GP del Qatar

Spunti, domande e considerazioni dopo il GP del Qatar

- Quali sono state le chiavi del GP? Lorenzo era da podio? Le 3 frasi più belle del GP?
Spunti, domande e considerazioni dopo il GP del Qatar

Quali sono state le chiavi del GP?

1) La consapevolezza di Dovizioso. Andrea si sentiva forte e sicuro, questo gli ha permesso di non perdere la calma dopo una partenza difficile, di gestire bene le gomme, di attaccare al momento giusto;

2) La lucidità di Dovizioso. Ancora una volta, Dovizioso ha fatto la differenza rimanendo lucido nel momento dell’attacco di Marquez: molti piloti, al suo posto, reagiscono cercando di resistere a tutti i costi, lui ragiona, fa sfilare l’avversario e lo rinfila in maniera definitiva;

3) Il 18esimo giro. Alla prima curva del 18esimo giro, Dovizioso ha deciso che era arrivato il momento di attaccare Zarco. Lo ha passato, ma, immediatamente, il francese è stato passato anche da Marquez e dopo qualche curva anche da Rossi. E’ stato un momento chiave.

4) Le qualifiche. Il risultato delle qualifiche ha pesato tantissimo sul risultato finale di Vinales, autore poi di una buonissima rimonta.


Lorenzo ha dichiarato che avrebbe anche potuto conquistare il podio: è vero?

Quando Jorge è caduto, al 13esimo giro, era decimo a 3”689 da Zarco, in quel momento in testa al GP. Confrontiamo gli ultimi cinque passaggi effettuati da Lorenzo, con quelli di Rossi (poi terzo al traguardo), nello stesso momento della corsa. Ottavo giro: Lorenzo 1’55”767, Rossi 1’55”751. Nono: Lorenzo 1’55”854, Rossi 1’55”752. Decimo: Lorenzo 1’55”794, Rossi 1’55”715. Undicesimo Lorenzo 1’55”825, Rossi 1’56”932 (dritto insieme a Zarco). Dodicesimo: Lorenzo 1’55”908, Rossi 1’55”851. Il cronologico conferma che Lorenzo stava girando con buoni tempi, ma comunque non sufficientemente veloci per ricucire lo strappo e conquistare il podio. E poi mancavano ancora nove giri: che ritmo avrebbe tenuto Jorge se non fosse caduto (non per colpa sua)? Insomma, la previsione del pilota della Ducati sembra un po’ ottimistica.


La rimonta di Vinales.

1 giro: 14esimo a 3”027; 7 giro: 13esimo a 4”986; 12esimo giro: 12esimo a 4”386; 16esimo giro: ottavo a 3”397; 20esimo giro: ottavo a 3”508. 22esimo giro: sesto a 3”888.


Cosa è successo ad Aleix Espargaro, 11esimo al 21esimo giro e 19esimo al traguardo?

Ha avuto un problema con la pompa della benzina.


Giri veloci in gara (tra parentesi il giro in cui è stato realizzato).

Dovizioso 1’55”242 (19); Marquez 1’55”272 (20); Rossi 1’55”315 (20); Rins 1’55”333 (18); Crutchlow 1’55”505 (5); Iannone 1’55”586 (6); Miller 1’55”617 (5); Petrucci 1’55”630 (10); Zarco 1’55”678 (9); Pedrosa 1’55”680 (9); Lorenzo 1’55”767 (8); Morbidelli 1’55”894 (5).


Le più tre belle frasi del GP

3) Bagnaia: «La sfida con Baldassarri mi ha ricordato quelle che facciamo con la play station sul divano a casa»;

2) Dovizioso: «Rimontare da dietro, passarli tutti e vincere mi ha ricordato le gare con le minimoto»;

1) Rossi: «Non corro per dimostrare che non sono vecchio».

 

  • Bortolo06, Brescia (BS)

    Mi spiace che nessuno abbia menzionato le staccate di Zarco in fondo al rettilineo, a me emozionavano parecchio.
  • berga.dir, Reggio nell'Emilia (RE)

    ...con i se e con i ma....
    il "bombardone", sembra esserci e il super desmo Dovi, va alla grande...giù il cappello e basta !!!
    Grande DOVI !
Inserisci il tuo commento