GP Qatar

MotoGP 2021, GP Qatar/2. Vittoria di Fabio Quartararo

- Un altro trionfo Yamaha, questa volta con il pilota francese. Ancora seconda e terza la Ducati, sempre con Zarco (in testa al mondiale) e uno strepitoso Martin. Sesto Bagnaia, 11esimo Bastianini, 12esimo Morbidelli, 16esimo Rossi, 19esimo Petrucci, 20esimo Savadori. Decima l’Aprilia con Aleix Espargaro. Gara stile Moto3, lenta ma intensa: voto 9
MotoGP 2021, GP Qatar/2. Vittoria di Fabio Quartararo

E’ andata più o meno come settimana scorsa, anche se è cambiato il nome del vincitore: Fabio Quartararo invece di Maverick Vinales, con la Yamaha che così conquista due GP su due. Come era successo nel 2020, ma con due piloti differenti: forse questi due successi hanno più valore.

La gara è stata molto simile a quella di settimana scorsa, anche se con un gruppo ancora più numeroso a giocarsi la vittoria. Davanti il debuttante, il grandissimo Jorge Martin a dettare il ritmo, non troppo elevato, dietro di lui tante Ducati. Ma con in mezzo la Suzuki di Alex Rins, risalito fino al secondo posto: ma proprio quando sembrava il favorito, ecco un paio di errori, non più pulito nella guida, qualche sbavatura. Ed ecco che perde posizioni.

Poi è toccato a Pecco Bagnaia, partito male, rifarsi sotto. Ma anche lui, proprio quando sembrava essere in grandissima forma, ecco un errore alla curva uno, forse a causa della scia di Johann Zarco davanti a lui, secondo in quel momento: Pecco ha sbagliato la frenata ed è finito lungo, tornando in pista settimo, per più chiudere sesto.

Ducati competitiva, hanno sbagliato i piloti?

Ed ecco il momento di Quartararo che sorpasso dopo sorpasso si è portato in testa al 18esimo giro, dopo che Martin aveva provato in tutti i modi a resistere. Ma nel momento in cui ha preso un po’ di vantaggio, per gli inseguitori è finito il sogno, esattamente come era accaduto con Vinales.

Per Fabio un successo di forza e di valore. Bravo. Al secondo posto Zarco, bravo nel finale a passare il compagno di squadra, autore di una gara stratosferica. La Ducati, però, esce ancora una volta sconfitta, anche se Johann è in testa al campionato.

Sconfitta pesante? Secondo me no, non della moto, ma dei piloti sì: Dovizioso è stato mandato via perché non ritenuto all’altezza di questa moto, ma chi lo ha sostituito non è alla sua altezza. Almeno per il momento. In altre parole, la doppia vittoria Yamaha è anche una vittoria di Dovizioso, che potrebbe diventare grande grazie ai 'non risultati' di chi guida adesso una Ducati.

Sportellata Miller/Mir

Un momento chiave è stato il 13esimo giro, quando Jack Miller ha restituito una sportellate subita precedentemente da Joan Mir: per me, a caldo, è stata intenzionale, ma è da rivedere.

I due non sono stati sanzionati (Mir non aveva nessuna colpa), ma hanno perso un sacco di tempo ed entrambi la possibilità di giocarsi la vittoria: hanno finito settimo (Mir) e nono, potevano giocarsela entrambi. Da rivedere.

Morbidelli/Rossi/Petrucci: che disastro

Pessima gara per Franco Morbidelli 12esimo, Valentino Rossi 16esimo e Danilo Petrucci 19esimo. C’è molto da fare. 11 piloti al traguardo in 5”550: i primi 11 non erano mai arrivati così vicini al traguardo.

Segui il commento delle gare di Zam e Loris Reggiani IN DIRETTA OGGI ALLE 21:45

Qatar/2 2021: Moto3 e Moto2, vittorie di Pedro Acosta e Sam Lowes

Rivedi il commento delle qualifiche di ieri di Zam e Livio Suppo in diretta su Moto.it

MotoGP - La classifica della gara

Pos. Points Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time/Gap
1 25 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 167.4 42'23.997
2 20 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 167.3 +1.457
3 16 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 167.3 +1.500
4 13 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 167.3 +2.088
5 11 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 167.3 +2.110
6 10 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 167.3 +2.642
7 9 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 167.1 +4.868
8 8 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 167.1 +4.979
9 7 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 167.1 +5.365
10 6 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 167.1 +5.382
11 5 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 167.1 +5.550
12 4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 167.1 +5.787
13 3 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 167.0 +6.063
14 2 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 167.0 +6.453
15 1 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 166.9 +8.928
16   46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 166.5 +14.246
17   30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 166.4 +16.241
18   10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 166.4 +16.472
19   9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 166.3 +16.779
20   32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 164.9 +38.775
Not Classified
    73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 166.5 10 Laps
    27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 166.4 10 Laps
  • FrenoAMano, Firenze (FI)

    Come mi ce lo vedo ... birra, patatine e sullo sfondo la coppa con scritto Losail 1° Class. !!

    Brindo alla tua Dovi!!!
  • MarcoG8661, Bordighera (IM)

    Io ho sempre amato il Dovi, ma le vittorie doveva conquistarle quando aveva il culo sulla Ducati...invece di lamentarsi in continuazione...e provare, cambiare..e riprovare ....stravolgere tutto per tentare di avere la moto perfetta....
    Zarco docet...
    L'anno scorso aveve la possibilità di vincere....ha buttato tutto nel cestino...polemiche e solo polemiche....
    Per quanto ho visto l'anno passato, non avrebbe, oggi, fatto meglio....
Inserisci il tuo commento