GP d'Australia

MotoGP 2018. Dovizioso: "Questa pista evidenzia i nostri limiti"

- Il peggior risultato stagionale in qualifica non sorprende Andrea: “Siamo migliorati dall’anno scorso, ma i nostri problemi a centro curva rimangono. E con il vento, per noi diventa più difficile che per gli altri. Iannone ha il passo migliore, poi Marquez e Vinales: difficilissimo salire sul podio”
MotoGP 2018. Dovizioso: Questa pista evidenzia i nostri limiti

PHILLIP ISLAND – Il peggior risultato stagionale in qualifica – nono – certifica che la Ducati e Andrea Dovizioso continuano a faticare a Phillip Island: aspettiamo la gara per dare un giudizio definitivo, ma sembra evidente che certi problemi rimangono.


«Il podio non è impossibile, ma molto difficile sì. E’ vero che siamo migliorati rispetto al 2017 anche su questa pista, ma per qualche motivo il vento ci dà più fastidio che agli altri: sembra che i nostri problemi a centro curva siano amplificati dal vento. E’ una considerazione, non una convinzione (come dire: non sono sicuro che sia esattamente così, NDA). Avendo migliorati in certi aspetti rispetto all’anno scorso, si dà meno importanza ai nostri difetti, ma ci sono e qui facciamo fatica. Siamo più vicini in velocità e questo mi permette di fare un giro in linea con i migliori, ma non riesco a tenerlo per 27 giri».

 

E’ un po’ una doccia fredda?

«Per me no. Credo di sapere bene perché da Brno in poi ci siamo giocati le vittorie, perché siamo andati forte e come lo abbiamo fatto: la speranza c’è sempre, ma conosciamo i nostri limiti. Per questo è importante correre qui in questo momento: ci serve per raccogliere maggiori informazioni per l’inverno».

 

Qual è l’obiettivo?

«Devo portare a casa il massimo possibile, con un occhio a Valentino: partiamo dalla stessa fila, ce la possiamo giocare, ma la Yamaha qui è più competitiva».

 

Chi è il favorito?

«Iannone ha un passo diverso da tutti gli altri con le gomme usate. Poi ci sono Marquez e Vinales, poi un gruppone con me, Rossi, Zarco, Rins, Petrucci».

 

Sarà un’altra gara di gruppo?

«Speriamo…».

 

  • Marci 1952, Milano (MI)

    Grande Dovi, primo delle Ducati.
  • Fortu G., Roma (RM)

    su SKY hanno fatto rivedere la gara del 2011 dove STONER vinceva su Simoncelli e Dovizioso, Dovi era con la HRC e vinceva la battaglia con Pedrosa che all'epoca era molto piu' forte.. per cui non ci possiamo bere la barzelletta del Dovi che non sa curvare, è forte nelle staccate quello si ma con una Honda che curvava Doci era a podio, certo aveva un certo Stoner come terza moto HRC a vincere il modniale per cui non ce lo ricordiamo Dovi come pilota perche' c'era Stoner, ma oggi Stoner dov'è ? e Dovi dov'è?
Inserisci il tuo commento