LIVE - Il GP 2019 della Malesia. I commenti dei piloti

LIVE - Il GP 2019 della Malesia. I commenti dei piloti
Giovanni Zamagni
Giovanni Zamagni commenta in tempo reale da Sepang il GP della Malesia 2019. Cronaca, risultati, foto e analisi. Tutto dal vivo
31 ottobre 2019

Giovanni Zamagni commenta in tempo reale da Sepang il GP della Malesia 2019. Cronaca, risultati, foto e analisi. Tutto dal vivo

Live concluso

  • 3 novembre 2019 - ore 09:39
    Franco Morbidelli ai microfoni di SKY: “Ho fatto una buonissima partenza, gran scatto, ero contento di quello. Poi è arrivato Miller, ho perso un po’. Poi è stata una gara particolare, non avevo più le sensazioni delle prove e mi sono dovuto mettere in testa solo di mantenere il passo e portare la moto alla fine. Poi è arrivato anche Fabio, abbiamo fatto un po’ di lotta, alla fine l’ho spuntata: dobbiamo capire perché in prova va tutto bene, poi in gara fatichiamo. In gara soffriamo per il grip, ne ho meno, soffro di più degli altri”
  • 3 novembre 2019 - ore 09:34
    Fabio Quartararo ai microfoni di SKY: “Una gara molto difficile, sono partito malissimo, anche il primo giro, avevo molto problemi in staccata, non potevo frenare. Solo quando ho passato Miller ho fatto dei tempi migliori, ma va bene così. Non me la sono presa con Morbidelli, ero solo scocciato perché facevo troppa fatica con il freno. Il problema non è stata la scelta della gomma posteriore, ero in difficoltà con l’anteriore. Dobbiamo stare tranquilli e lavorare bene per Valencia, capire cosa è successo”.
  • 3 novembre 2019 - ore 09:28
  • 3 novembre 2019 - ore 09:26
    Qui sotto le parole di Marc Marquez
  • 3 novembre 2019 - ore 09:24
    Il primato più bello di oggi è mio fratello campione del mondo. Gara dura: mi sono divertito molto con dovizioso, tutti e due abbiamo dato il massimo, un primo giro perfetto. Ma Maverick oggi era più forte, ho fatto fatica a seguirlo: alla fine è andata meglio delle aspettative. E’ un giorno molto emozionante, prima per la morte del ragazzino indonese, lo conoscevo. Ma qui sappiamo tutti il rischio che c’è in questo mondo. Tutti oggi hanno corso per lui. Sapevo che la gara si poteva decidere al primo giro: se partivo forte, sapevo di poter fare bene. Ho perso un po’ di tempo con Miller, Vinales ha preso qualche metro, ma lui era più forte. L’unica possibilità era come Phillip Island: prenderlo subito all’inizio e stare con lui. Qui il motore è importante, ma non è l’aspetto più importante: noi avevamo poco grip, la gomma calava tanto. Ho fatto dei giri forti, ma poi ho dovuto controllare. La Yamaha nella seconda parte della stagione è cresciuta tanto. Dopo la gara di mio fratello ero distrutto, ma non è una scusa. Dovi ha provato subito a passare Miller, e anch’io, ma Miller è tosto, stacca molto forte. Abbiamo fatto due, tre giri dietro a lui, abbiamo perso un po’, ma non avevo comunque la velocità. Per noi questo è un gioco, ecco perché io e mio fratello giochiamo a boccette e a freccette…”.
  • 3 novembre 2019 - ore 09:17
  • 3 novembre 2019 - ore 09:16
    Andrea Dovizioso ai microfoni di SKY: “E’ abbastanza la mia caratteristica portare a casa punti. Oggi il podio era troppo importante, mai in passato sul podio sull’asciutto qui. Non avevo il passo di Marquez, speravo di averlo, ma mi è calata tanto la gomma. Ci ho provato, ma mi è calata la gomma e facevo dei lunghi. Rossi dietro non molla mai, ma è bello lottare con lui: è sempre aggressivo, ma pulito, sai sempre come reagire. Miller poteva stare un po’ più tranquillo all’inizio… Ma ero con Marquez e lui è andato: Jack fa la sua gara, ma ha senso farlo se hai la velocità. Ma non sarebbe cambiato nulla. Phillip Island ho fatto striamo perché avevo sbagliato una curva, in Giappone ho fatto terzo: non dovevo tornare da nessuna situazione critica. Ma purtroppo non basta per gli obiettivi che abbiamo”.
