GP di Catalunya

MotoGP 2020 Catalunya. Quartararo domina Barcellona

- Terza vittoria di Fabio Quartararo, davanti a Joan Mir e Alex Rins. Quarto Franco Morbidelli, sesto Pecco Bagnaia, ottavo Danilo Petrucci. Caduto Valentino Rossi mentre era secondo, caduto al via Andrea Dovizioso travolto dalla moto di Johann Zarco. Gara non troppo entusiasmante: voto 7
MotoGP 2020 Catalunya. Quartararo domina Barcellona

Aveva un gran passo e questa volta non ha sbagliato. Anzi, per la verità, Fabio Quartararo non è stato perfetto in partenza, ma è stato svelto a recuperare subito la terza posizione. Poi qualche giro dietro a Valentino Rossi, fino all’attacco del sesto giro: gran staccata con la moto a bandiera e tutto di traverso alla uno. Da applausi. A quel punto, Fabio ha davanti solo Franco Morbidelli, ma il francese ne ha di più, visivamente di più: il sorpasso decisivo arriva al nono giro, appena dopo aver realizzato il giro veloce.

Fabio va, scappa via, dietro cominciano ad allontanarsi. Ma Morbidelli e Rossi tengono botta: Franco va largo alla 1 dopo aver sbagliato una frenata, passa Valentino e vede l’altra Yamaha sempre più vicino. Da 0”9, il distacco scende a 0”5, poi a 0”2: Rossi forza, sente il profumo di vittoria, ma al 16esimo giro, nel cambio di direzione tra la 1 e la 2, perde il controllo della Yamaha e finisce nella sabbia. Per Valentino è la seconda caduta consecutiva. Brutto errore. La gara per la vittoria finisce, Quartararo può amministrare fino al traguardo: il terzo successo lo proietta in testa al campionato.

Due Suzuki sul podio

Il suo rivale principale potrebbe essere Joan Mir, secondo dopo un altro inizio piuttosto complicato. Ma con il passare dei giri, la Suzuki diventa formidabile e Mir la guida in modo impeccabile: al 23esimo giro infila Morbidelli, per un secondo posto che vale anche il secondo posto in campionato. Morbidelli, intanto, è in difficoltà, non tiene più il passo e al penultimo giro viene superato anche da Alex Rins, in grandissima rimonta. Rins vede davanti a lui il compagno di squadra, ma non lo può attaccare: per la Suzuki è una giornata storica, il primo doppio podio da quando sono tornati in MotoGP. Bravi tutti.

Dovizioso abbattuto

Morbidelli, partito dalla pole, ha pagato caro l’errore del 13esimo giro, e nel finale non è riuscito a difendere un podio importante: nel finale, le Suzuki ne hanno di più. Grande sfortuna per Andrea Dovizioso,, partito benissimo della 17esima posizione: ma alla seconda curva, Johann Zarco è caduto e la sua Ducati, scivolando, ha preso l’anteriore di Paperino Dovizioso, che in queste situazioni ci rimette sempre.

La Ducati porta Jack Miller al quinto posto, Pecco Bagnaia al sesto (buona rimonta), Danilo Petrucci all’ottavo (la migliore gara della stagione), con Takaaki Nakagami settimo. Complessivamente non è un risultato così negativo, ma a Barcellona, la DesmosediciGP è stata meno competitiva di Yamaha e Suzuki. Preoccupante. Male anche la Ktm: Pol Espargaro è caduto mentre era settimo, il primo al traguardo è Brad Binder, 11esimo. 12esimo Aleix Espargaro con l’Aprilia: i primi dieci, purtroppo, rimangono lontani.

Classifica

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 164.3 40'33.176
2 20 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 164.2 +0.928
3 16 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 164.1 +1.898
4 13 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 164.1 +2.846
5 11 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 164.0 +3.391
6 10 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 164.0 +3.518
7 9 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 164.0 +3.671
8 8 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 163.8 +6.117
9 7 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 163.3 +13.607
10 6 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 163.3 +14.483
11 5 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 163.2 +14.927
12 4 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 163.2 +15.647
13 3 73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 163.1 +17.327
14 2 27 Iker LECUONA SPA Red Bull KTM Tech 3 KTM 162.4 +27.066
15 1 53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 162.4 +27.282
16   38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 162.3 +28.736
17   6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 162.1 +32.643
Non classificato
    88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 163.9 6 Giri
    46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 165.0 9 Giri
    44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 164.1 12 Giri
Primo giro non terminato
    5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati   0 Giro
    4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati   0 Giro

 

  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Yamaha si conferma moto di punta, Fabietto o Vignales se perdono questo mondiale possono solo recriminare se stessi.
  • elr0ndk, Piane Crati (CS)

    Gara abbastanza noiosa senza quasi nessun alto e con tantissimi bassi, dal mio punto di vista.
    Ma il momento peggiore e' stato vedere per l'ennesima volta Dovi finire a terra per colpa di qualcun altro (Petrucci ha innescato + Zarco panic stop).
Inserisci il tuo commento