MotoGP

Loris Capirossi su Marc Marquez: “Vorrei vederlo su una Ducati”

- L’ex campione del mondo ha parlato proprio in questi giorni con Marc Marquez: “Soffre per la situazione, ma l’ho visto molto positivo”. E su Fabio Quartararo: “E’ normale che faccia pressione su Yamaha”
Loris Capirossi su Marc Marquez: “Vorrei vederlo su una Ducati”

“Ho parlato proprio in questi giorni con Marc Marquez, soffre per la situazione che sta vivendo, ma l’ho visto positivo” – A raccontarlo è Loris Capirossi che, ieri, è stato il protagonista del podcast della Gazzetta dello Sport. L’ex campione del mondo e oggi tra i personaggi di riferimento della MotoGP, visto il suo ruolo in Dorna, ha lasciato per qualche minuto i panni istituzionali, vestendo nuovamente quelli dell’appassionato e del personaggio che per primo ha cominciato a scrivere la storia di Ducati in MotoGP. E, a proposito di Marc Marquez, ha parlato da tifoso: “Ducati è cresciuta tantissimo, Pecco Bagnaia è arrivato ad un passo dal vincere il titolo, ma non nascondo che mi piacerebbe davvero tanto vedere Marc Marquez su una Desmosedici”.

Magari in futuro è qualcosa che accadrà davvero, anche se adesso, come ha precisato lo stesso Capirossi, non è certo il tempo di pensare al mercato, visto che per l’otto volte campione del mondo ci sono questioni più contingenti da risolvere: “Marc è stato sfortunato – ha aggiunto - ha avuto problemi anche quest'anno e quando ha cominciato ad andare bene si è ritrovato a fare i conti con un nuovo infortunio. Mi dispiace che soffra così, spero di rivederlo sorridere in pista . Gli ho parlato qualche giorno fa, ha un atteggiamento positivo, sarà un inverno difficile ma dice che vorrà esserci per i test di Sepang. Vedremo”.

Così come sarà da vedere quale sarà il futuro della MotoGP dopo Valentino Rossi. “Vale ha dato tantissimo a questo sport e non scomparirà dalla MotoGP smettendo di correre – ha aggiunto Capirossi – Chiudere con le corse è una decisione difficile, ma quando senti che è arrivato il momento devi farlo. La sua è stata una carriera lunghissima e scendere dalla moto gli sarà costato, ma l’ho visto molto sereno”. Quanto al dopo Valentino Rossi, infine, Loris Capirossi ha speso parole per altri due giovani piloti: uno è il campione del mondo, Fabio Quartararo, e l’altro è Enea Bastianini.

“Enea ha molto talento – ha detto - Sono rimasto sorpreso perché è stato molto bravo nella sua prima stagione in MotoGP . Farà bene anche nel Team Gresini. I figli di Fausto e Nadia non hanno grande esperienza, ma hanno un gruppo esperto e possono fare un grande campionato. Fausto era una persona onesta, ma molto diretta, una persona pura e molto buona”. Quanto a Fabio Quartararo, invece, per Loris Capirossi c’è un nodo da risolvere: il rapporto con Yamaha che, adesso, dovrà accontentarlo. “Fabio è in perfetta sintonia con la Yamaha, ha una guida pulita – ha concluso - È normale che se nell'ultimo test vedi i rivali portare tante novità, il pilota va a vedere le altre moto e chiede spiegazioni. È normale che faccia un po’ di pressione sul suo costruttore, ma sarà a Sepang che vedremo davvero le moto del 2022”.

  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Vedo più pericolosa Honda di Ducati .... poi ci sono le gomme vera e propria catastrofe per questo sport, più che MM sogno un fondo internazionael dei costruttori di moto che prendono i diritti di Dorna ....
  • 2T4Ever, Verbania (VB)

    Io invece avrei voluto vedere un finale di 250 diverso da come è poi andato nella realtà.
    Un saluto a Tetsuya.
Inserisci il tuo commento