  • 3 novembre 2019 - ore 09:10
    Maverick Vinales ai microfoni di SKY: “Ero obbligato a partire bene! A Phillip Island avevo la possibilità di vincere, ma avevo sbagliato al via, questa volta sono stato efficace: non era facile battere la Honda e la Ducati. Qui dal primo giorno mi sono trovato molto bene, potevo guidare pulito, sapevo dove passare, alla 10-11 avevo la possibilità di passare e li l’ho fatto con Miller. Poi il mio lavoro era quello di spingere, spingere, spingere: l’ho fatto. Già da un po’ di gare ho fatto un cambiamento nei primi giri, più o meno da Misano, ma qui e in Australia molto bene. Abbiamo trovato un set up un po’ meglio per tutte le condizioni e oggi ho spinto più che mai. Qui in passato avevo sempre sofferto con la MotoGP, ma questa volta ero molto deciso, sapevo di avere l’opportunità di vincere e ce l’ho fatta. Per il momento è una bel finale di stagione. Tutti i piloti Yamaha stanno andando molto veloce, per me è importante continuare così e pensare solo a me”
  • 3 novembre 2019 - ore 08:42
  • 3 novembre 2019 - ore 08:42
    Finale Vinales Marquez dovizioso rossi rins morbidelli quartararo miller petrucci
  • 3 novembre 2019 - ore 08:40
    Rossi allunga su rins e si avvicina di nuovo a dovizioso
  • 3 novembre 2019 - ore 08:40
    Inizia l’ultimo giro, Vinales ha 3”5 di vantaggio, dovizioso è relativamente tranquillo, Rins attaccato a rossi
  • 3 novembre 2019 - ore 08:39
    Mir penalizzato con un long lap penalty, giusto A rischio il quarto posto di rossi
  • 3 novembre 2019 - ore 08:38
  • 3 novembre 2019 - ore 08:38
    Il contatto tr Amir e zarco è sotto investigazione: secondo me mir da sanzione
  • 3 novembre 2019 - ore 08:38
    Due giri e mezzo dal termine, gara di nervi tra dovi e rossi. Zarco è stato centrato da mir, ecco perché è caduto
  • 3 novembre 2019 - ore 08:36
    17 giro Rossi passa dovizioso, dovi ripassa in rettilineo, entra Valentino alla 15 ma va largo, incrocia dovizioso e torna terzo. Cade Zarco, lungo di morbidelli
  • 3 novembre 2019 - ore 08:34
    Anche a rossi viene comunicato (era ora…) che sta arrivando Rins. Sfida in casa tra morbidelli equartararo pe ril sestoposto
  • 3 novembre 2019 - ore 08:34
    Dovizioso guadagna in due punti, in uscita dalla 14 e in uscita dalla 15, nel resto del circuito guadagna rossi. Sfida tra due filosofie di moto completamente differenti
  • 3 novembre 2019 - ore 08:33
    Vinales ha 2”5 di vantaggio, la sfida interessante in pista è quella per il podio tra dovizioso, rossi e rins
  • 3 novembre 2019 - ore 08:32
    15 giro Dovizioso 2’00”633 Rossi 2’00”729 Rins 2’00”528 Cade crutchlow alla 15
  • 3 novembre 2019 - ore 08:31
    Rins si avvicina, rossi non riesce a passare dovizioso, che continua gestire una moto complicata, ma veloce in rettilineo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:30
    Rins a meno di un secondo, Miller davanti a Zarco di nuovo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:30
  • 3 novembre 2019 - ore 08:30
    Zarco pronto ad attaccare Miller per l’ottava posizione. Nuovo incrocio tra rossi e dovizioso, vola qualcosa in rettilineo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:28
    Crutchlow viene passato anche da mir, adesso è 12esimo. Miller cede è ottavo: questo conferma le grandi difficoltà della ducati
  • 3 novembre 2019 - ore 08:27
    Effettivamente dal box ducati segnalano a dovi che si sta avvicinando rins
  • 3 novembre 2019 - ore 08:27
    13 giro Rossi forza alla nove, passa, va lungo dovizioso incrocia e si riporta davanti. Ma è attaccato con le unghie
  • 3 novembre 2019 - ore 08:26
    Dovizioso e rossi devono stare attenti a rins: è a 1”468 da loro, in questo giro ha recuperato mezzo secondo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:25
    Dovizioso e rossi fanno tempi molto simili, ma la sensazione è che se Valentino riuscisse a passare potrebbe allungare Caduto Iannone alla nove, pilota ok
  • 3 novembre 2019 - ore 08:25
  • 3 novembre 2019 - ore 08:24
    Crutchlow è a 1”2 da zarco, tra loro c’è petrucci: per cal non sarà semplice accettare di arrivare dietro al francese
  • 3 novembre 2019 - ore 08:24
    Aprilia: a.espargaro 14esimo, Iannone 16esimo, i due sono separati da 5 secondi
  • 3 novembre 2019 - ore 08:24
    Dovizioso è in difficoltà, è in modalità gestione
  • 3 novembre 2019 - ore 08:24
    Petrucci è 0”578 da zarco, nono
  • 3 novembre 2019 - ore 08:23
    Dovizioso guadagna in rettilineo, rossi guadagna nelle curve: è evidente la differenza tra le due moto in ogni settore. Vinales mantiene 1”690, lorenzo 18esimo a 19”945, ben più di 2 secondi al giro: inaccettabile
  • 3 novembre 2019 - ore 08:19
    Dovizioso è in evidente difficoltà, ma per rossi non sarà semplicissimo passarlo considerando la velocità della ducati
  • 3 novembre 2019 - ore 08:18
    Rossi incollato a dovizioso, Marquez recupera un decimo a vinales
  • 3 novembre 2019 - ore 08:18
  • 3 novembre 2019 - ore 08:18
    Lorenzo prende due secondi al giro
  • 3 novembre 2019 - ore 08:16
    7 giro Vinales e Marquez fanno tempi più o meno in fotocopia, distacco sempre di 1”577. Dobvizioso è a 1”286 da mai, rossi a 0”734 da dovi. Contento rins miller, vola un’ala di rins
  • 3 novembre 2019 - ore 08:15
