GP della Repubblica Ceca

MotoGP 2018. GP Repubblica Ceca. Lo sapevate che...?

- Lorenzo entusiasta della Panigale V4. Yamaha avrà il test team europeo. Stoner non rinnova con Ducati. Le date dei test 2019
MotoGP 2018. GP Repubblica Ceca. Lo sapevate che...?

CONFRONTO 2018/2017

Ecco il confronto, dopo 10 gare, tra i punti realizzati da alcuni piloti nel 2018 e nella passata stagione.

Márquez 181/154 (+27); Rossi 132/132 (+0); Dovizioso 113/133 (-20); Viñales 109/140 (-31); Lorenzo 105/65 (+40); Zarco 97/88 (+9); Petrucci 94/75 (+19); Crutchlow 90/75 (+15); Iannone 81/28 (+53); Miller 61/43 (+18); Rins 58/12 (+46); Pedrosa 57/123 (-66); P.Espargaró 32/21 (+11); A.Espargaró 17/40 (-23).

CONFRONTO IN CASA

Ecco invece il confronto tra compagni di squadra o di moto: chi è arrivato davanti in gara durante la stagione (tra parentesi il confronto in prova)

Dovizioso/Lorenzo 5/4 (5/5); Márquez/Pedrosa 10/0 (8/2) Rossi/Viñales 7/3 (5/5); Petrucci/Miller 7/3 (9/1); Iannone/Rins 7/3 (6/4); A.Espargaró/Redding 5/3 (10/0); P.Espargaró/Smith 7/2 (8/2).

LORENZO ENTUSIASTA DEL WDW E DELLA PANIGALE

La settimana successiva il GP della Germania si è svolto, come è noto, il WDW, il tradizionale appuntamento organizzato dalla Ducati a Misano per i tantissimi appassionati del marchio. Per Lorenzo è stato il primo (e verosimilmente ultimo…), e Jorge, che a fine campionato passerà alla Honda, è rimasto impressionato dall’accoglienza ricevuta. «I tifosi mi hanno trattato benissimo, ho ricevuto un sacco di applausi e nessun commento negativo». Jorge ha poi dato un giudizio sulla Panigale V4. «E’ una moto da strada, ma è quasi una moto da corsa, con un motore spettacolare con 230 cv. Cambio e sospensioni, ovviamente, non possono essere a livello di una MotoGP, ma Pirro ha girato in 1’37” alto, che è davvero un tempone. Sono rimasto impressionato: rispetto a una moto da corsa è meno stabile, si muove anche in rettilineo, ma è incredibile».

DUCATI: SEMPRE IN PISTA AD AGOSTO

Per i piloti Ducati, agosto sarà un mese piuttosto intenso: oltre alle tre gare in calendario – Repubblica Ceca, Austria e Gran Bretagna – Dovizioso e Lorenzo proveranno tre volte su tre piste differenti. Lunedì 6 agosto, come tutti, hanno effettuato i test a Brno; sabato prossimo saranno a Misano, e dopo il GP di Silverstone si trasferiranno ad Aragón. Un lavoro incessante.

100 GP, IL PRIMO IL PIU’ IMPORTANTE

A 25 anni e 148 giorni, Marc Márquez ha disputato a Brno il suo 100° GP: tra i tanti primati, c’è anche quello di essere il pilota più giovane ad aver raggiunto questo traguardo. Ne ricordiamo i numeri, impressionanti: 40 vittorie, 70 podi, 48 pole position, 1.699 punti conquistati. Quale tra questi 100 GP il più bello? «Fortunatamente ci sono stati tanti GP meravigliosi, ma a me piace ricordare il primo, quando ho conquistato il podio al debutto».

YAMAHA UFFICIALIZZA UN TEST TEAM EUROPEO

Nel 2019, anche la Yamaha - come la Ducati con Pirro, la Honda con Bradl e la Suzuki con Guintoli – avrà un suo test team in Europa. «Meglio tardi che mai», ha scherzato (ma non troppo…) Valentino Rossi, decisamente contento di questa scelta fatta dalla Yamaha. «Provare solo in Giappone serve poco, perché le piste sono molto differenti da quelle europee. L’importante sarà avere un pilota veloce e competitivo» ha aggiunto Rossi. Per questo ruolo si fanno i nomi di Bradley Smith e di Jonas Folger, pronto a tornare in moto dopo i problemi fisici che lo hanno costretto a lasciare la Yamaha Tech3 nel finale del 2017. Secondo Valentino, un test team così può svolgere anche un altro, importantissimo lavoro. «Con 19 gare e 4 o 5 test durante la stagione, l’impegno diventa enorme: è importante che un po’ di prove vengano fatte dal collaudatore».

