Motomondiale

Viñales: "Avrei preferito continuare con Rossi"

- L'ufficiale Yamaha parla delle prospettive 2020, della situazione di Yamaha, di Rossi e di Lorenzo
Viñales: Avrei preferito continuare con Rossi

Maverick Viñales protagonista di un'interessante intervista allo spagnolo CopeGP. Costretto - come i colleghi - a vedere il GP del Qatar dalla televisione, e ancora incerto su quando potrà effettivamente iniziare a correre viste le incertezze che incombono a tuttora sul calendario del Mondiale, lo spagnolo della Yamaha ha parlato però della sua situazione - e di quella Yamaha - a 360°.

Nessuna pressione, invece, nel ruolo di favorito per il titolo mondiale.

"Anzi, è una motivazione incredibile, ce la metteremo tutta per conquistare il titolo. Come sono messo? Mi manca qualcosa in frenata, soprattutto a livello di tecnica di guida, di posizionamento del corpo. Ma in generale mi sento molto più affiatato con la mia Yamaha, anche se già durante l'anno scorso le cose sono migliorate. Il nuovo motore? Non siamo ancora dove vorremmo essere, ma d'altra parte serve un lavoro continuo, anno dopo anno, non basta certo uno sforzo per risolvere i problemi da un anno all'altro."

 

Una Yamaha che, in effetti, ha compiuto una scelta logica, certo, ma comunque molto valorizzante confermandolo nel team ufficiale.

"Mi ha fatto molto piacere, per me è stato molto importante, e nell'ultimo anno ho sentito un appoggio molto maggiore da parte di Yamaha. Però mi sarebbe piaciuto proseguire con Valentino Rossi come compagno di squadra: ho imparato molto da lui in questi anni insieme".

Infine, Maverick parla della wild card di Lorenzo a Barcellona.

"Se si sente bene, in forma... perché no? Correre è molto divertente. E poi anche Yamaha potrebbe guadagnarci: potrebbe provare pezzi nuovi per vedere come funzionano direttamente in gara"

 

 

  • Aspes 125 yuma, Cascina (PI)

    Facile, col vecchio, eh Maverick? Una quindicina d'anni fa, saresti andato via tu.
  • Valentino.Masini, Cesena (FC)

    Al suo posto pure io avrei detto la stessa cosa, guarda un po!
    A parte imparare che ormai se non lo ha già fatto….. ma ci sono tanti altri motivi che poi sono quelli che la gente va ripetendo da quando è arrivato in Yamaha: vincere o arrivare prima di Rossi si fa comunque un figurone della madonna, se invece si arriva dietro è sempre perché Rossi gli avrebbe messo i bastoni fra le ruote, che la Yamaha non lo sta a sentire, per dare retta a Rossi….. un bell'alibi insomma!
    Con Quartararo non ci saranno santi che tengano: se gli sta davanti sarebbe normale visto l'esperienza in più che si ritrova, se non ci riuscisse sarebbe invece un vero guaio e rischierebbe di fare meno di quello che potrebbe, visto che è un po fragile di testa….bisogno di coccole e via discorrendo.

    Valentino Masini
Inserisci il tuo commento