gp DEGLI STATI UNITI

Melandri è il più veloce del venerdì a Laguna Seca

- Melandri è il più veloce del venerdì a Laguna Seca, davanti a Canepa e a Sykes | C. Baldi
Melandri è il più veloce del venerdì a Laguna Seca

Secondo turno di qualifiche

Sul filo di lana Melandri strappa la provvisoria pole a Canepa. I due sono gli unici a scendere sotto l’ 1.24. Terzo Sykes, quarto Guintoli e ottavo Laverty, preceduto da Giugliano.

Due italiani chiudono ai primi due posti le qualifiche di Laguna Seca, Melandri e Canepa. Se la provvisoria pole position del pilota della BMW non fa certo scalpore, stupisce invece il secondo posto di Niccolò, alla sua seconda presenza quest’anno in Superbike, chiamato in America a sostituire Carlos Checa, caduto ed infortunatosi a Istanbul. Il giovane pilota del team Alstare Ducati a cinque minuti dalla fine del turno, ha stampato un crono di 1’23”938, primo pilota ad aver abbattuto il muro del 1’24. Nelle prove effettuate lunedì e martedì al Mugello, il test team Ducati ha trovato alcune nuove soluzioni che riguardano la distribuzione dei pesi e sembra che queste, assieme alla grinta ed all’abilità di Canepa, abbiano fatto compiere un bel passo avanti alla Panigale. Con il passare dei minuti erano in molti ad avvicinarsi a Niccolò, ma si fermavano tutti sopra l’1’24. A tempo ormai scaduto però, Melandri completava un giro fantastico e fermava i cronometri sul tempo di 1’23”775 balzando in testa alla classifica.

Il pilota di Ravenna si conferma quindi uno dei favoriti su questa pista, visto che nei tre turni odierni ha collezionato un secondo, un quarto ed un primo posto. “In gara voglio partire davanti – ha dichiarato – perché su questa pista è difficile sorpassare”. Detto fatto, Marco per ora ha conquistato la pole in attesa del responso della Superpole di domani, che precederà di due ore circa la prima gara del weekend. Sykes limita i danni ed è terzo a quasi quattro decimi da leader della BMW.

Accusano invece oltre mezzo secondo Guintoli e Davies. Il francese è sempre stato nelle posizioni alte della classifica, senza però mai assestare una zampata degna di nota. Davies, che non era andato bene nelle prime qualifiche, torna invece nelle posizioni di vertice, dopo il primo posto di questa mattina nelle libere. Si conferma nelle prime posizioni anche la wild card locale Danny Eslick, che nel finale sale al sesto posto davanti a Giugliano che continua a migliorarsi ogni volta che scende in pista e che punta ad una delle prime due file, così come Laverty, ottavo a 21 millesimi dal pilota del team Althea. Il compagno di squadra di Eslick, Roger Lee Hayden, ha avuto un problema tecnico che lo ha costretto a rinunciare all’intero turno e non si è quindi potuto migliorare. Il fratello di Nicky ha comunque concluso al quattordicesimo posto e domani disputerà la Superpole.

Non si è migliorato nemmeno Toni Elias, dodicesimo, fermato da un guasto alla sua RSV4 mezz’ora dopo l’inizio della sessione. Si riscatta Leon Haslam che chiude nono davanti a Badovini, ancora in non perfette condizioni fisiche e vittima di una scivolata a metà sessione. Undicesimo posto per Cluzel davanti al già citato Elias e tredicesima piazza per Mark Aitchison che su di una pista che non conosceva porta la Kawasaki di Pedercini in Superpole e accusa solo poco più di un secondo dal leader Melandri. Restano escluse le altre due Ninja di Salom e Sandi, con lo spagnolo che è caduto ad un quarto d’ora dal termine, riuscendo però a tornare in pista a cinque minuti dal termine. Michel Fabrizio agguanta il quindicesimo ed ultimo posto disponibile per entrare in Superpole, dalla quale restano invece esclusi oltre a Salom e Sandi anche le due wild card Allerton e Young, quest’ultimo è caduto nel finale senza riportare conseguenze, ed il nostro Iannuzzo.

