test motogp

MotoGP 2018. Dovizioso: "Più contento del previsto"

- Andrea mette tutti d’accordo: è lui il pilota da battere nel primo GP dell’anno. “I tempi mi vengono facilmente e ho un buon passo: qui la nostra moto è davvero competitiva. Attenzione, però: oggi tanti piloti sono stati veloci”
MotoGP 2018. Dovizioso: Più contento del previsto

LOSAIL – Veloce, costante, sicuro di sé, perfettamente a suo agio con la Ducati. Non solo qui in Qatar, ma anche in Malesia e in Thailandia. Ovvio che Andrea Dovizioso venga indicato da tutti come il favorito per la vittoria del GP inaugurale. Il Dovi non si nasconde.

«E’ stato sicuramente un inverno positivo e dopo questo test sono molto soddisfatto della nostra velocità: siamo ancora più competitivi dell’anno scorso. I tempi mi vengono facilmente e riesco a essere costante, ma per la gara molto dipenderà dal grip che troveremo. In questi tre giorni la pista era veramente in buone condizioni, ma potrebbe cambiare. Inoltre, come mi aspettavo, oggi siamo tutti più vicini e sono in tanti ad avere un buon passo. E’ vero però che sono stato veloce in ogni condizione: vado a casa più contento del previsto».

 

Hai deciso quale telaio utilizzare?

«Per la verità no. Abbiamo lavorato bene, abbiamo fatto confronti accurati, ma sono veloce con entrambi. Non è ancora chiaro quale scegliere, ma non è sicuramente un problema».

 

Potresti quindi avere due telai differenti anche in gara?

«Non credo. Probabilmente ne sceglieremo uno e faremo ulteriori prove con l’altro quando ci sarà l’opportunità».

 

Come è andato il test con l’acqua?

«Io e Petrucci ci siamo messi d’accordo per uscire insieme. In pista c’era tanta acqua, ma si vedeva bene. Quando però siamo arrivati in rettilineo, con lui davanti e io dietro, la situazione è diventata più critica, nonostante fossimo solo in due. Molto dipende da quanta acqua c’è sull’asfalto».

  • Ciambel, Cesena (FC)

    Il Dovi non è un trascinatore di folle e difficilmente si sbilancia sul positivo abbondante ma trovarlo soddisfatto è un buon punto di partenza per sperare di vederlo sempre a battersi per il podio anche se quest'anno dovrebbe esserci anche la Suzuki ogni tanto tra i migliori (l'anno scorso erano out) Zarco con un anno in più fa paura , la Yamaha è altalenante ma penso ci sarà anche lei senza parlare di Marquez che resta l'uomo da battere o cmq da tenere d'occhio per il campionato. Nonostante tutto forza Dovi , speriamo di rivedere un altro bel campionato combattuto fino alla fine!!
  • mael56, Baiso (RE)

    un bravo ragazzo , un bravo pilota cos'altro c'è da dire , se vince il mondiale siamo tutti contenti se non lo vince tutto normale ....
Inserisci il tuo commento