    7 giro Rossi passa bene miller, adesso, può prendere un pelo di vantaggio prima del rettilineo dopo la 14
  • 3 novembre 2019 - ore 08:14
    Dovizioso ha una coppia di soffici, gli altri hanno le medie (tranne miller). Adesso sembra un po’ in difficoltà, i due spagnoli scappano
  • 3 novembre 2019 - ore 08:13
    Infatti miller lo svernicia in rettilineo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:13
    Marquez sta allignando su dovizioso, che deve difendersi da miller. Passa rossi, ma adesso c’è il rettilineo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:13
  • 3 novembre 2019 - ore 08:11
    5 giro Vinales ha oltre 1”6 di vantaggio: ricordo che Maverick è l’unico che quest’anno ha battuto Marquez per distacco, ad Assen
  • 3 novembre 2019 - ore 08:11
    Rossi non riesce a passare miller, sta perdendo il treno di Marquez e dovizioso
  • 3 novembre 2019 - ore 08:10
    4 giro Solo Vinales sotto i 2’00 (1’59”844), attenzione a rins dietro. Quartararo in grande difficoltà
  • 3 novembre 2019 - ore 08:09
    Rossi molto aggressivo, sta provando a passare miller, ma non ce la fa per la velocità della ducati
  • 3 novembre 2019 - ore 08:09
  • 3 novembre 2019 - ore 08:09
    3 giro Vinales +1”3, rossi giro veloce in 1’59”661
  • 3 novembre 2019 - ore 08:07
    3 giro Marqwuez passa alla 14, adesso è secondo, poi miller prova all’ultima curva, ma non ce la fa
  • 3 novembre 2019 - ore 08:07
    Zarco è nono, Crutchlow 11esimo, lorenzo 18rsimo
  • 3 novembre 2019 - ore 08:06
    2 giro Vinales 1’59”931 Miller 2’00”101, Marquez 2’00”435 Dovizioso 2’00”823 Rossi 2’01”163
  • 3 novembre 2019 - ore 08:04
  • 3 novembre 2019 - ore 08:04
    Rossi adesso è quinto, ha recuperato subito dopo una brutta partenxa Vinales sta scappando
  • 3 novembre 2019 - ore 08:04
    Carenata di marquez all’ultima curva, è secondo, miller replica alla 1 della seconda curva
  • 3 novembre 2019 - ore 08:03
  • 3 novembre 2019 - ore 08:02
    1 giro Dovi 3, marquez 4
  • 3 novembre 2019 - ore 08:02
    partenza Miller vinales Morbidelli dovizioso Marquez quartana Rins Petrucci rossi Zarco crutchlow
  • 3 novembre 2019 - ore 07:59
    MOTOGP Scelta gomme: Dovizioso e Miller sono i soli ad aver montato una soffice all’anteriore, tutti gli altri hanno una media. Al post: dovizioso, Abraham, quartararo, e miller hanno la soffice, tutti gli altri hanno la media
  • 3 novembre 2019 - ore 07:34
  • 3 novembre 2019 - ore 07:33
  • 3 novembre 2019 - ore 07:32
  • 3 novembre 2019 - ore 07:28
    Alex Marquez ai microfoni di SKY: “Non ho parole per descrivere il mio sentimento. E’ stata una gara molto dura, sempre al limite dal primo all’ultimo giro. Soffrivo tanto con la gomma anteriore: è stato un anno quasi perfetto. E’ stato un anno molto positivo per la famiglia Marquez: è un sogno vincere per la seconda volta il titolo nello stesso anno”.
  • 3 novembre 2019 - ore 07:20
  • 3 novembre 2019 - ore 07:20
  • 3 novembre 2019 - ore 07:07
  • 3 novembre 2019 - ore 07:07
  • 3 novembre 2019 - ore 07:06
  • 3 novembre 2019 - ore 07:06
  • 3 novembre 2019 - ore 07:06
  • 3 novembre 2019 - ore 07:01
    Marquez campione del mondo!
  • 3 novembre 2019 - ore 06:58
    Ultimo giro: luthi non ce la fa, a Marquez basta il secondo posto
  • 3 novembre 2019 - ore 06:57
  • 3 novembre 2019 - ore 06:55
    Si stanno compattando: maerquez è a 0”445 da binder, luthi è a 0”569 da marquez
  • 3 novembre 2019 - ore 06:54
    Luthi è stato il più veloce nell’ultimo giro, ma solo per pochi millesimi rispetto a marquez
  • 3 novembre 2019 - ore 06:54
    Marquez recupera mezzo secondo, ma non Alex a essere andato più forte, ma è stato binder a rallentare
  • 3 novembre 2019 - ore 06:52
    Luthi è lì, vede marquez a 0”7, ma non lo avvicina mai, nonna il ritmo
  • 3 novembre 2019 - ore 06:50
    13esimo giro Binder 2’06”957 Marquez 2’07”123 Lutti 2’07”284
  • 3 novembre 2019 - ore 06:48
  • 3 novembre 2019 - ore 06:48
    11 giro Largo marquez all’ultima curva, riesce a chiuderla, ma sembra un po’ in difficoltà ogni volta che prova a spingere più forte
  • 3 novembre 2019 - ore 06:47
    Marquez adesso ha girato più veloce di Binder, ma al momento non ha il passo per andarlo a prendere.
  • 3 novembre 2019 - ore 06:42
    A 10 giri dalla fine. Binder ne ha molto di più, luthi terzo spinge per tornare vicino a marquez
  • 3 novembre 2019 - ore 06:36
  • 3 novembre 2019 - ore 06:03
    Lorenzo Dalla Porta ai microfoni di SKY: “All’inizio ero in difficoltà, con la gomma dura dietro non riuscivo a staccare bene. Poi, quando la gomma si è un po’ usurata andava meglio, la caduta di rodrigo ha condizionato la gara, ero dietro e mi sono ritrovato davanti. Ho cercato di fare il ritmo, la moto andava forte. Vietti aveva più percorrenza di me, io cercavo di ripassarlo sempre: oggi non avevo niente da perdere e ci ho provato in tutti i modi. La mia Honda è uguale alle altre, ma il mio team fa sempre un gran lavoro: forse la mia corporatura aiuta. Verso metà gara, facevo sempre molto largo l’ultima curva. Era una tattica per farla stretta nel giro finale. Arenas e Vietti erano molto forti in percorrenza, io dovevo adattarmi, entrare più piano per uscire più forte. Dedica al ragazzo scomparso ieri”.
