gp di assen

SBK. Guintoli si aggiudica le qualifiche ad Assen

- La pioggia consente solo pochi giri sull’asciutto ai piloti della Superbike e rischia di escludere Biaggi dalla Superpole di domani. Primo posto per Guintoli, seguito da Sykes, Camier e Checa | C. Baldi, Assen
SBK. Guintoli si aggiudica le qualifiche ad Assen

Primo turno di qualifiche



Il primo turno di qualifiche era iniziato da pochi minuti quando la pioggia ha iniziato a bagnare il tracciato olandese. I piloti della Superbike avevano visto i nuvoloni neri che oscuravano il sole ed erano scesi in pista per spingere subito al massimo e fare il tempo prima che iniziasse a piovere. Ma la pioggia ha anticipato tutti, bloccando di fatto la classifica dopo soli tre giri.

Primo posto a Guintoli che precede di soli 30 millesimi Sykes e di otto decimi Camier
. Checa è quarto, davanti a Rea ed ai due alfieri del team BMW Italia Fabrizio e Badovini. Melandri (ascolta la sua intervista) è nono mentre, parlando di piloti italiani, la pioggia ha danneggiato soprattutto Biaggi, Canepa, Giugliano e Zanetti, che se domani mattina troveranno la pista bagnata per il secondo turno di qualifiche, saranno molto probabilmente esclusi dalla Superpole del pomeriggio. Sarebbe un brutto colpo soprattutto per Biaggi che sarebbe costretto a partire dalla quinta fila per due gare tutte in salita. Le previsioni per domani parlano chiaro: pioggia per tutto il giorno.

I quattro italiani sperano ovviamente che il meteo cambi radicalmente, ma lo sapremo solo domani mattina quando alle 9,45 inizieranno le qualifiche alla Superpole. Sul bagnato sono caduti senza conseguenze Haslam e Aitchison.



Classifica


Assen - SUPERBIKE - Qualifying 1

1. Sylvain Guintoli (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'37.600
2. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'37.630
3. Leon Camier (Crescent Fixi Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'38.468
4. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 1'38.665
5. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 1'38.873
6. Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'39.062
7. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'39.125
8. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'39.127
9. Maxime Berger (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'39.286
10. Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'39.362
11. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'39.485
12. Jakub Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 1'39.605
13. John Hopkins (Crescent Fixi Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'39.625
14. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'39.770
15. Brett McCormick (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 1'39.915
16. David Salom (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'40.124
17. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'40.231
18. Niccolò Canepa (Red Devils Roma) Ducati 1098R 1'40.859
19. Davide Giugliano (Althea Racing) Ducati 1098R 1'41.161
20. Leandro Mercado (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'41.693
21. Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 1'41.768
22. Mark Aitchison (Grillini Progea Superbike Team) BMW S1000 RR 1'43.144
23. Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team) Ducati 1098R 1'50.808


Prove libere del mattino

Nonostante le pessime previsioni meteo, il primo turno di prove libere della Superbike di Assen si è svolto sotto un pallido sole e su pista asciutta. Al termine dei 45 minuti di prove, Melandri è stato il più veloce davanti a Checa e Sykes.

Dopo la giornata di test di Imola Melandri aveva dichiarato che i problemi di chattering che lo avevano rallentato nei due primi round del mondiale erano stati risolti e questa prima sessione olandese lo ha confermato. Checa non perde tempo e si piazza subito alle spalle del pilota BMW, precedendo Sykes.

L’inglese della Kawasaki è apparso subito velocissimo e già a suo agio sul tecnico tracciato Van Drenthe. Fabrizio riporta il sorriso in casa BMW Italia con un quarto posto figlio dei test che la squadra di Serafino Foti ha svolto al Mugello prima di partire per Assen. I miglioramenti sulla S1000RR del team italiano sono confermati anche dall’ottimo settimo posto di Badovini.

Rea e Haslam sono rispettivamente quinto e sesto mentre Laverty si piazza ottavo, subito dietro Badovini. La seconda Ducati in classifica è quella di Niccolò Canepa che ha mostrato di gradire molto la pista olandese e che precede altre due Ducati, quella di Berger e quella di Davide Giugliano. Il giovane pilota del team Althea è stato più veloce delle due Suzuki di Camier e Hopkins che hanno chiuso nell’ordine. Zanetti è solo sedicesimo e precede Max Biaggi.

Il Corsaro, come spesso gli capita, ha iniziato il weekend in sordina
, lavorando alla messa a punto della sua RSV4 senza curarsi del tempo sul giro. Aoyama non sembra aver tratto vantaggio dai test della settimana scorsa su questa stessa pista ed è solo diciottesimo davanti a Salom e Aitchison. Davies, ancora dolorante per la caduta di Imola, precede Mercado e McCormick.

Alle 15,30 prenderà il via la prima sessione di qualifiche. Se anche nel pomeriggio la pioggia dovesse risparmiare il circuito di Assen, queste prime qualifiche potrebbero essere decisive per l’accesso alla Superpole di domani pomeriggio in quanto per la giornata di sabato le previsioni parlano di pioggia fitta per tutto il giorno.


Classifica


Assen - SUPERBIKE - Free Practice

1. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'37.582
2. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 1'37.711
3. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'37.781
4. Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'37.891
5. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 1'38.168
6. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'38.188
7. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'38.192
8. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'38.298
9. Niccolò Canepa (Red Devils Roma) Ducati 1098R 1'38.302
10. Maxime Berger (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'38.482
11. Davide Giugliano (Althea Racing) Ducati 1098R 1'38.503
12. Leon Camier (Crescent Fixi Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'38.543
13. John Hopkins (Crescent Fixi Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'38.633
14. Jakub Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 1'38.647
15. Sylvain Guintoli (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'38.686
16. Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team) Ducati 1098R 1'38.781
17. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'38.928
18. Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 1'39.299
19. David Salom (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'39.388
20. Mark Aitchison (Grillini Progea Superbike Team) BMW S1000 RR 1'39.966
21. Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'40.053
22. Leandro Mercado (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'40.291
23. Brett McCormick (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 1'40.643

  • max701684, Palermo (PA)

    GRANDE TOM!!!!!!

    scanzonato come al solito questo è il tuo rettilineo per la consacrazione finale dai gasssssssss a manetta come solo tu sai fare e cuore come sempre!!!!!!!!!!!!!!
  • fabrix06, Frosinone (FR)

    biaggi ci risiamo...

    penso che purtroppo anche quest'anno biaggi fara di tutto x perdere il mondiale......la dassero a qualcuno piu volenteroso quella moto meravigliosa-
Inserisci il tuo commento