MotoGP 2020. Andrea Dovizioso: "Dobbiamo partire più avanti. Abbiamo ottenuto il massimo"

MotoGP 2020. Andrea Dovizioso: "Dobbiamo partire più avanti. Abbiamo ottenuto il massimo"
Giovanni Zamagni
Il pilota Ducati analizza le difficoltà di un week end travagliato. Le temperature troppo basse non hanno permesso di lavorare sulla gomma morbida che sarebbe stata la scelta giusta per la gara
18 ottobre 2020

Andrea Dovizioso analizza le difficoltà di Ducati con la solita lucidità tecnica che lo contraddistingue.

"Oggi alla fine abbiamo ottenuto il massimo di quello che potevamo portare a casa perché quando parti indietro con la MotoGP di oggi fai veramente fatica e perché non avevamo più velocità degli altri e quindi non potevamo pensare chissà che cosa. Purtroppo la gomma media non si è comportata come ci aspettavamo perché la morbida sarebbe dovuta calare di più invece si è alzata molto la temperatura e forse la morbida ha funzionato meglio. Abbiamo dei dati da studiare per la prossima gara e speriamo di trovare delle buone condizioni di temperatura il prossimo week end, perché non abbiamo avuto turni per lavorare. In certe curve perdevo tanto, se avremo dei turni in cui le gomme lavorano bene per noi possiamo lavorarci e secondo me abbiamo più margine di miglioramento degli avversari. Tutto sommato partendo così indietro il distacco non è così grosso".

Il discorso della temperatura non è limitato solo ad Aragon e pensando alle prossime gare...
"Sia a Le Mans che qui le gomme morbide per noi si distruggono e non capiamo perché e non riusciamo a non segnarele più degli avversari nel massimo angolo. Io credo che le Yamaha e le Suzuki scorrano molto a centro curva e non cerchino troppo di sfruttare il grip al massimo angolo e quindi portano molta velocità in uscita. Noi invece ci dobbiamo sempre attaccare alla gomma con la nostra caratteristica di stop e go e con  il freddo si distrugge la mescola. Spero non continuerà questo limite perché è complicato, soprattutto al mattino non puoi lavorare".

 

Riesci ad ogni gara a rimanere in corsa per il mondiale. Le possibilità ci sono. 

"Nelle gare alla fine succede sempre qualcosa che ribalta i pronostici. Se dessimo tanta importanza a quello che succede in prova non partiremmo neanche per la gara. Continuiamo a lavorare, oggi ero messo benino come passo ma non ero più veloce dei primi quindi dobbiamo cercare di recuperare posizioni all'inizio e gap dai primi. Nonostante questo siamo riusciti a portare a casa il massimo per la posizione in cui partivamo. Dobbiamo partire più avanti, ma comunque con la scelta di gomma che abbiamo fatto massimo oggi avremmo fatto un paio di posizioni meglio. Dobbiamo fare uno step in avanti e sperare in temperature giuste per poter lavorare perché ne abbiamo assolutamente bisogno".

Ultime da MotoGP

Hot now

Caricamento commenti...

Hot now