MotoGP 2023. GP di Argentina. I due Aprilia delusi ma non troppo, le parole di Maverick Vinales e Aleix Espargaro

MotoGP 2023. GP di Argentina. I due Aprilia delusi ma non troppo, le parole di Maverick Vinales e Aleix Espargaro
I due piloti di Noale non hanno raccolto quanto speravano, a causa di una qualifica steccata, ma sono fiduciosi per la gara
1 aprile 2023

Queste le parole dei due piloti Aprilia, Vinales ha finito settimo mentre Aleix è caduto. Nessuno dei due fa drammi, e sono molto fiduciosi per domani.

Vinales sulla perdita dell'ala: "Non mi sono accorto, mi sono toccato con altri 7-8 volte, sono contento di aver fatto questo risultato, mi dispiace non aver potuto attaccare Pecco, vediamo domani. L'ala rotta? Non mi ero accorto, però avevo difficoltà a girare e fermarmi a destra e poi alla fine ho visto e ho detto 'cazzo, mi manca un'ala', con l'ala sarebbe stata una gara diversa, potevo girare in 39 basso o in 38. Sulla partenza dobbiamo migliorare e ci stiamo lavorando. Era veramente difficile fermare la moto e farla girare, con questo handicap è andata veramente bene. Domani? Dobbiamo partire davanti come abbiamo fatto a Portimao, obiettivo è partire davanti e andare via"

Aleix: "C'è poco da dire, ieri era solo venerdì, potevamo fare la pole ma è piovuto e partire nono è difficile, so che le gare Sprint finiscono subito e oggi ho avuto troppo fretta. La moto sull'asciutto va fortissimo, solo Bezzecchi meglio di tutti, io volevo sorpassare tutti subito per lottare per il podio e la vittoria ma ho esagerato un po'. Con la gara abbiamo un'opportunità, siamo tra i pochi che con una gomma di 20 giri andava ancora sul 39, era più di un anno che non cadevo in gara, sono un po' arrabbiato.  Stamani è vero, la pista era pronta per lo slick, errore mio"