  • 3 novembre 2019 - ore 05:53
    Celestino Vietti ai microfoni di SKY: “E’ stata una gara dove mi trovavo veramente bene, andavamo molto forte eravamo competitivi. L’ultimo giro ci ho provato, sono stato davanti, ho provato ad andare via: purtroppo ho fatto un errore alla 7 e alla 10 arenas è entrato troppo cattivo. Peccato, la moto andava veramente bene, il team mi sta aiutando moltissimo. In questo momento sono un po’ arrabbiato, ma fra poco mi passa”.
  • 3 novembre 2019 - ore 05:50
    L’ultimo pilota della moto3 a vincere tre gp consecutivi era stato Joan Mir nel 2017. Se dalla porta dovesse trionfare anche a Valencia, entrerebbe nel libro dei primati come il primo pilota a conquistare 4 gp di fila nella moto3
  • 3 novembre 2019 - ore 05:43
    Terza vittoria consecutiva, quarta stagionale (più di tutti), quinta della carriera per un bravissimo lorenzo dalla porta
  • 3 novembre 2019 - ore 05:43
    Grandissima vittoria di dalla porta, terza consecutiva. Peccato per vietti, protagonista di sorpassi incredibili nell’ultimo giro
  • 3 novembre 2019 - ore 05:39
    Vietti attacca alla 2 Poi ripassa dalla porta, poi di nuovo vietti con un gran sorpasso
  • 3 novembre 2019 - ore 05:37
    Inizia l’ultimo giro: dalla porta può sfruttare una moto velocissima, ma è tutto aperto
  • 3 novembre 2019 - ore 05:35
    A due giri dalla fine, 10 piloti in 1”232
  • 3 novembre 2019 - ore 05:34
  • 3 novembre 2019 - ore 05:34
    Dalla porta sbaglia una marcia, lo passano in due
  • 3 novembre 2019 - ore 05:32
    Come sempre, la moto di lorenzo dalla porta è la più veloce del gruppo di testa: grande squadra il team leopard, tre mondiali negli ultimi cinque anni
  • 3 novembre 2019 - ore 05:30
    In sette per la vittoria
  • 3 novembre 2019 - ore 05:28
    Niente, non ce la fa a scappare, le scie permettono il ricongiungimento
  • 3 novembre 2019 - ore 05:28
    12 giro Dalla porta prova a scappare, ha quasi mezzo secondo di vantaggio. Ricordo che lorenzo, già campione del mondo, ha vita le ultime due gare
  • 3 novembre 2019 - ore 05:25
  • 3 novembre 2019 - ore 05:24
    Canet adesso è ottavo dopo una partenza al rallentatore: è a 1”9 da dalla porta, adesso primo
  • 3 novembre 2019 - ore 05:22
    Cadono anche migno e toba
  • 3 novembre 2019 - ore 05:20
    Cade binder, pilota ok
  • 3 novembre 2019 - ore 05:20
    8 giro Adesso sono già in otto in 1”0, ma da dietro ne stanno arrivando altri
  • 3 novembre 2019 - ore 05:20
  • 3 novembre 2019 - ore 05:18
    Dietro hanno girato un paio di decimi più veloci dei primi 4, c’è ancora tempo per ricucire lo strappo
  • 3 novembre 2019 - ore 05:18
    La caduta di Suzuki, lopez e rodrigo (che ha causato involontariamente la caduta degli altri due piloti) ha spezzato il gruppo: adesso ci sono dalla porta, vietti arenas e Masia in tre decimi a giocarsi la vittoria, migno, quinto, è staccato di 1”2
  • 3 novembre 2019 - ore 05:16
    Poi Lopez prende la moto di Rodrigo, vola in area e cade brutto sull’asfalto. È sofferente, ma ok
  • 3 novembre 2019 - ore 05:14
    Cade rodrigo e Suzuki non può che cadere insieme a lui
  • 3 novembre 2019 - ore 05:14
  • 3 novembre 2019 - ore 05:14
  • 3 novembre 2019 - ore 05:11
    Masia sta ricucendo il buco con i primi dieci. Grande gara, fino adesso, di Masia, partito ultimo
  • 3 novembre 2019 - ore 05:11
    4 giro 10 piloti in 1”1: Ramirez, rodrigo, Suzuki, arenas, mcphee, binder, Lopez, vietti, dalla porta e Arbolino. Poi c’è un buon di 0”8 per arrivare a Masia (caduto nel giro di allineamento e partito dall’ultima posizione )
  • 3 novembre 2019 - ore 05:09
    3 giro Gruppo compatto, Suzuki prova a fare uno’ di differenza, ma non ci riesce
  • 3 novembre 2019 - ore 05:06
    MOTO3 PARTENZA Ramirez Suzuki arena mcphee binder rodrigo vietti migno e dalla porta
  • 3 novembre 2019 - ore 03:08
    Joan Mir porta la Suzuki al primo posto nel warm up, davanti a Maverick Vinales e Franco Morbidelli. Il warm up non ha fornito grandi spunti, piuttosto ha confermato la competitività della Yamaha, in particolare con Vinales e Morbidelli, perlomeno questa mattina. Ma anche Quartararo è stato efficace, così come Rossi che con gomme usate di ieri ha ottenuto dei buoni tempi. Andrea Dovizioso ha girato con un buon ritmo, ma dovrà scattare dalla quarta fila: se non perderà troppo nei primi giri, può anche giocarsi il podio. Personalmente ritengo che Alex Rins possa fare un’ottima gara, così come la può fare Marquez: diciamo che i suoi primi giri potrebbero essere molto “spettacolari”…
  • 3 novembre 2019 - ore 03:04
    Finale wu MotoGP
  • 3 novembre 2019 - ore 03:04
    Finale wu MotoGP
  • 3 novembre 2019 - ore 02:51
    Come nelle prove, anche nel warm up Morbidelli è “costretto” a utilizzare la media posteriore e non la soffice come fa Quartararo. Per la verità, però, in questo wu anche Vinales e rossi usano la media
  • 3 novembre 2019 - ore 02:46
    Scelta gomme
  • 3 novembre 2019 - ore 02:33
    Finale wu moto2
  • 3 novembre 2019 - ore 02:06
    Finale wu moto3
  • 2 novembre 2019 - ore 11:38
    Purtroppo, Afridza Munandar, 20 anni, è morto in seguito a una caduta alla curva 10 nel corso del primo giro della’Asia Cup.
