MotoGP 2022. GP della Thailandia. Pecco Bagnaia, il discorso motivazionale di Jack Miller e un campionato apertissimo: "Grazie Jack"

MotoGP 2022. GP della Thailandia. Pecco Bagnaia, il discorso motivazionale di Jack Miller e un campionato apertissimo: "Grazie Jack"
  • di René Pierotti
Il pilota piemontese in griglia ha visto davanti a sé una persona che ha avuto un malore: "È stato difficile restare concentrati". Sulla gara: "È come una vittoria", poi ha parlato anche di Quartararo
  • di René Pierotti
2 ottobre 2022

Pecco Bagnaia è condannato a vincere? (oggi pomeriggio la diretta di Zam con Luca Cadalora). Quel che è certo è che la pressione sul pilota piemontese è enorme. Adesso la classifica dice Quartararo 219 punti, Bagnaia 217. 

Mancano 3 gare e il campionato non è mai stato più aperto di così. Nel parco chiuso Bagnaia ha ringraziato in primis Jack Miller per il discorso motivazionale che l'australiano gli ha fatto prima della gara.

A spiegare la situazione è stato lo stesso Miller: "L'ho visto prima della gara quando Pecco è rientrato, pioveva tantissimo, era molto introverso, chiuso, Pecco ha molte emozioni, quindi semplicemente gli ho parlato. Gli ho detto che lui, noi, possiamo girare anche quando piove, bisogna non pensare alla classifica ma alla guida, restare concentrati su quel che sappiamo fare. A  fine giornata ha fatto un lavoro incredibile, e ora è a meno due punti in campionato”.

Bagnaia ha finito terzo con Zarco, quarto, che l'ha detto sinceramente: "Ho preferito non rischiare". Le dichiarazioni del francese faranno discutere ma analizzando le sue parole si capisce che è stato un comportamento razionale, magari un altro pilota ci avrebbe provato. 

Le parole di Bagnaia sulla gara...

“Sono davvero felicissimo, è come una vittoria, è il mio primo podio sul bagnato a parte l’Austria 2021 che è stata particolare. Voglio ringraziare Jack perché prima della gara abbiamo parlato e mi ha motivato. Trovare la concentrazione in griglia non è stato facile (Pecco ha visto davanti a sé una persona che ha avuto un malore, ndr), cercavo di non guardare ma è stato difficile. Quando la gara è partita ho cercato solo di stare più vicino a chiunque avessi davanti. Sapevo che il potenziale sul bagnato era questo, e non quello del Giappone. Devo ringraziare la squadra per il lavoro fatto in base alle mie richieste"

Sapevi della posizione di Quartararo?

“Ho chiesto già la gara scorsa ma anche questa di non aver segnalazioni a riguardo. Adesso a due punti di distanza sì, lo chiederò”

L'errore di Motegi ti ha condizionato? Ci hai pensato o l'hai cancellato?

"Ieri dopo la qualifica ho sentito un po' di tensione, ma le persone che mi vogliono bene mi hanno dato una gran mano. Ho avuto due chiamate, con il preparatore Gianluca e con Domizia e mi hanno aiutato molto, prima di dormire. Ero concentrato molto su questa gara"

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...