Niccolò Canepa
Niccolò Canepa

E’ stata una giornata intensa con tre turni di prove che hanno messo a dura prova piloti e tecnici che in poco tempo sono stati chiamati ad adattare moto e stili di guida allo spettacolare tracciato della California. I quattro piloti che si contendono il titolo mondiale 2013 sono tutti nelle prime posizioni fatta eccezione per Laverty, che però ha dimostrato nelle prime qualifiche di avere un buon ritmo e di aver imparato in fretta questo tracciato. Ai soliti outsider, vale a dire Davies, Giugliano ed Elias, qui si sono aggiunti le due wild card Hayden e Eslick e soprattutto un rampante Canepa che si trova bene su questa pista e che ancora una volta ha dimostrato di saper portare al massimo la Panigale. La moto di Borgo Panigale però non è nuova ad exploit in prova o in Superpole che poi non si concretizzano in gara. Sarà così anche questa volta? Lo saprete domani se non vi perderete lo spettacolo della Superbike. Dovrete fare le ore piccole (gara uno prenderà il via alle 23 ora italiana), ma ne varrà la pena.


Classifica

1 M. MELANDRI ITA BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1'23.775
2 N. CANEPA ITA Team Ducati Alstare Ducati 1199 Panigale R 1'23.938
3 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'24.153
4 S. GUINTOLI FRA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1'24.303
5 C. DAVIES GBR BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1'24.334
6 D. ESLICK USA Michael Jordan Motorsports Suzuki GSX-R1000 1'24.345
7 D. GIUGLIANO ITA Althea Racing Aprilia RSV4 Factory 1'24.373
8 E. LAVERTY IRL Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1'24.394
9 L. HASLAM GBR Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1'24.592
10 A. BADOVINI ITA Team Ducati Alstare Ducati 1199 Panigale R 1'24.616
11 J. CLUZEL FRA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1'24.617
12 T. ELIAS ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 1'24.699
13 M. AITCHISON AUS Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'24.839
14 R. HAYDEN USA Michael Jordan Motorsports Suzuki GSX-R1000 1'24.845
15 M. FABRIZIO ITA Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1'25.010
16 D. SALOM ESP Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'25.449
17 B. YOUNG USA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1'25.661
18 F. SANDI ITA Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'25.668
19 V. IANNUZZO ITA Grillini Dentalmatic SBK BMW S1000 RR 1'25.975
20 G. ALLERTON AUS Next Gen Motorsports BMW S1000 RR 1'26.735

Eugene Laverty
Eugene Laverty


Primo turno di qualifiche


Laverty è primo e precede un eccezionale Canepa che chiude a 13 millesimi
dall’inglese. Terzo Sykes davanti a Melandri. Solo settimo Guintoli dietro ai privati Elias
e Giugliano. Quattordici piloti in meno di un secondo.


Alla fine della prima sessione di qualifiche in testa alla classifica dei tempi troviamo tre piloti di tre marche diverse, Laverty, Canepa e Sykes. Rispetto alle libere, dove le BMW avevano occupato i primi due posti della classifica, questo turno ha portato in alto Aprilia e Kawasaki, tra le quali si è inserito uno stupefacente Canepa con la sua Panigale. L’italiano del team Ducati Alstare ha chiuso a soli tredici millesimi dalla vetta, precedendo Sykes. L’inglese sembrava facesse fatica ad imparare questo tracciato così particolare, ma in queste prime qualifiche ha dimostrato invece di essere molto veloce e di poter stare al passo di Aprilia e BMW, quarta con Melandri. Il pilota di Ravenna precede ben tre Aprilia con i due privati Elias e Giugliano che chiudono nell’ordine, davanti a Guintoli, dal quale ci aspettiamo sempre che dimostri di volerlo davvero vincere questo mondiale.

