MotoGP

MotoGP 2021. GP d’Olanda ad Assen. Pecco Bagnaia e quel tatuaggio come un amuleto

- Sul circuito olandese Bagnaia ha già vinto sia in Moto2 che in Moto3 e punta, adesso, al bersaglio grosso. Ma dovrà vedersela con gli avversari, compreso il suo compagno di squadra Jack Miller che potrebbe contare su un alleato in più: il meteo
MotoGP 2021. GP d’Olanda ad Assen. Pecco Bagnaia  e quel tatuaggio come un amuleto

“Sono molto contento di tornare a correre ad Assen, una pista che mi piace molto e dove ho vinto sia in Moto3 che in Moto2, tanto che ce l’ho addirittura tatuata sul braccio!”. Francesco Bagnaia non nasconde che la cattedrale del motociclismo è da sempre la sua pista preferita e arriva in Olanda con l’ambizione di puntare finalmente al bersaglio grosso. Pur nella consapevolezza, però, che gli avversari venderanno cara la pelle e che il meteo potrebbe giocare qualche brutto scherzo.

“E’ un tracciato particolare e le condizioni meteo qui saranno sicuramente un fattore decisivo questo fine settimana - ha aggiunto il pilota piemontese della Ducati - Sulla carta non siamo tra i favoriti, ma anche lo scorso fine settimana in Germania non lo eravamo. Invece, se non fossi partito così indietro in gara al Sachsenring, avrei potuto sicuramente lottare per il podio. Ci riproveremo questo weekend! Siamo a metà campionato, perciò è importante riuscire ad ottenere un altro buon risultato prima della pausa estiva”.

Andare in ferie con un podio, quindi, per godersi le vacanze nella consapevolezza che il mondiale sarà definitivamente riaperto e Fabio Quartararo un pochino più vicino. Un obiettivo a cui punta anche l’altro pilota del Lenovo Team Ducati, Jack Miller: “Dopo il GP di Germania - ha detto l’australiano - anche questo fine settimana correremo su una pista che, almeno sulla carta, non è tra le più favorevoli per le caratteristiche della nostra moto.

Sono però ottimista perché anche al Sachsenring, dove non eravamo tra i favoriti, siamo invece riusciti ad essere competitivi sia in prova che in qualifica, anche se poi ci è mancato qualcosa in gara. In Olanda, le condizioni meteo saranno una variabile molto importante e, proprio qui sul bagnato nel 2016 ho ottenuto la mia prima vittoria in MotoGP. Sarà l’ultima gara prima della pausa estiva, per cui farò del mio meglio per avvicinarmi alla vetta della classifica e chiudere bene questa prima parte della stagione”.

  • MAXPAYNE IT, Fusignano (RA)

    A parte che i tatuaggi fanno schifo esteticamente, ma quello farà lui, è bene che gli dia del gran gas non solo da metà gara in avanti, altrimenti farà sempre belle rimonte che non portano a nulla.
    Dai pecco, puoi farcela, schiodati!!!!
  • roby990smt, Giulianova (TE)

    Parla, parla, parla….adesso ci mancava il tatuaggio….
Inserisci il tuo commento