STONER NON RINNOVA CON DUCATI

A proposito di collaudatori, motorsport.com ha rivelato che Casey Stoner non è intenzionato a rinnovare il contratto di collaudatore con la Ducati, perché la spalla infortunata alla 8 ore di Suzuka del 2015 – dove cadde per una rottura meccanica della sua Honda – continua a dargli fastidio: tanto che Casey si è operato nel mese di luglio. Stare in forma per guidare una MotoGP, anche se solo in un paio di occasioni, costa troppo impegno, e per questo Stoner avrebbe deciso di smettere di farlo.

RISSE: “GIUSTO USARE IL TELAIO IN TUBI”

Sebastian Risse, direttore tecnico della KTM, si dice più che soddisfatto del rendimento del telaio in tubi, utilizzato solo dalla Casa austriaca. «E’ stata una scelta logica: rispetto al telaio perimetrale in alluminio, questo tipo di struttura in tubi di acciaio ti permette di seguire uno sviluppo passo dopo passo».

ECCO LE DATI DEI TEST 2019

Ufficializzate le date dei test invernali. Ecco quelle della MotoGP: Valencia 20 e 21 novembre (il martedì e il mercoledì dopo il GP della Comunità Valenciana); Jerez 28 e 29 novembre; Sepang Shakedown (quindi solo per i collaudatori) 1, 2 e 3 febbraio; Sepang 6, 7 e 8 febbraio; Qatar 23, 24 e 25 febbraio.

TAVULLIA SI RIEMPIE DI DISEGNI

Bellissima iniziativa del Fans Club Valentino Rossi: da martedì, Tavullia, il paese di Valentino, verrà riempito di disegni realizzati da bambini di tutto il mondo, che tappezzeranno completamente le strade. Un tocco di colore e di felicità.

SUZUKI: ELETTRONICA E TELAIO

Presente a Brno come wild card, il collaudatore Sylvain Guintoli ha testato in gara un’elettronica evoluta e una piccola modifica del telaio, che poi i piloti ufficiali hanno provato nei test di lunedì.

PUIG CADE IN BICI

Alberto Puig si è presentato a Brno con il braccio sinistro ingessato e varie escoriazioni. Cosa è successo? «Sono caduto in bici» ha scosso la testa Alberto, ironizzando su sè stesso sulla sua cronica capacità di farsi male. Con la MTB? «Ehi, non scherzare, con la bici da corsa: la MTB è roba da americani» ha replicato secco.

DE ANGELIS RINUNCIA A CORRERE

Attualmente, Alex De Angelis come noto fa, tra l’altro, il commentatore tecnico per SKY, con preziosi interventi dai box, e segue Federico Foligni, pilota della Moto2. Foligni si è fatto male a una spalla, durante la pausa, allenandosi con la moto da cross e ha dovuto rinunciare al GP della Rep.Ceca. Il team Tasca ha cercato così un sostituto, offrendo la moto di Foligni anche allo stesso De Angelis. «Sì, c’era questa possibilità, e anche Federico me l’ha chiesto. Ma ho detto di no, perché non guido a un certo livello da troppo tempo e non mi sembrava il caso di fare una brutta figura».

IO L’AVEVO DETTO

Giovanni Zamagni (moto.it, lunedì 16 luglio): “In Italia i diritti sono in scadenza e si sta discutendo tra Sky e la Dorna. Le due parti, però, sarebbero piuttosto lontane – a livello economico, naturalmente – e non è così scontato che si arrivi a un accordo”. Qualche giorno dopo, Dorna e Sky hanno rinnovato il contratto per altri tre anni, prolungandolo fino al 2021.

  • Nick_Farl_4014655, Agugliano (AN)

    penso che a ducati non importi nulla di rinnovare con stoner.
  • fragiga, Vimercate (MB)

    Tavullia si riempie di disegni: chissà' quale sarà' l'oggetto "liberamente" scelto dai bambini.
Inserisci il tuo commento