eventi

Max Biaggi e Aprilia festeggiati a Noale

- A Noale è stato celebrato il trionfo di Aprilia nel Campionato Mondiale Superbike 2012, grazie alla conquista del titolo mondiale costruttori e del titolo mondiale piloti. Star della serata il neocampione del mondo Superbike Max Biaggi
Max Biaggi e Aprilia festeggiati a Noale


Sono accorsi in 3.000 a Noale per festeggiare il trionfo di Aprilia nel campionato mondiale SBK 2012 culminato nella conquista del titolo mondiale costruttori e del titolo mondiale piloti. La folla di appassionati ha riempito ogni angolo dell'affascinante Piazza Castello, appositamente preparata con i truck di Aprilia Racing per ospitare il grande evento. La festa è stata condotta da Guido Bagatta, dalla bellissima Elenoire Casalegno e dall'istrionico duo comico dei Fichi d'India.


Davanti al palco
hanno fatto mostra di sé tutte le moto da corsa Aprilia, dalla prima RS 250 del 1985, anno di esordio assoluto nel campionato mondiale di velocità e portata alla vittoria da Loris Reggiani già nel 1987, alla magnifica RSV4 SBK dell'attuale trionfo, passando per le velocissime 125 e 250 dominatrici nel motomondiale. Una ineguagliabile tradizione di motociclette vincenti che hanno portato Aprilia sul tetto del mondo, vincendo 294 gran premi e 38 titoli nel solo campionato mondiale di velocità classi 125 e 250. Max Biaggi è stato il pilota più vincente di casa Aprilia, confermando la Casa di Noale come la migliore e importante fucina di campioni, tra cui si ricordano piloti del calibro di Loris Capirossi, Valentino Rossi, Marco Melandri, Marco Simoncelli, Manuel Poggiali, Casey Stoner e Jorge Lorenzo.


La vera star della serata
è stato proprio il neocampione del mondo Superbike Max Biaggi. Il fuoriclasse romano sei volte iridato (ben cinque volte con Aprilia), ha conquistato per la seconda volta in tre anni l'alloro nel campionato mondiale delle derivate di serie, conclusosi il 7 ottobre con l'incredibile gara di Magny-Cours. L'ovazione della folla al suo saluto alla città di Noale è stato accompagnato dallo scandire del suo nome da parte dei bambini delle associazioni sportive noalesi presenti sulla scena, 51 come il totale dei titoli mondiali conquistati da Aprilia nella sua pur breve storia agonistica, che consentono al marchio veneto di essere il più titolato tra quelli italiani ed europei attualmente impegnati nelle corse motociclistiche. Accanto al "Corsaro", il forte compagno di squadra Eugene Laverty, il 26enne nordirlandese promessa del campionato, le cui ottime performance in crescendo della stagione 2012 hanno contribuito in maniera importante alla conquista da parte di Aprilia del prestigioso titolo costruttori.


«Abbiamo agguantato il Mondiale per un soffio», ha esclamato Max dal palco. «E tutti questi ragazzi – ha continuato Biaggi indicando la squadra corse – hanno contribuito dando il 110% per tutta la stagione».


La squadra, i piloti e i manager di Aprilia Racing sono stati ospiti nella sala comunale San Giorgio, per la cerimonia di assegnazione dei premi. A fare gli onori di casa, il Sindaco di Noale Michele Celeghin, il quale, dopo aver donato loro uno speciale trofeo, ha lasciato la parola a Leo Francesco Mercanti. L’AD di Aprilia Racing ha dichiarato: «Per battere la migliore concorrenza europea e giapponese serve impegno, conoscenze, tecnologie e piloti di assoluto livello, soprattutto in un campionato che mai come in questi anni è risultato così combattuto e avvincente. Ed è motivo di orgoglio ricordare che questo miracolo si realizza proprio qui, a Noale». Concetto ribadito dal direttore tecnico e sportivo Gigi Dall'Igna:«E' stato uno dei campionati più difficili della mia vita. Ed è proprio questa competizione così esasperata che rende ancora più gustosa la vittoria e produce ulteriori forti stimoli per eccellere nelle competizioni del prossimo futuro».

  • PIPPO9496, Reggio nell'Emilia (RE)

    CHE BELLO

    Speravo nella vittoria di aprilia quest'anno ed è andata cosi, campionato stupendo speriamo che non rovini tutto la dorna................ MIO GRANDE PRESENTIMENTO
  • Kikko1972, Pisa (PI)

    MONDIALE SPETTACOLARE

    per chi dice che il mondiale SBK di quest'anno è stato di basso profilo, forse si è perso qualche gara per strada, se Biaggi ha vinto per mezzo punto forse un motivo ci sarà.... Sykes e Melandri hanno lottato con il coltello tra i denti fino all'ultimo...certo...Sykes è un fenomeno, è il prossimo anno se mettono a posto la verdona saran dolori x tutti......è anche vero che la RSV4 è un progetto 2008....e 5 anni nelle corse sono un eternità per lo sviluppo tecnologico...quindi direi che in Aprilia hanno avuto le palle cubiche per tenere competitiva la RSV4 fino ad oggi....e saranno ancora più cazzuti se riusciranno a giocarsi il mondiale nel 2013....anno in cui la moto sarà pensionata .....e cmq vadà sarà uno spettacolo! Grande Aprilia, Grande Biaggi e grande Italia! buona SBK a tutti!
Inserisci il tuo commento