GP del Portogallo

MotoGP. GP del Portogallo a Portimao. Le FP1 a Vinales, Marquez è terzo

- Marc Marquez torna e conquista il terzo posto dietro a Maverick Vinales e Alex Rins su una pista in condizioni non perfette: siamo a tre secondi dai tempi di riferimento. Italiani: Pecco Bagnaia sesto, Danilo Petrucci decimo (prima Ktm), Valentino Rossi 11esimo, Franco Morbidelli 14esimo, Lorenzo Savadori 15esimo (prima Aprilia), 18esimo Luca Marini, 20esimo Enea Bastianini
MotoGP. GP del Portogallo a Portimao. Le FP1 a Vinales, Marquez è terzo

Due uscite, per un totale di 14 giri, terzo tempo assoluto a 0”251 da Maverick Vinales: ben tornato Marc Marquez su una pista non al meglio delle condizioni, che si è migliorata nel finale.

Grinta, determinazione, tranquillità: questo trasmetteva l’espressione di Marc prima di mettersi in casco. Felicità assoluta, gioia, liberazione di un peso: questo trasmetteva la sua faccia quando si è tolto il casco a fine sessione. “Non ho nessuna aspettativa” aveva ripetuto ieri cento volte, ma adesso, l’aspettativa, c’è eccome, ce l’avrà anche lui.

Mantenendo naturalmente la calma: le condizioni della pista hanno fatto girare i piloti con tempi piuttosto alti: 1’42”127 il crono di Vinales contro 1’39”855 di Oliveira del 2020. Prendendo come riferimento le FP1, nel 2020 Oliveira aveva ottenuto il miglior tempo in 1’40”122. Insomma, si sta girando piano, cosa accadrà quando si potrà andare più forte? Personalmente non ho dubbi: Marquez sarà sempre nelle prime posizioni. “Diciamo che fisicamente è al 90-95% del suo potenziale” assicura il dottor Angel Charte, medico del motomondiale.

Nelle immagini televisive - purtroppo i giornalisti non possono ancora andare ai box, tranne quelli della televisione - non si è mai visto Marquez sofferente, non si è mai toccato il braccio destro, non ha mai dato segno di sofferenza. E a fine sessione il sorriso era evidente e più che giustificato: questo è un fenomeno.
Non lo si scopre oggi, ma ne abbiamo avuto l’ennesima conferma.

Yamaha davanti, bene Ducati

Con la pista che è andata velocizzandosi giro dopo giro, chi è passato per ultimo sotto la bandiera a scacchi ne ha avuto un giovamento. Lo ha fatto Maverick Vinales, davanti ad Alex Rins: qui l’anno scorso Yamaha (ufficiali) e Suzuki avevano faticato. E’ troppo presto per dire che i problemi sono stati risolti, ma la M1 sembra più competeva che in passato, anche se gli altri piloti fanno un po’ fatica: Fabio Quartararo è settimo, Valentino Rossi 11esimo e Franco Morbidelli, l’anno scorso ottimo terzo, è solo 14esimo.

Ieri Franco si era detto fiducioso di poter tornare ai suoi livelli: per il momento non è così, purtroppo.

L’arrivo di Marquez sembra aver dato una svegliata a tutti i piloti Honda, o forse la pista si addice di più alle caratteristiche della moto (nel 2020, Bradl aveva fatto una buona gara): Pol Espargaro è in scia al compagno di squadra, ma anche Alex Marquez ha chiuso nei dieci (nono). 

Ducati: si conferma competitiva anche su questa pista. Il più costante è stato Pecco Bagnaia, mentre Johann Zarco ha fatto un giro veloce nel finale.
Aspettiamo le FP2.

La classifica delle FP1

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 330.2 1'42.127  
2 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 333.3 1'42.278 0.151 / 0.151
3 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 330.2 1'42.378 0.251 / 0.100
4 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 337.5 1'42.382 0.255 / 0.004
5 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 342.8 1'42.443 0.316 / 0.061
6 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 334.3 1'42.464 0.337 / 0.021
7 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 328.2 1'42.528 0.401 / 0.064
8 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 341.7 1'42.536 0.409 / 0.008
9 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 334.3 1'42.781 0.654 / 0.245
10 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 329.2 1'42.957 0.830 / 0.176
11 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 327.2 1'43.013 0.886 / 0.056
12 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 333.3 1'43.036 0.909 / 0.023
13 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 329.2 1'43.060 0.933 / 0.024
14 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 329.2 1'43.243 1.116 / 0.183
15 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 331.2 1'43.539 1.412 / 0.296
16 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 338.5 1'43.702 1.575 / 0.163
17 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 334.3 1'44.000 1.873 / 0.298
18 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 333.3 1'44.602 2.475 / 0.602
19 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 325.3 1'44.967 2.840 / 0.365
20 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 332.3 1'45.325 3.198 / 0.358
21 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 330.2 1'45.335 3.208 / 0.010
22 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 331.2 1'47.774 5.647 / 2.439
  • alfa361

    Non lo sopporto... se le premesse sono queste posso solo smettere di pagare per vedere la motoGP.
  • Asdrubale VonKausen, Ambivere (BG)

    Non guida una GP da 9 mesi ed è il primo delle Honda...
Inserisci il tuo commento