gp di germania

Biaggi si aggiudica la Superpole in Germania

- Il Corsaro dell’Aprilia abbatte il giro veloce e si aggiudica la sua prima Superpole 2012. Prima fila completata da Sykes, Melandri e Laverty. Canepa cade e si frattura la gamba destra | C. Baldi, Nürburgring
Biaggi si aggiudica la Superpole in Germania


Biaggi (ascolta la sua interista) vince la sua prima Superpole del 2012 e sembra aver superato il momento di crisi culminato a Mosca con la perdita del primato in classifica. Con il crono di 1’53”855, nuovo giro veloce del Nurburgring, Max mette il sigillo a due giornate molto positive non solo per quanto riguarda i risultati ottenuti ma soprattutto perché la sua RSV4 sembra essere a punto e il Corsaro è pronto a dar battaglia nelle due gare di domani. Non sarà però un compito facile visto che il suo diretto avversario, partirà dalla prima fila ed i 57 millesimi accusati da Melandri in Superpole nei confronti di Biaggi avranno ben poco peso in gara.

Marco è soddisfatto della su S1000RR e farà di tutto per mantenere la leadership della classifica iridata. Sykes (ascolta la sua intervista) sarà uno dei piloti da battere e dopo aver sfiorato l’ennesima Superpole (persa per 49 millesimi) si è detto ottimista per la gara. Chiude la prima fila Laverty che potrebbe dare ancora una mano al suo compagno di squadra nel caso questi ne avesse bisogno. Seconda fila per Rea, Checa, Camier e Baz.

Da Checa ci si aspettava qualcosa in più, ma la seconda fila non gli preclude nessun risultato e alla distanza la miglior erogazione della sua Ducati potrebbe consentire a Carlos di sovvertire i pronostici al momento favorevoli alle quattro cilindri. Rea, Camier e Baz sperano in una partenza a razzo per non perdere contatto con i primi della classe. Giugliano ha sbagliato i tempi della sua seconda fase e non è più riuscito a rientrare in pista come avrebbe dovuto, restando escluso per soli 40 millesimi. Davide è apparso molto determinato ma soprattutto attento a non commettere errori e domani cercherà di fare una gara accorta. Davies partirà dalla terza fila, di fianco a Giugliano. L’inglese del team ParkinGo ha avuto un problema tecnico che lo ha rallentato proprio nella fase cruciale. Terza fila anche per un ottimo Zanetti e per Haslam, scivolato all’inizio di fase due.

La prima fase era stata interrotta dopo pochissimi minuti a causa della caduta di Salom. Lo spagnolo del team Pedercini è stato trasportato in elicottero all’ospedale di Coblenza per accertamenti, in quanto ha battuto violentemente la testa ed accusava nausea e giramenti di testa. Assieme a Salom sono rimasti esclusi dalla seconda sessione anche Hopkins e Fabrizio, mentre Canepa non ha nemmeno preso il via. Lo sfortunato pilota del team Red Devils Roma è caduto nel corso delle prove libere che precedono la Superpole fratturandosi tibia e perone. Immediatamente trasportato all’ospedale di Adenau, mentre scriviamo si sta sottoponendo ad un intervento chirurgico per ridurre le fratture. Stagione finita per lui. In bocca al lupo Niccolò.

 


Classifica

 

Nurburgring - FIM Superbike World Championship - Superpole 3

1. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'53.855
2. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'53.904
3. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'53.912
4. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'54.148
5. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 1'54.300
6. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 1'54.322
7. Leon Camier (FIXI Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'55.165
8. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'55.734
9. Davide Giugliano (Althea Racing) Ducati 1098R 1'54.540
10. Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'54.800
11. Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team) Ducati 1098R 1'55.671
12. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 1'55.082
13. Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'56.290
14. John Hopkins (FIXI Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'56.530
15. Niccolò Canepa (Red Devils Roma) Ducati 1098R 
16. David Salom (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 
17. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 1'56.246
18. Sylvain Guintoli (PATA Racing Team) Ducati 1098R 1'56.465
19. Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 1'57.101
20. Lorenzo Lanzi (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 1'57.504
21. Maxime Berger (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'57.729
22. Brett McCormick (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'58.177
23. Alexander Lundh (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'58.567
24. Norino Brignola (Grillini Progea Superbike Team) BMW S1000 RR 1'59.385

  • Walda76, Torino (TO)

    Ducati penalizzata

    Altra dimostrazione che il regolamento penalizza troppo Ducati.
    Si vede come le bicilindriche fanno fatica nei rettilinei medi-lunghi e l'unica possibilità è cercare di allungare la staccata il più possibile rischiando troppo...
    Troppo facile per Flamini dire che Ducati ha vinto 6 gare,pole ecc....verissimo, ma 3 di quelle 6 le ha vinte prime della doppia penalizzazione e 1 l'ha vinta quando aveva solo il peso. Inoltre chi vinceva se non Checa, mentre le altre Ducati erano spesso comunque indietro.
    Troppo facile dire le cose a metà
  • matteo.manuzzato, Brescia (BS)

    bella gara di biaggi

    con checa fuori dal gioco mondiale ancora da inizio campionato

    preferisco che vinca biaggi
Inserisci il tuo commento