  • 2 novembre 2019 - ore 11:30
    Purtroppo una bruttissima notizia: un pilota della Asia Talent Cup, l’indonesiano Afridza Munandar, è stato trasportato all’ospedale di Kuala Lumpur in condizioni molto critiche. La sua vita è in grave pericolo.
  • 2 novembre 2019 - ore 11:07
    Marc Marquez: “Quando sono entrato in pista all’inizio della Q2, c’era un po’ di traffico. Ho rallentato e, casualmente, mi sono trovato dietro a Quartararo (questo è vero, NDA). Abbiamo fatto il giro insieme, siamo rientrati insieme al box; dato che i meccanici ci mettono lo stesso tempo a fare il loro lavoro, siamo ritornati in pista nuovamente insieme. C’era molto traffico, c’erano Petrucci, Rins e altri piloti: non volevo stare dietro a lui ma mi ci sono trovato (questo si fa più fatica a crederlo, NDA). In ogni caso, ero dietro a lui non per dargli fastidio, ma per sfruttarne la velocità (anche questo si fa fatica a credere completamente, NDA) Purtroppo, quando sono arrivato alla seconda curva, ho esagerato facendo il cambio di direzione e sono finito a terra. Un errore causato anche dalla differente messa a punto utilizzata per questo GP: abbiamo cercato di migliorare la trazione della gomma posteriore, ma questo ha richiesto anche un cambio nel modo di guidare. Mentre volavo, ho cercato di bilanciare il corpo per la caduta e ho distribuito la botta sulle ginocchia, le braccia e il casco. Ho un po’ male alle ginocchia, ma sono stato già dichiarato “fit” per domani. All’inizio della qualifica sapevo che la prima fila sarebbe stata tutta Yamaha, l’obiettivo era la seconda fila. Per la gara, realisticamente, partendo 11esimo, l’obiettivo è arrivare nei primi 5, ma la speranza è sempre quella di salire sul podio”.
  • 2 novembre 2019 - ore 09:30
  • 2 novembre 2019 - ore 09:24
  • 2 novembre 2019 - ore 09:24
  • 2 novembre 2019 - ore 09:23
  • 2 novembre 2019 - ore 09:23
  • 2 novembre 2019 - ore 09:23
  • 2 novembre 2019 - ore 08:49
    Finale q2
  • 2 novembre 2019 - ore 08:49
  • 2 novembre 2019 - ore 08:49
  • 2 novembre 2019 - ore 08:49
  • 2 novembre 2019 - ore 08:49
  • 2 novembre 2019 - ore 08:48
  • 2 novembre 2019 - ore 08:48
  • 2 novembre 2019 - ore 08:48
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:46
  • 2 novembre 2019 - ore 08:45
  • 2 novembre 2019 - ore 08:43
    Quartararo comincia a tirare, Marquez tanto attaccato che quasi lo tampona nella staccata dell’ultima curva. Poi cade violentemente nel cambio di direzione tra la uno e la due
  • 2 novembre 2019 - ore 08:42
    Si torna in pista, marquez di nuovo dietro a Quartararo, che però gli è davanti in classifica, puo anche non tirate
  • 2 novembre 2019 - ore 08:39
    Marquez continua a seguire quartararo, anche nel giro di rientro al box: lo sta studiando o sta provando a innervosirlo? Per me entrambe
  • 2 novembre 2019 - ore 08:38
    Vinales si porta in prima posizione in 1’58”676, con Tre Yamaha ai primi tre posti
  • 2 novembre 2019 - ore 08:37
  • 2 novembre 2019 - ore 08:36
  • 2 novembre 2019 - ore 08:35
    La conferma che l’ha fatto apposta arriva adesso: marquez si mette dietro a quartararo, che ha appena fatto 1’59”365
  • 2 novembre 2019 - ore 08:34
    Marquez largo alla nove, rallenta: l’ha fatto apposta o ga sbagliato la frenata? Per me la prima
  • 2 novembre 2019 - ore 08:34
    Adesso marquez è quello che tira, dietro di lui miller e crutchow, andato apposta largo alla prima curva pr mettersi in coda alla locomotiva marquez
  • 2 novembre 2019 - ore 08:33
    Melina in pista tra Marquez, crutchlow e miller
  • 2 novembre 2019 - ore 08:32
    Via alla q2, vediamo la scelta delle gomme: Tutti con la soffice al posteriore, tranne crutchlow con la media. All’anteriore soffice solo per dovizioso e miller, gli altri con la media
  • 2 novembre 2019 - ore 08:28
    Q2, PRONOSTICO: Michel Turco: Quartararo, Morbidelli, Marquez Manuel Pecino: “Quartararo, Vinales, Dovizioso Mela chercoles: Marquez, Rossi, Vinales Zam: Quartararo, Marquez, Vinales
  • 2 novembre 2019 - ore 08:25
    Fra poco le Q2. Si giocano la pole: Quartararo, morbidelli, marquez, Vinales, dovizioso, miller, Bagnaia, rossi, Rins, Zarco, crutchlow e petrucci
  • 2 novembre 2019 - ore 08:23
    Finale q1
  • 2 novembre 2019 - ore 08:19
    Mir nel frattempo si è migliorato, 1 in 1’59”515, petrucci rimane seco do in 1’59”553
  • 2 novembre 2019 - ore 08:19
    Tre caschi rossi per petrucci: -0”023
  • 2 novembre 2019 - ore 08:18
    Aleix Espargaro insiste con la media al posteriore
  • 2 novembre 2019 - ore 08:15
    Dopo il primo tentativo
  • 2 novembre 2019 - ore 08:13
    Mir 1’59”555. Lui guida veramente aggressivo: pare che sia uno dei suoi problemi in gara, consuma troppo le gomme
  • 2 novembre 2019 - ore 08:10
    Primo riferimento: 1’59”606 di petrucci, 0”109 più rapido di mir
  • 2 novembre 2019 - ore 08:10
    Abraham è in scia a petrucci
  • 2 novembre 2019 - ore 08:08
    Molto aggressivo mir, forse troppo…
  • 2 novembre 2019 - ore 08:08
    Tutti con la soffice posteriore, tranne a.espargaro che ha scelto una media. Per lui media anche all’anteriore (come crutchlow e Pol Espargaro)
  • 2 novembre 2019 - ore 08:04
    Q1: PRONOSTICO Michelin Turco (Moto Revue): Mir, Crutchlow Manuel Pecino (PecinoGP): Crutchlow, Mir Mela Chercolse (AS): Mir, P.Espargaro Zam: Mir, A.Espargaro
  • 2 novembre 2019 - ore 08:02
    Fra poco Q1 con: Mir, Crutchlow, a.espargaro, petrucci, abraham, p.espargaro, lorenzo, Iannone, kallio e syahrin.
