Test MotoGP

MotoGP 2018. Dovizioso: “Meglio dell’anno scorso”. Lorenzo: “Domani sarà diverso”

- Umori opposti in Casa Ducati: Andrea è contentissimo, Jorge piuttosto preoccupato. "I tempi mi vengono con facilità" dice l’italiano. “Non ho usato gomme soffici” si difende lo spagnolo, ma i problemi sono evidenti
MotoGP 2018. Dovizioso: “Meglio dell’anno scorso”. Lorenzo: “Domani sarà diverso”

LOSAIL – Il tempo sul giro è buonissimo, il passo ottimo: difficile fare di più. Giustamente, quindi, Andrea Dovizioso è soddisfatto.

«Nonostante si sia perso tempo per la pioggia iniziale (poche gocce, ma hanno inevitabilmente ritardato l’entrata in pista dei piloti, NDA) alla fine è stato possibile provare tutto il materiale e in buone condizioni. Sono stato veloce, riuscendo addirittura a fare il mio miglior tempo durante la simulazione di 10 giri. Sono contento, ho un ottimo passo».


Hai fatto la comparativa tra i due telai?

«Sì, utilizzando quello nuovo nella simulazione. Ancora non ho deciso quale scegliere, le differenze sono minime, con entrambi i tempi vengono facilmente».


Domani bisognerà per forza sceglierne uno dei due?

«Sarebbe meglio, ma non è obbligatorio, si può anche venire qui alla gara con i due telai».


Quale preferisci?

«Al momento siamo 50 e 50: vado forte con tutti e due, non cambia tanto e il feeling è più o meno lo stesso».


Ti senti il pilota da battere?

«Calma, sono solo test. Qui la nostra moto è sempre andata bene, la 2018 è ancora più competitiva. I tempi mi vengono facilmente, in questo momento conta questo».

LORENZO: “LA CARENATURA SENZA ALI NON E’ LA SOLUZIONE”

Decisamente diversa la giornata di Jorge Lorenzo, in difficoltà nel tempo sul giro e nel passo. Per provare a risolvere i problemi, Jorge ha anche provato a lungo la carenatura senza appendici aerodinamiche, senza, però, trovare particolari benefici.
 

«Oggi abbiamo provato le due carenature per vedere quali siano i punti forti e deboli dell’una e dell’altra soluzione. Senza le ali la moto si comporta meglio a centro curva, ma è peggio in staccata: non mi sembra la soluzione adatta a me per fare un passo in avanti. Ma era giusto fare queste prove, volevo vedere, dopo tanti mesi, il comportamento di questa carenatura. Non essendo veloce, oggi abbiamo risparmiato gomme le soffici per domani: sono convinto che saremo più vicini. Purtroppo, però, soffriamo anche sulla distanza, in particolare quando cala la temperatura. E’ stata una giornata difficile, ma domani sarà diverso».

  • David.verdi, Fidenza (PR)

    @ghero si hai ragione e concordo con te
  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Se quest' anno Lorenzo non sta davanti al Dovi ..... tanti altarini che si sciolgono al sole .... tutti bravi sulla Yamaha ....
Inserisci il tuo commento