MotoGP 2024, Ducati: Marquez perché sì, Marquez perché no [VIDEO]

Giovanni Zamagni
Ducati, quindi, ha ufficializzato l’arrivo di Marc Marquez nella squadra ufficiale a fianco di Pecco Bagnaia. Scelta giusta o sbagliata? Inevitabilmente, di fronte a una decisione di questo tipo, gli appassionati si dividono: proviamo ad analizzare vantaggi e svantaggi
5 giugno 2024

#lanotiziainprimafila Quindi è ufficiale: Marc Marquez entra nella squadra Ducati a fianco di Pecco Bagnaia. Diciamolo subito: qualsiasi scelta fatta dalla squadra di Borgo Panigale avrebbe accontentato o scontentato qualcuno, avrebbe creato discussioni. Impossibile mettere d’accordo tutti di fronte a una decisione così complicata, con tre grandi piloti a giocarsi quel posto lì, tanto ambito. Alla fine (o all’inizio, era già così da tempo? Il dubbio rimane…) si è puntato sull’otto volte campione del mondo. Scelta giusta, scelta sbagliata? Proviamo ad analizzare pro e contro.

Scelta giusta. Ecco perché?

  • Perdere Marquez avrebbe significato rafforzare enormemente una rivale: Dall’Igna non vuole dare vantaggi a nessuno (ma c’è anche un rovescio della medaglia);
  • Marquez è di gran lunga il pilota che attira di più l’attenzione di media e appassionati: sotto questo aspetto non poteva essere fatta scelta migliore;
  • L’arrivo di un pilota così, porterà Bagnaia ad alzare ulteriormente il suo livello;
  • Ducati è già riuscita a riportare MM93 ad alto livello: anche se Marquez non dovesse vincere, Ducati, scusate il gioco di parole, non avrebbe niente da perdere.

Scelta sbagliata. Ecco perché?

  • Battere Marquez con un’altra moto, avvalorerebbe ancora di più la competitività della Ducati: in molti darebbero meriti alla DesmosediciGP più che al pilota che la guida;
  • L’arrivo di MM93 crea inevitabilmente una situazione difficile da gestire: la storia insegna che sempre, quando ci sono due campionissimi in squadra, porta inevitabilmente tensione;
  • Per fare posto a Marquez, Ducati ha perso due grandi piloti come Martin e Bastianini, tra l’altro molto più giovani di Marc;
  • Al di là delle dichiarazioni ufficiali, Bagnaia potrebbe essere legittimamente infastidito da questa scelta;
  • Molti appassionati non condividono la scelta: Ducati solitamente è molto attenta a questo aspetto.

Ecco, questi sono per me i pro e i contro dell’’aver puntato su Marc Marquez.

E’ questa #lanotiziainprimafila di oggi, vorrei sapere la vostra opinione