Continuano a stupire le due wild card Eslick e Hayden, del team Suzuki di Michael Jordan, che perdono posizioni rispetto a questa mattina, ma sono pur sempre ottavo e nono. Davies non si migliora abbastanza e non va oltre un deludente decimo posto. Badovini, ancora dolorante alla gamba infortunata a Istanbul, è undicesimo davanti a Cluzel ed alla coppia Honda composta da Fabrizio e Haslam, che fanno rimpiangere il neo papà Johnny Rea, la cui moglie ha dato alla luce pochi giorni fa il piccolo Jake Elijah. Sono ancora in fila indiana le tre Kawasaki e quella ufficiale di Salom precede le private di Pedercini, condotte da Aitchison e Sandi. Quest’ultimo è stato autore di una scivolata senza conseguente alla terza curva, nel finale della sessione. Young, pilota Suzuki che sostituisce Camier è diciottesimo, davanti a Iannuzzo e all’altra wild card Allerton, entrambi su BMW.

Se i piloti sono tutti molto vicini lo si deve soprattutto alla speciale conformazione di questa pista dove la potenza del motore non è importante quanto il raccordare le curve e mantenere un buon ritmo.
Lo speciale programma di Laguna Seca prevede il secondo ed ultimo turno di qualifiche tra poche ore (alle 2,15 ora italiana) ed al termine dello stesso, sapremo quali piloti daranno vita alla tredicesima Superpole della stagione, che si disputerà domani mattina prima di gara 1.


Classifica

1 E. LAVERTY IRL Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1'24.482
2 N. CANEPA ITA Team Ducati Alstare Ducati 1199 Panigale R 1'24.495
3 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'24.568
4 M. MELANDRI ITA BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1'24.617
5 T. ELIAS ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 1'24.699
6 D. GIUGLIANO ITA Althea Racing Aprilia RSV4 Factory 1'24.704
7 S. GUINTOLI FRA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1'24.719
8 D. ESLICK USA Michael Jordan Motorsports Suzuki GSX-R1000 1'24.821
9 R. HAYDEN USA Michael Jordan Motorsports Suzuki GSX-R1000 1'24.845
10 C. DAVIES GBR BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1'24.894
11 A. BADOVINI ITA Team Ducati Alstare Ducati 1199 Panigale R 1'25.080
12 J. CLUZEL FRA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1'25.185
13 M. FABRIZIO ITA Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1'25.223
14 L. HASLAM GBR Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1'25.362
15 D. SALOM ESP Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'25.671
16 M. AITCHISON AUS Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'26.052
17 F. SANDI ITA Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'26.237
18 B. YOUNG USA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1'26.355
19 V. IANNUZZO ITA Grillini Dentalmatic SBK BMW S1000 RR 1'26.972
20 G. ALLERTON AUS Next Gen Motorsports BMW S1000 RR 1'27.127


Davies
Davies

Prove libere


BMW uber alles in California. Davies è primo davanti a Melandri. Dietro di loro si piazzano le wild card Hayden e Eslick su Suzuki, che precedono le Aprilia di Laverty, Elias e Guintoli. Ottavo Sykes.

Prima sessione di prove libere per il mondiale Superbike a Laguna Seca. Dopo quasi dieci anni la classe regina delle derivate dalla serie torna sul circuito della California per disputare il terzultimo round di questa stagione 2013. Giornata soleggiata e pista asciutta per questa prima sessione che ha visto in pista venti piloti. A primeggiare sono stati i due piloti della BMW Davies e Melandri. Erano in molti a temere che sui saliscendi della pista americana le S1000RR avrebbero fatto fatica a trovare il giusto assetto e ad avere la meglio sull’ormai proverbiale chattering, che da sempre crea problemi ai piloti della casa tedesca. Così non è stato e Chaz Davies, che conosce bene Laguna Seca dove ha corso nelle gare dell’AMA SBK e anche in una gara della MotoGP, ha preceduto il compagno di squadra Marco Melandri. L’inglese è partito forte, mentre Marco è stato più cauto all’inizio, ma in seguito a risalito la classifica a grandi passi per farcirsi però a quindici decimi da Davies.