  • 2 novembre 2019 - ore 08:00
    Finale fp4: da sottolineare la posizione di crutchlow, Zarco e lorenzo...
  • 2 novembre 2019 - ore 07:56
    Lorenzo cade alla prima curva, stava andando piano: è andato largo, ma sull’asfalto all’esterno della pista ha incredibilmente perso il controllo
  • 2 novembre 2019 - ore 07:51
    Sui capolini si vedono tracce di gocce di pioggia: i tempi non sono eccezionali, ma nemmeno così male
  • 2 novembre 2019 - ore 07:49
    Dovizioso insiste sulla soffice anteriore: evidentemente la ritiene la gomma giusta per la gara
  • 2 novembre 2019 - ore 07:34
    Scelta gomme
  • 2 novembre 2019 - ore 07:28
    Adesso i commissari hanno riposto la bandiera bianca crociata, tutti i piloti si stanno preparando per entrare. Fra poco vedremo la scelta gomme
  • 2 novembre 2019 - ore 07:28
    Via alle FP4, ma per le condizioni meteo, solo Petrucci, Morbidelli, Miller, Bagnaia e lorenzo sono entrati pista
  • 2 novembre 2019 - ore 07:13
    Pole position per Alex marquez
  • 2 novembre 2019 - ore 06:48
    Finale q1 moto2
  • 2 novembre 2019 - ore 05:20
    Analisi FP3. MORBIDELLI M (nuova) / M (usata, 12 giri): 2’01”517, 2’00”963, 2’00”772, 2’01”412. Box. 2’00”837, 2’01”054; 2’01”206. Box. M nuova / M nuova 1’59”074. Box. M / S nuova 1’59”089, 1’58”761. QUARTARARO M 3 giri / M nuova: 2’00”278, 1’59”833, 1’59”749, 1’59”868, 2’00”018, 2’00”096, 2’00”141, 2’00”053, 2’00”001. Box. M nuova, S nuova: 2’002189, 2’10”711, 2’10”116, 2’00”223, 1’59”254, 1’58”977. MARQUEZ M nuova / M nuova: 2’00”266, 1’59”713, 1’59”930, 2’00”028, 1’59”868. Box. 2’00”200, 2’00”927, 1’59”795, 2’00”195. M nuova / S nuova: 1’59”160, 2’00”764, 1’59”066. VINALES M nuova / M nuova 2’01”045, 1’59”311, 1’59”605, 1’592385, 1’59”277. Box. 1’59”762, 1’59”601, 1’59”865, 1’59”955. Box. M nuova / S nuova: 2’03”417, 1’59”198, 2’06”711, 1’59”074. MILLER S 4 giri / S 4 giri: 2’01”192, 2’002402, 2’00”734, 2’01”072. Box. 2’002743, 2’00”666, 2’00”745, 2’00”915. S nuova / S nuova 1’59”606, 1’592227, 2’19”106, 2’062446. ROSSI M 3 gir /M 8 giri 2’01”550, 2’01”129, 2’00”938, 2’00”757, 2’00”717. Box. 2’00”207, 2’08”766, 2’00”177. Box. M nuova / S nuova: 1’59”643. DOVIZIOSO S 3 GIRI / S 3 GIRI: 2’01”543, 2’01”223, 2’01”310, 2’00”249. Box 2’01”099, 2’01”291, 2’00”244. S nuova / S nuova 2’10”230, 2’06”385, 2’09”052, 2’07”842. Ricapitolando: Secondo me, la classifica delle FP3 del passo gara è: Vinales, Marquez, Quartararo. =
  • 2 novembre 2019 - ore 04:57
    Non è stato possibile battere il tempo di Quartararo delle FP2, ma qualche pilota ha migliorato la propria posizione e la classifica è cambiata. Non senza sorprese. La più grande - ma forse è sbagliata definirla tale - è che dopo Marquez, salito al terzo posto, la Honda migliore è quella di Zarco, decimo 0”910 da Quartararo e a 0”4 da Marquez. Quindi un ottimo giro quello del francese, alla seconda gara con la Honda, con Cal Crutchlow 12esimo, 49 millesimi più lento de, provvisorio compagno di squadra, e Jorge Lorenzo 17esimo a 1”830, quindi 0”9 più lento di Zarco. Altra sorpresa: Danilo Petrucci fuori dai 10, mentre Andrea Dovizioso è 5, Jack Miller 6 e Pecco Bagnaia 7: davvero un momentaccio per il pilota della Ducati ufficiale. Nei 10 anche Rossi con l’ottavo tempo, peggiore tra i piloti Yamaha, perché Fabio Quartararo è primo, Franco Morbidelli secondo (è stato il più veloce nelle FP3) e Maverick Vinales quarto: Vinales sembra essere quello con il passo migliore.
