Statistiche

MotoGP Catalunya 2019: vincitori e statistiche delle ultime cinque edizioni

- MotoGP, Moto 2 e Moto 3: ecco come sono andate le ultime cinque edizioni del GP di Catalogna al Montmelò. Nelle tre classi ci sono nomi di piloti che si ripetono spesso: è una pista molto veloce, e c’è chi la ama particolarmente
MotoGP Catalunya 2019: vincitori e statistiche delle ultime cinque edizioni

Il nostro primo pensiero è per Luis Salom, che purtroppo al Montmelò è caduto e ha perso la vita venerdì 3 giugno 2016; il pilota maiorchino della Moto2 aveva soltanto 24 anni, una perdita molto dolorosa per tutti.

Restando nella minima cilindrata, qui abbiamo avuto cinque vincitori diversi in cinque edizioni del GP di Catalunya, però con una costante molto particolare: il nome del nostro Enea Bastianini, che ha collezionato una vittoria, due secondi posti, un terzo e anche un quarto. Barcellona è la sua pista.

Il tracciato piace anche a Fenati (un successo) e a Bezzecchi oggi in Moto2. Da segnalare che, su un circuito così veloce, con le monocilindriche le scie sono importanti e i distacchi sono tanto risicati che passare dal podio al decimo posto è questione di un momento. E si cade tanto: l’anno scorso gli incidenti furono numerosi e allarmanti, ne fecero le spese anche Bulega e Migno.

MOTO 2

In Moto2 nessun pilota italiano è salito sul podio negli ultimi cinque anni. Tra chi ha dominato, due volte ha vinto Zarco, poi una volta ciascuno Rabat, il giovane Marquez e infine Fabio Quartararo: l’anno scorso questa sua prima vittoria (con la italiana Speed UP) lanciò il francese verso l’attuale MotoGP.

Nella stessa occasione, dodici mesi fa invece rimase indigesta a Pecco Bagnaia la gomma Dunlop posteriore, che andò in pezzi rallentandolo fino all’ottavo posto: Oliveira tornò sotto in classifica (a un solo punto!) ma alla fine l’italiano come sappiamo conquistò il titolo.

MOTOGP

In MotoGP è curioso notare che dal 2014 si replica quasi lo stesso podio, con Pedrosa (quattro volte terzo), Rossi, Lorenzo e Marquez che negli ultimi tre anni è stato sempre secondo. Nelle due ultime edizioni ha vinto la Ducati, prima con Dovizioso e poi con Lorenzo nel 2018, e in entrambi i casi il team veniva dall’identico risultato della gara precedente, cioè il Mugello.

Il Montmelò è pista molto gradita a Jorge Lorenzo, che per quattordici volte consecutive è scattato dalla prima fila nelle varie classi, che ci ha vinto due volte nel quinquennio, e che nel 2015 era alla quarta vittoria consecutiva.

Però in questa particolare classifica vince Marquez, che nel 2014 era al settimo successo su sette (poi arrivò fino al decimo…) e Valentino è invece il pilota che ha vinto di più in top class: sei successi qui in Catalunya per il Dottore (dal 2001)  contro i quattro di Jorge.


Tra gli episodi più clamorosi accaduti a Barcellona negli ultimi cinque anni ricordo la caduta di Marquez e di Dovizioso nel 2015, il tamponamento di Andrea Iannone a Lorenzo l’anno successivo (che costò all’italiano una dura penalizzazione, con l’ultimo posto in griglia la gara dopo), i cinque giri in testa di Jorge con la Ducati nel 2017. Era la prima volta che Lorenzo stava davanti a tutti con la rossa. Infine l’errore pesante del Dovi l’anno scorso, scivolato (ed era appena caduto a Le Mans) proprio quando il compagno andava a vincere e compromettendo così la sua stagione.

  • AnonimoDucatista, Reggio nell'Emilia (RE)

    Lorenzo penso fosse stato primo già al Mugello. Aveva fatto quei 2 ( forse nemmeno ) giri bellissimi a vita persa per poi crollare
  • nippogas

    più sotto ho letto che i mondiali te li aggiudichi vincendo gare.... bene, nel 2006 il buon Niky quante ne ha vinte per aggiudicarsi il titolo. Oppure, cambiando campionato, Biaggi l'ultimo titolo in SBK quante gare si è aggiudicato??

    io credo che conti molto anche la costanza di risultati...
Inserisci il tuo commento