GP Qatar

MotoGP 2021, GP Qatar/2. Johann Zarco: "Possiamo salire sul podio ogni domenica"

- Il francese del team Pramac Ducati è leader del Mondiale 2021, dopo i due secondi posti in Qatar: "La moto ha il potenziale per salire sul podio in ogni pista"
MotoGP 2021, GP Qatar/2. Johann Zarco: Possiamo salire sul podio ogni domenica

Johann Zarco si ritrova in testa al Mondiale, dopo il secondo posto di oggi e quello di settimana scorsa. Il francese del team Ducati Pramac è ovviamente soddisfatto: "Sono contentissimo di come è andata la corsa, con tutte le Ducati nelle prime posizioni sin dal via. La nostra moto ha il potenziale per stare sul podio ogni domenica".

Johann, come hai gestito la corsa?

"Sono stato piuttosto sorpreso da Jorge (Martin, n.d.r.). Pensavo che il suo ritmo potesse essere un po' più lento all'inizio rispetto a quello di Pecco della settimana scorsa. Il mio vantaggio sugli inseguitori era quello di poter rispondere sul rettilineo principale ad ogni attacco subito. In questo modo proteggevo anche Jorge che mi precedeva. Finché lui era davanti pensavo comunque di potermela giocare. Ce l'ho fatta però solo all'ultimo giro, con Quartararo già lontano".

Ducati e Yamaha sembrano averne di più degli avversari: sarà così anche su piste più lente?

"Penso di sì. Mi conforta vedere come Miller ha finito il campionato scorso, veloce e competitivo anche nei tracciati con molte curve. Ducati ha il potenziale adesso per essere sul podio a ogni gara. Bisogna lavorare sul set up nelle specifiche situazioni. Qui lo abbiamo fatto bene e a Portimao, dove andremo tra 2 settimane, siamo andati bene nel 2020".

A proposito di 2020: Joan Mir ha vinto il titolo vincendo una sola gara, ma con grande regolarità. Tu puoi fare lo stesso quest'anno?

"Sarebbe bello. Un titolo vale più di una singola corsa. Devo continuare a spingere ad ogni giro per progredire. Questi due weekend in Qatar sono andati bene, ma oggi, dal ritmo che ha avuto Martin, ho capito che c'è margine per migliorarmi".

Che differenze di guida ci sono con il tuo compagno di team Martin?

"Lui oggi ha guidato come se usasse una Moto2. In gara ha tirato fuori un gran ritmo. Pecco invece non guida allo stesso modo, l'ho visto standogli dietro settimana scorsa".

Martin ha detto che è stato attento all'ultimo giro nella lotta con te perché siete compagni di squadra.

"Sì, ci credo. C'è un grande rispetto tra di noi. Ieri ha dimostrato molta maturità. Il team così può sognare, dobbiamo approfittarne".

Segui il commento delle gare di Zam e Loris Reggiani IN DIRETTA OGGI ALLE 21:45

Qatar/2 2021: Moto3 e Moto2, vittorie di Pedro Acosta e Sam Lowes

Rivedi il commento delle qualifiche di ieri di Zam e Livio Suppo in diretta su Moto.it

  • Valentino.Masini, Cesena (FC)

    2 gare 2 secondi posti, primo pilota Ducati e primo in classifica! (bravo!)
    Penso siano buoni motivi per lui di essere contento specie se pensiamo che lui ha una buona moto ma non una delle 2 che in teoria avrebbero dovuto fare i risultati migliori.
    Sul futuro andrei molto cauto, questa è considerata sulla carta una pista Ducati e lui non è riuscito a vincere, dalle immagini si vedeva ad occhio quanto tutte le Ducati fossero lente in curva, senza quel rettilineo così lungo dove riuscivano a pareggiare i conti, Yamaha e Suzuki (almeno) sarebbero andate in fuga fin dai primi giri.
    Quartararo in seguito al primo sorpasso che lo ha portato in testa avvenuto troppo a ridosso del rettilineo è stato infatti immediatamente recuperato, al secondo avvenuto subito dopo al rettilineo non è stato più possibile replicare, in meno di un giro Quartararo è infatti riuscito ad accumulare un vantaggio tale che lo ha messo al sicuro da qualsiasi tentativo in rettilineo.
    Penso che nell'arco della stagione, se le Ducati saranno quelle viste qui, potranno avere qualche altra gara in cui potranno fare bene ma non certamente lottare per le primissime posizioni della classifica.
    Parere personale, poi si vedrà alla fine.

    Valentino Masini
  • Mezzo litro, Bologna (BO)

    A Zarco invidio la fidanzata...
Inserisci il tuo commento