  • 2 novembre 2019 - ore 04:47
    Combinata
  • 2 novembre 2019 - ore 04:47
    Finale fp3 MotoGP
  • 2 novembre 2019 - ore 04:32
    È il momento del time attack: sventolano le bandiere bianche crociate, che indicano gocce di pioggia, ma sono veramente poche, la pista è assolutamente perfetta
  • 2 novembre 2019 - ore 04:28
    Bella la Yamaha , tutte le Yamaha, da vedere nel cambio direzione tra l’uscita della 13 e l’impostazione della 14
  • 2 novembre 2019 - ore 04:25
    Qualche goccia di pioggia
  • 2 novembre 2019 - ore 04:21
    Da qualche giro, Petrucci segue Márquez
  • 2 novembre 2019 - ore 04:19
    Anche Rossi sembra effica qui alla 8
  • 2 novembre 2019 - ore 04:19
    Qui Vinales è bellissimo da vedere: veloce, aggressivo, ma anche molto scorrevole
  • 2 novembre 2019 - ore 04:17
    Come ieri, Vinales è quello con il passo migliore
  • 2 novembre 2019 - ore 04:15
    Per gli altri, la soluzione preferita è media/media
  • 2 novembre 2019 - ore 04:14
    Dovizioso in pista sempre con coppia di gomme soffici
  • 2 novembre 2019 - ore 04:11
    Alla 8, una destra da terza marcia, impressiona la Suzuki per stabilità e velocità in uscita
  • 2 novembre 2019 - ore 04:02
    Qui Petrucci sembra fare un po’ più di fatica a raddrizzare la moto in uscita
  • 2 novembre 2019 - ore 03:59
    Lorenzo sembra più a suo agio del solito
  • 2 novembre 2019 - ore 03:58
    In uscita dalla 4, destra da seconda marcia tutt’altro che semplice, le moto di muovono tantissimo
  • 2 novembre 2019 - ore 03:54
    Buongiorno da bordo pista, curva 4: fp3 MotoGP
  • 2 novembre 2019 - ore 03:39
    Finale fp2 moto2
  • 1 novembre 2019 - ore 12:19
    Maverick Vinales: “Sono molto contento: nelle FP1 ho iniziato subito forte e questo mi ha permesso nelle FP2 di lavorare sul passo gara. Era importante per me provare diversi tipi di gomme e alla fine non ho nemmeno fatto il “time attack”. Quartararo ha fatto un gran tempo, sarà difficile da battere, ma ci proveremo. Questa è una pista dove è difficile valutare il passo gara, perché fa molto caldo e durante il GP il calo delle prestazioni è importante. Qui sarà dura giocarsi la vittoria all’ultima curva, bisognerà costruirla prima”.
  • 1 novembre 2019 - ore 12:15
    Marc Marquez: “Su questa pista noi abbiamo sempre fatto un po’ di fatica, ma come passo sono vicino ai migliori. Non ho fatto il time attack e Quartararo ha fatto un giro strepitoso, ma per la gara il pilota da battere, al momento, è Maverick Vinales. Nel time attack la Yamaha è molto competitiva: a Phillip Island Vinales mi aveva dato otto decimi, qui me li ha dati Quartararo: per la qualifica sarà difficile batterli, ma per la gara proveremo a fare il nostro lavoro… Durante le FP1 ho fatto un gran salvataggio e poi si è acceso un allarme sul cruscotto: per questo ho spento la moto e sono tornato a piedi. Le verifiche hanno però scongiurato problemi seri. Ho provato anche la leva del freno posteriore al manubrio: lo avevo già fatto, ma non mi era piaciuta. Adesso, con questo nuovo sistema mi sono trovato meglio, ma bisogna raccogliere altri dati: domani torneremo al sistema tradizionale. Gli altri piloti Honda vogliono provare la 2018? Per me la 2019 va meglio e io voglio provare la 2020… Cosa ho chiesto alla Honda: più grip in uscita dalle curve, perché lì la Yamaha è un passo avanti”.
  • 1 novembre 2019 - ore 12:07
    Danilo Petrucci: “Nono sono al 100%: la caviglia è a posto, ma ho male all’anca sinistra. Ma il problema più grande è riuscire a sfruttare la gomma nuova: con quelle usate ho un ritmo per stare nei primi sei, ma non riesco a sfruttare l’extra grip della morbida intonsa. Speriamo che domani non piova, per riuscire a ritornare nei dieci nelle FP3, ma per entrare nei dieci bisogna girare almeno in 1’58”. Analizzando i dati, si vede che fatico a fermare la moto e a entrare in curva. Quartararo ha fatto un giro impressionante per il caldo che fa, io devo fare molto meglio di quanto fatto oggi”.
  • 1 novembre 2019 - ore 12:04
    Franco Morbidelli: “E’ stato un venerdì positivo sia per me sia per la squadra: era importante ritrovare subito fiducia nella moto dopo le difficoltà in gara in Australia. Questo è un circuito molto lungo, tecnico, impegnativo: mi piace molto. Devo ancora migliorare nel passo, ma le sensazioni sono positive. Il team funziona egregiamente sotto tutti gli aspetti, tecnico e umano: i risultati si vedono con entrambi i piloti, soprattutto con Fabio (Quartararo, NDA). Nel 2020 avremo entrambi la moto ufficiale: questa è una bella notizia, che ci dà energia. Come sempre, la Yamaha è un po’ in difficoltà in rettilineo, ma qui sembra che il divario sia più contenuto, siamo più vicino ai migliori. Il giro di Fabio è stato incredibile, ma se il tempo rimane stabile, credo si possa ancora migliorare. E’ stato rifatto l’asfalto alla curva 1, 2 e 12: è stato fatto un buon lavoro. E’ da Misano che le Yamaha sono competitive e questo venerdì’ siamo ancora più vicini”.
