Aggiornamento

Almeno due mesi per Brett McCormick prima di tornare in pista

- Le condizioni del pilota canadese, caduto durante Gara2 ad Assen, sono in netto miglioramento anche se gravi. Domani sarà trasferito in Canada con un volo speciale
Almeno due mesi per Brett McCormick prima di tornare in pista

Aggiornamento del 26 aprile


Dagli ultimi accertamenti clinici è emerso che oltre alla frattura della 5° e 6° vertebra cervicale, Brett ha riportato anche una frattura lombare, pertanto per qualche settimana dovrà indossare collare e busto per immobilizzare le zone interessate.
Il decorso clinico è positivo; le lesioni non riguardano il midollo, eventualità questa fortunatamente già esclusa dopo le prime analisi, domenica.

Il giovane canadese, ancora attualmente ricoverato presso l’ospedale di Assen prosegue le cure mediche di prassi con grande serenità, e voglia di rimettersi al più presto, nonostante sia molto dolorante anche a causa dagli ematomi riportati dalla caduta.

Il morale del pilota è dunque alto, ha desiderio di tornare in sella alla sua moto; è fiducioso, e soprattutto non ha perso quella sua tipica voglia di sorridere che lo caratterizza, atteggiamento psicologico questo ottimale anche per affrontare al meglio la riabilitazione che dovrà sostenere.

Con ogni probabilità il rientro di Brett in Canada avverrà nella giornata di domani, con un viaggio speciale, che prevederà il trasporto in ambulanza e con un aereo privato, organizzato appositamente in quanto è opportuno che il pilota resti sdraiato per non sollecitare le fratture durante il lungo itinerario di volo.

Ancora precoce è la stima dei tempi della totale guarigione, ipotizzati tuttavia in almeno due /tre mesi.

Mario Bertuccio


«Ho vissuto momenti di terrore dopo l’incidente, l’euforia delle ore precedenti, con la nostra prima vittoria in SBK, è stata completamente accantonata dalla paura per la salute di Brett, non un semplice pilota, ma un figlio, una persona cara e quelle ore sono state terribili – ha dichiarato il team Owner Mario Bertuccio – Con i miei piloti non esiste solo il rapporto sportivo, ma anche un sincero affetto. Siamo tutti una grande famiglia, si gioisce insieme e si soffre insieme! Desidero che si rimetta al più presto, che stia bene, perché la sua assenza è davvero un vuoto malinconico che ci rammarica tutti. Gli sono vicino e aspetto pazientemente la sua guarigione.»


Aggiornamento del 23 aprile


E' proprio il Team Effenbert Liberty Racing a comunicare le condizioni di salute di McCormick. A seguito della rovinosa caduta in gara 2 ad Assen, a Brett è stato riscontrato, presso il centro medico del circuito, un trauma del rachide cervicale, un trauma facciale con ematoma alle orbite oculari oltre ad una frattura del quinto dito della mano destra, per cui è stato inviato per ulteriori accertamenti all’ospedale di Assen.

A seguito degli ulteriori controlli approfonditi è stata riscontrata una frattura alla quinta e sesta vertebra cervicale, apparentemente senza interessamento neurologico, per cui attualmente i medici dell’ospedale di Assen stanno trasferendo il paziente nell’ospedale Universitario di Groningen dove verrà deciso come procedere per stabilizzare la frattura.

 

 

  • Brandon Alan Lee, La Spezia (SP)

    Certo che il 2012

    Sta continuando la serie negativa per lo sport porca miseria!!
    Dispiace vedere giovani talenti che hanno la fortuna di praticare questo sport finire in ospedale con fratture del genere o peggiori come nel caso di Joan.
    Dai su rimettiti presto che il team non vede l'ora di rivederti in sella ora che sanno che non riporterai conseguenze!! ;-)
    Sfortuna ma anche fortuna ;-)
  • piega996, roma (RM)

    Alberto Morotti

    proprio quello volevo dire...che non devi pensarci tu (non sei ne il più furbo ne quello più saggio), come non ci penso io.
    Quando uscirà qualcosa di valido la indosseranno sicuramente.
    Saranno i piloti a provare e vagliare.
    Tu non preoccuparti.
Inserisci il tuo commento