GP DELL'EMILIA ROMAGNA

MotoGP 2020. GP dell’Emilia Romagna: Binder è primo nelle FP2

- Brad Binder porta la KTM davanti a tutti, con Takaaki Nakagami secondo a 0”002 e Fabio Quartararo terzo a 0”016. Sesto tempo per Danilo Petrucci, decimo per Pecco Bagnaia, 12esimo per Valentino Rossi, 14esimo per Franco Morbidelli, 18esimo per Andrea Dovizioso. Cambia un po’ la combinata dei tempi
MotoGP 2020. GP dell’Emilia Romagna: Binder è primo nelle FP2

Fa decisamente più caldo a Misano rispetto alle FP1, ma i valori sul passo rimangono più o meno inalterati. Cambiano un bel po’ nell’attacco al tempo finale, quando molti piloti - ma non tutti - hanno montato la gomma soffice nel finale.

L’equilibrio è enorme: i primi cinque piloti sono racchiusi in 0”071. Colpisce il primo tempo di Binder, tornato super veloce dopo qualche gara complicata: il suo 1’31”628 dice che la KTM è messa piuttosto bene come velocità. Sulla distanza è un po’ meno efficace, ma nel complesso sembra un’altra moto rispetto a quella un po’ opaca di settimana scorsa.
Nei primi dieci anche P. Espargaro (quinto) e Oliveira (settimo). Non male.

Bene Nakagami, conferma Quartararo

Come si era già visto nei precedenti “doppi” appuntamenti, Takaaki Nakagami è decisamente più efficace nella seconda gara sulla stessa pista: il suo 1’31”630 a due millesimi dalla pole virtuale conferma la sua velocità.
Ma il pilota della Honda, che guida un RC213V del 2019 con qualche aggiornamento 2020, ha anche un discreto passo: può fare bene.
Così come lo può fare Fabio Quartararo, terzo, ma molto, molto costante: sembra decisamente più a suo agio rispetto alla gara di domenica scorsa.
Dietro di lui Maverick Vinales (a 0”041), un Vinales, per la verità, piuttosto scontento durante tutto il turno, con problemi sia al posteriore (ha usato entrambi i forcelloni, in alluminio e in carbonio) sia all’anteriore. Poi il solito guizzo nel giro secco, ma al momento non sembra a posto per la gara, nonostante abbia lavorato praticamente solo in questa configurazione.

Italiani in difficoltà

Nelle FP2, il miglior italiano è stato Danilo Petrucci (anche a Misano1 era stato il primo Ducati in FP2), che ha quasi sempre girato con la dura posteriore, per poi montare la soffice proprio nel finale: il suo crono è frutto di un attacco al tempo.
Che non hanno fatto Pecco Bagnaia, decimo, Valentino Rossi, 12esimo, Franco Morbidelli 14esimo e Andrea Dovizioso 18esimo: tutti hanno lavorato solo in configurazione gara, usando praticamente le stesse gomme da inizio a fine turno. Una scelta fatta a tavolino, che al momento, però, li lascia fuori dai dieci, tranne Morbidelli, sesto nella combinata.
E’ vero che al mattina fa più fresco: nelle FP3 potranno usare una soffice in più. Ci può stare. Sul passo, Morbidelli è messo bene, Bagnaia discretamente, Rossi e Dovizioso così e così.

I dieci in Q2

Ecco, al momento, i dieci piloti che accederebbero direttamente in Q2: Binder, Nakagami, Quartararo, Vinales, Pol Espargaro, Morbidelli, Mir, Oliveira, Petrucci e Zarco.

 

 

 

La classifica delle FP2

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 294.2 1'31.628  
2 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 295.0 1'31.630 0.002 / 0.002
3 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 288.7 1'31.644 0.016 / 0.014
4 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 291.1 1'31.669 0.041 / 0.025
5 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 298.3 1'31.699 0.071 / 0.030
6 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 295.8 1'31.973 0.345 / 0.274
7 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 295.8 1'32.032 0.404 / 0.059
8 5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati 294.2 1'32.072 0.444 / 0.040
9 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 291.8 1'32.126 0.498 / 0.054
10 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 297.5 1'32.138 0.510 / 0.012
11 27 Iker LECUONA SPA Red Bull KTM Tech 3 KTM 289.5 1'32.238 0.610 / 0.100
12 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 288.7 1'32.263 0.635 / 0.025
13 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 297.5 1'32.279 0.651 / 0.016
14 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 288.0 1'32.307 0.679 / 0.028
15 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 291.8 1'32.339 0.711 / 0.032
16 73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 296.7 1'32.369 0.741 / 0.030
17 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 293.4 1'32.407 0.779 / 0.038
18 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 295.0 1'32.692 1.064 / 0.285
19 53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 293.4 1'32.788 1.160 / 0.096
20 38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 292.6 1'32.916 1.288 / 0.128
  6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda
  • Vintagetech, Torino (TO)

    Credo che Ktm stia facendo un buon lavoro di sviluppo e i risultati poco per volta arrivino.

    Allo stesso tempo penso (e non sto sminuendo Ktm,anzi) che ci sia un accordo per dare le gomme buone a turno, forse a caso, per dare uno spettacolo maggiore e imprevedibile. E credo che la sicurezza venga prima dello spettacolo e giri enormi di soldi... o scommesse... o altro...
  • MAXPAYNE IT, Fusignano (RA)

    Binder ha preso in un treno di gomme messe bene, O GLIELE HANNO PASSATE... Ormai signori con queste gomme francesi, è un terno al lotto! Venghino signori a giocare alla ruota della fortuna, venghino!
    Sperando che non sia truccata...
Inserisci il tuo commento