Stupiscono il terzo ed il quarto posto delle due wild card del team Michael Jordan Motorsport che portano le loro Suzuki al terzo e quarto posto dopo essere stati entrambi in testa alla classifica di questo primo turno. Evidentemente il fatto di conoscere a memoria questo particolare tracciato è stato un fattore molto importante, ma l’impressione è che quando anche gli altri piloti avranno preso le misure alla pista californiana i due americani siano destinati a posizioni più arretrate. Staremo a vedere.

Dietro ai piloti di Michael Jordan ben tre Aprilia, con Elias che si inserisce tra Laverty e Guintoli. Partenza un poco in sordina per i due ufficiali, mentre Toni conferma di trovarsi a suo agio sulla RSV4. L’elenco delle Aprilia si interrompe con Tom Sykes, ottavo, e riprende con Davide Giugliano che è rimasto per quasi tutto il turno in nona posizione. Cambiano i piloti, ma le Ducati vanno sempre a braccetto. Qui Canepa decimo ha preceduto Badovini. Cluzel sta ancora imparando il tracciato ma riesce già a precedere le due Honda di Haslam e Fabrizio. L’inglese ha già corso a Laguna in Superbike nell’ultima gara del 2004 mentre Fabrizio non aveva mai affrontato prima il cavatappi. Dal quindicesimo al diciassettesimo posto troviamo tre Kawasaki.

Sono quelle di Salom che qui prende il posto dell’infortunato Baz, e le due moto di Pedercini con Sandi davanti a Aitchison. Infine due americani davanti a Iannuzzo : la wild card Allerton e il sostituto di Camier Blake Young. Una prima sessione affrontata con molta prudenza da tutti i piloti (nessuna caduta e solo tre innocue uscite di pista per Hayden, Guintoli e Aitchison) la maggior parte dei quali deve ancora imparare i segreti di questa pista, davvero molto particolare e spettacolare. Ma devono imparare in fretta perché il tempo è poco. Tra un ora e mezza (alle 23,30 ora italiana) prenderà il via il primo turno di qualifiche e i tempi dovrebbero scendere di molto.


Classifica

1 C. DAVIES GBR BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1'25.218
2 M. MELANDRI ITA BMW Motorrad GoldBet SBK BMW S1000 RR 1'25.377
3 R. HAYDEN USA Michael Jordan Motorsports Suzuki GSX-R1000 1'25.492
4 D. ESLICK USA Michael Jordan Motorsports Suzuki GSX-R1000 1'25.655
5 E. LAVERTY IRL Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1'25.709
6 T. ELIAS ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 1'25.724
7 S. GUINTOLI FRA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory 1'25.782
8 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'25.823
9 D. GIUGLIANO ITA Althea Racing Aprilia RSV4 Factory 1'25.907
10 N. CANEPA ITA Team Ducati Alstare Ducati 1199 Panigale R 1'25.928
11 A. BADOVINI ITA Team Ducati Alstare Ducati 1199 Panigale R 1'26.030
12 J. CLUZEL FRA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1'26.281
13 L. HASLAM GBR Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1'26.298
14 M. FABRIZIO ITA Pata Honda World Superbike Honda CBR1000RR 1'26.657
15 D. SALOM ESP Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'26.971
16 F. SANDI ITA Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'27.104
17 M. AITCHISON AUS Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'27.209
18 G. ALLERTON AUS Next Gen Motorsports BMW S1000 RR 1'27.780
19 B. YOUNG USA Fixi Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1'27.824
20 V. IANNUZZO ITA Grillini Dentalmatic SBK BMW S1000 RR 1'30.249

  • Marcello.Guerrini, Monza (MB)

    Vai Macho #33 !!!!

    Facci questa doppietta !!!
  • loris199, Monfalcone (GO)

    Eslick

    grandissimo!!!!
Inserisci il tuo commento