MotoGP

Zarco si aggrappa a JM Bayle dopo l’attacco di KTM

- Il fuoriclasse francese è il suo nuovo coach personale. Johann deve pur provare a uscire da una crisi inaspettata, e reagire alle durissime critiche che gli ha mosso pubblicamente il boss di KTM Stefan Pierer
Zarco si aggrappa a JM Bayle dopo l’attacco di KTM

Johann Zarco si presenterà giovedì a Le Mans con un nuovo coach personale: è il mitico Jean Michel Bayle, il fuoriclasse francese, oggi cinquantenne, iridato nel motocross e nel supercross AMA, nonché pilota della velocità in 250 e 500 negli anni Novanta, e oggi uomo immagine di Honda. Jean Michel ha voluto precisare al proposito che il suo accordo è diretto con Zarco, e non con KTM.

Per Johann sono tempi difficili, e il prestigio di Bayle potrà indubbiamente aiutarlo: i suoi risultati con la squadra austriaca in MotoGP sono ben al di sotto delle aspettative, il compagno di squadra Pol Espargaró lo batte regolarmente, il CEO di KTM Stefan Pierer loha criticato pubblicamente sul sito Speedweek parlando di “grande delusione” e ventilando la possibilità di un divorzio a fine 2019, nonostante l’accordo preveda di proseguire anche nell’anno successivo. Bisogna dire che in effetti le attese erano ben diverse: l’anno scorso il pilota era stato la rivelazione delle prime gare, e arrivava al GP di casa con 58 punti all’attivo, mentre oggi ne ha raccolti soltanto sette.

E bisogna anche aggiungere che recentemente le telecamere della Dorna lo hanno ripreso in diretta nel box (prima ad Austin e poi a Jerez) mentre criticava aspramente sia il motore sia il telaio KTM, definendoli senza mezzi termini “shit”. Zarco è obiettivamente nervoso, e forse ha preso questa avventura con KTM con lo spirito sbagliato: si dice che il suo ex-manager gli avesse taciuto a suo tempo la proposta di HRC, prima che fosse coinvolto Jorge Lorenzo.

Ma comunque sia, l’uscita collerica di Zarco non è certo piaciuta a chi lo aveva voluto a fianco di Espargaró, immaginando che i due si sarebbero motivati l’un l’altro e stanziando per Johann un ingaggio annuo non inferiore al milione di euro. Ora potremmo essere all’ultima spiaggia: se con Bayle cambierà il rendimento bene, altrimenti – ha precisato Pierer - «Ridiscuteremo molto presto il nostro accordo».

 

 

  • Gisulfo, Arpino (FR)

    Pare assodato che tutti i piloti provenienti da Yamaha hanno grosse difficoltà ad adattarsi ad altre moto. La KTM è, inoltre, ancora giovane in motoGP. Uno sfogo del pilota nei box, fatto carognescamente girare, ha fatto il resto.
    I piloti, quando sono tesi e colmi d'adrenalina, diventano difficili da tenere a bada e possono dire cose che non dovrebbero dire.
  • Retro cesso, Bologna (BO)

    Forse il coach ti spiega che sei dai più gas vai più forte degli altri; che se lo dai prima, vai più forte degli altri; che se freni più tardi vai più forte degli altri; che se pieghi di più, vai più forte degli altri. E se vai più forte degli altri, vinci. Grande coach!
Inserisci il tuo commento