Team

MotoGP. Il debutto ufficiale del team Honda 2020 e dei fratelli Márquez

- Marc punta al titolo di campione, il fratello Alex a quello di rookie of the year

Jakarta ha ospitato la presentazione del team Honda MotoGP 2020. Sul palco sono saliti i due fratelli Márquez, Marc e Alex, per la prima volta insieme con i colori Repsol. Ma prima di vedere i piloti sul palco è stato Tetsuhiro Kuwata (HRC Director ) a rompere il ghiaccio. Ha ricordato i successi conseguiti da Marc Márquez durante la stagione 2019 e il titolo piloti e costruttori. Sul debutto di Alex mette le mani avanti e spiega che avrà bisogno di adattarsi alla nuova moto e che il team gli darà tutto il tempo di cui necessita. (Marc al debutto in MotoGP nel 2013 vinse sei gare e finì a podio tutte le altre, escluse quelle in cui non arrivò al traguardo).

I fratelli Márquez salgono sul palco insieme alle Honda numero 93 e 73. Una stretta di mano, i flash e poi l'arrivo di Alberto Puig per le altre foto di rito. Le prime parole di Marco sono state: "Sono molto felice..." poi si corregge: "siamo" molto felici di essere qui in Indonesia. Qui abbiamo molti supporter". Alex Márquez: "Sono felice ed emozionato, arrivare dalla Moto2 direttamente nel Repsol Honda Team è bellissimo e farò del mio meglio". 

"La stagione che sta per iniziare - riprende la parola Marc - sarà difficile, come ogni stagione. I nostri rivali migliorano e cercano di batterci, ma anche noi abbiamo lavorato duramente insieme a tutto lo staff HRC. L'obbiettivo è ovviamente quello di conquistare un altro titolo".
 
"Il mio obbiettivo - ha spiegato Alex - è quello di diventare rookie of the year, ma la cosa più importante è diventare competitivo in pista con una MotoGP e accrescere giorno dopo giorno il mio feeling con la moto. Sto lavorando duramente per arrivare in Qatar il più preparato possibile".

  

  • nyxie

    Non vedo molti altri rookie in giro...
  • Mr70a+, Tirano (SO)

    Ricordati caro Alex,per imparare a conoscere e a sfruttare il potenziale della Honda devi almeno,tra test,prove e gare,cadere almeno una ventina di volte all’anno. Confido che sarà così ....
Inserisci il tuo commento