizionato pesantemente il risultato della prima manche, Loris Baz non è andato oltre il quinto posto, precedendo Rea e Laverty. Il pilota nordirlandese ancora sofferente al piede per la caduta di Phillip Island nei test Suzuki MotoGP, è rientrato nei ranghi e non ha potuto ripetere il podio della gara precedente.


Le due Ducati di Davies e del febbricitante Giugliano chiudono con un ottavo ed un decimo posto dovuto ad un calo di gomme. La Pangale infatti consuma prematuramente le Pirelli ed i suoi piloti perdono terreno nel finale di gara. Non brilla Lowes, nono, che precede Camier, primo dei piloti EVO. L’inglese dle team BMW Motorrad Italia è dodicesimo, proprio davamti al leader della classifica della sua categoria, David Salom. Solo quindicesimo Canepa che se va dalla Malesia con un solo punticino. Si avvicina alla zona punti Staring, mentre avrebbe conquistato tre punti Badovini che ha chuso tredicesimo, ma come sappiamo è stato poi escluso dalla classifica per la mancata omologazione della sua BB3. Sedicesimo Iddon.
 

Poteva essere il round del rilancio per Melandri e lo è stato in pieno. Marco torna in Italia con una doppietta e i 54 punti che deve recuperare a Sykes ora non appaiono impossibili. Il round di Sepang riapre un campionato che ora vede ben cinque piloti in lotta per il titolo.


Leggi la classifica di Gara 1

Leggi la classifica di Gara 2

  • ROBY684219, Serravalle Di Repubblica Di San Marino (RSM)

    Dichiarazioni dei piloti

    Fare le pulci alle dichiarazioni dei piloti (sui colleghi, sulle moto proprie e altrui) mi sembra un discorso abbastanza inutile! Tutti loro (dal piu' bravo al meno veloce) difendono il loro operato e le loro opportunita'! Se si prende ad esempio per ognuno di loro un intervista, una dichirazione, una frase di 3 giorni fa di tre mesi fa o di tre anni fa magara ce ne una fuori luogo, magari una frase infelice e quant'altro! Tutti a turno frignano (ognuno a suo modo) ma lo fanno tutti. Ribadisco che e' meglio parlare della pista! Se si vuole criticare (in questo caso Melandri) basta guardare i risultati (che quest'anno sono sicuramente sotto anche al suo livello) che bisogno c'e di prendere una dichiarazione di tre anni fa.....tanto le frasi a turno le azzeccano e le sbagliano tutti!
  • Stiducatti, Corsico (MI)

    piega996, ma sei tu?

    quello che scriveva che Stoner una volta sulla Honda ci avrebbe fatto ridere ribaltandosi una curva sì e l'altra pure.
    quello che diceva che un altro mondiale Stoner l'avrebbe visto solo col binocolo (citazione esatta delle tue parole).
    quello che diceva che con valentino la Ducati in tre GP avrebbe girato comodamente con le Yamaha (che però poi non stavano più davanti a... Stoner!).

    Sì, sì, sei tu...
Inserisci il tuo commento