Video

DopoGP con Nico e Zam: L'approfondimento dei test di Sepang

- Nico Cereghini conduce con Giovanni Zamagni il nuovo approfondimento sulla MotoGP. Marquez imbattibile, Vale da record e Ducati al lavoro. Tanta tecnica con in studio l'Ing Bernardelle


 

I Sondaggi

 

 



DopoGP: la presentazine di Nico


E’ con piacere che vi presentiamo la prima puntata di DopoGP, il nostro programma di approfondimento sulla stagione mondiale 2014 della MotoGP. E’ una vera prima assoluta: è la prima volta che arriva in rete un prodotto di questo tipo e di questa qualità, capace di approfondire ogni tema e renderlo fruibile ad ogni ora, visibile quando vi farà più comodo. Siamo convinti che l’apprezzerete, e che non potrete fare a meno di seguirci nell’arco di tutto l’anno: DopoGP vi informerà e vi aggiornerà puntualmente dopo ogni Gran Premio, dalla prima gara notturna del Qatar alla fine di marzo fino alla conclusione di Valencia dei primi di novembre, il tutto gratuitamente per voi. Il conduttore è un motociclista esperto che ben conoscete, Nico Cereghini, che si avvarrà della presenza e della collaborazione del nostro inviato sulle piste, Giovanni Zamagni con la partecipazione di altri ospiti molto qualificati.

 

Il dietro le quinte della prima puntata
Il dietro le quinte della prima puntata

Ampio spazio sarà riservato, su DopoGP, alla tecnica. Perché vogliamo fare sul serio, vogliamo differenziarci dagli altri, e poi perché quello della tecnica è un argomento che ai nostri lettori sta molto a cuore. Non a caso, in questa prima puntata l’ospite di riferimento è l’ingegnere Giulio Bernardelle – che ha lavorato a lungo nel reparto corse di Aprilia prima di passare alla MotoGP con i team Honda di Tamada, prima, e Nakano poi - che darà un prezioso contributo per chiarire gli aspetti più importanti nella preparazione delle nuove MotoGP per la stagione che sta per scattare.


Ma tanta importanza avrete anche voi, cari lettori. Le possibilità di interagire con DopoGP sono molte, a cominciare dalle domande che vorrete porre ai nostri esperti – e vi invitiamo a mandarcene tante, anche in video - per arrivare ai sondaggi in tempo reale. Ogni puntata metterà in risalto anche i vostri commenti più centrati, per cui vi invitiamo fin d’ora a dire la vostra in assoluta libertà.


La scaletta di questa prima puntata prevede le considerazioni sulle tre giornate di test che la MotoGP ha appena svolto in Malesia, la superiorità apparente di Marquez e della sua Honda, il bell’avvio di Valentino, le perplessità di Lorenzo alle prese con una Yamaha più difficile da guidare del previsto, lo stato di salute della Ducati con la nuova gestione tecnica e le difficoltà del debuttante Crutchlow.

La scaletta di questa prima puntata prevede le considerazioni sulle tre giornate di test che la MotoGP ha appena svolto in Malesia


Bernardelle chiarirà nei dettagli le novità regolamentari: il passaggio dai 21 litri ai 20, le differenze tra le moto Factory e le Open, l’attuale difficoltà della Honda tra le Open e la convenienza di correre la stagione in una configurazione oppure nell’altra. E si parlerà della gestione elettronica, della libertà di azione sui motori, delle novità sui pneumatici. Gli appassionati di tecnica motociclistica saranno soddisfatti.


Inoltre daremo uno sguardo ai vari siti e alla stampa internazionale alla ricerca di notizie eclatanti o bislacche, e commenteremo i Tweet più interessanti che arrivano dalla parte dei piloti. I sondaggi di questa sera sono due, e attendiamo la vostra opinione con curiosità. Il primo riguarda Rossi: Valentino sarà in grado di lottare per un posto sul podio in tutte le gare oppure no? E il secondo guarda alla Ducati: le rosse potranno ottenere buoni risultati già in questa stagione, oppure bisognerà attendere il 2015? 
 
La redazione
Ci scusiamo per il ritardo nella pubblicazione del video, ma siamo sicuri che l'attesa sia valsa la pena.

  • AlbertoD76, Crevacuore (BI)

    La parte tecnica

    Ho visto tutti i video in modo consecutivo su YouTube, bella formula, spero nel cambio della location la sala riunioni è triste.
    L'ingegnere in futuro dovrebbe dedicarsi maggiormente allo stile della sua esposizione, i tempi televisivi sono serrati ma occorre chiarezza e precisione, capisco che ripetere concetti banali per i tecnici sia noioso, ma noi dall'altare parte dello schermo abbiamo una preparazione tecnica inversamente proporzionale al nostro desiderio di apprendere i dettagli dello sport motociclistico.
  • Pancia1290R, Mirandola (MO)

    Solo un'appunto di grafica...

    Perché usare quel font ORRIBILE in sigla, per poi avere uno stupendo Lato (se non sbaglio...o Open Sans) nelle dida?
    Sostituitelo SUBITO! :)
Inserisci il tuo commento