  • 1 novembre 2019 - ore 11:59
    Fabio Quartararo: “Ho un po’ di dolore alla caviglia, ma quando sei concentrato sulla moto ti dimentichi del dolore. Ho fatto un gran giro, mi diverto a guidare, ma dobbiamo migliorare nel passo, anche se ho fatto tanti giri con la gomma posteriore, riuscendo a essere molto constante. Questa moto richiede uno stile di guida particolare, non si può essere troppo aggressivi, ma nemmeno troppo dolci… La moto ufficiale 2020? Me l’hanno data, perché me la sono meritata”.
  • 1 novembre 2019 - ore 09:31
    Anche Marquez, come altri piloti in precedenza, ha provato la leva del freno posteriore al manubrio, sotto la frizione. Leva a trazione e non a pressione come era qualche tempo fa. (Foto da twitter di Niki Kovacs)
  • 1 novembre 2019 - ore 08:54
    Combinata MotoGP
  • 1 novembre 2019 - ore 08:53
    Finale fp2
  • 1 novembre 2019 - ore 08:47
    Time attack per Lorenzo con M/S: sale al decimo posto della sessione, ma non nei 10 nella combinata
  • 1 novembre 2019 - ore 08:45
    Time attack anche per marquez
  • 1 novembre 2019 - ore 08:42
    Vinales continua a giare con la coppia di medie: potrebbe anche non fare il time attack, sicuro di stare nei 10
  • 1 novembre 2019 - ore 08:40
    Caduto Iannone, pilota ok
  • 1 novembre 2019 - ore 08:40
    Tanti ai box, è il momento di montare le gomme nuove
  • 1 novembre 2019 - ore 08:38
    Dovizioso con coppia di soffici ha un buon passo. Vinales ha lasciato la dura post per montare una media
  • 1 novembre 2019 - ore 08:36
    Gran passo di Quartararo con media anteriore e soffice posteriore
  • 1 novembre 2019 - ore 08:29
  • 1 novembre 2019 - ore 08:22
    Zarco nelle fp1 aveva chiuso 16esimo in 2’01”038, ma non aveva cambiato gomme durante il turno. Adesso, con pneumatici nuovi, ha fatto 2’00”675 al terzo giro (7 effettuati).
  • 1 novembre 2019 - ore 08:17
    Al posteriore, invece, c’è divisione tra soffice e media, con il solo Vinales in pista con la dura
  • 1 novembre 2019 - ore 08:16
    In questo momento, sono tutti in pista con la media anteriore, tranne dovizioso che monta una soffice
  • 1 novembre 2019 - ore 08:10
    Ufficializzato quanto si sapeva da un po’: nel 2020, il team Petronas avrà due Yamaha M1 ufficiali “spec A”
  • 1 novembre 2019 - ore 08:09
    PETRONAS SRT @sepangracing · 24min PETRONAS Yamaha SRT to run two A-Spec Yamaha YZR-M1 bikes in 2020 http://bit.ly/34opfS3 #PETRONASmotorsports | #MotoGP | #MalaysianGP | @motogp | #FQ20 | #FM21
  • 1 novembre 2019 - ore 08:06
    Via alle FP2 Motogp. Attenzione, potrebbero essere decisive per l’accesso in Q2.
  • 1 novembre 2019 - ore 08:05
  • 1 novembre 2019 - ore 08:03
  • 1 novembre 2019 - ore 07:54
    Combinata
  • 1 novembre 2019 - ore 07:54
    Finale fp2 moto2
  • 1 novembre 2019 - ore 07:00
    Combinata tempi
  • 1 novembre 2019 - ore 07:00
    Finale fp2 moto3
  • 1 novembre 2019 - ore 06:02
    foto gp
  • 1 novembre 2019 - ore 05:47
    foto gp
  • 1 novembre 2019 - ore 05:38
    foto gp
  • 1 novembre 2019 - ore 04:53
    Tre Yamaha davanti a tutti nelle FP1: Fabio Quartararo, Franco Morbidelli e Maverick Vinales. Quinto Andrea Dovizioso, ottavo Valentino Rossi, 12esimo Danilo Petrucci, 15esimo Pecco Bagnaia, 17esimo Andrea Iannone. Sono state FP1 velocissimi: l'1’59”027 realizzato da Quartararo al 17esimo giro è già migliore dell’1’59”053 del 2015 di Dani Pedrosa, fino a questa mattina il crono ufficiale più veloce di Sepang. Segno che la pista è in buone condizioni e che il caldo, per il momento, è sopportabile: vediamo come sarà nel pomeriggio. Non ci sono state grandi sorprese nelle FP1: la Yamaha si conferma a posto anche su questo tracciato (pista favorevole alla M1 secondo il nostro ingegnere Giulio Bernardelle), velocissima soprattutto nel giro secco. Fatica un po’ di più la Ducati, con Dovizioso risalito nel finale con la coppia di gomme morbide, mentre Marc Marquez è stato rallentato a metà turno da un problema tecnico (è tornato a piedi ai box) e poi, con la seconda moto ha continuato a giare con le stesse gomme. Sempre in difficoltà Jorge Lorenzo, 18esimo a 2”488, mentre Cal Crutchlow è nono a 0”948 e Johann Zarco 16esimo a 2”011. Indietro anche Andrea Iannone, staccato di 1”3 dal compagno di squadra, settimo assoluto.
  • 1 novembre 2019 - ore 04:38
  • 1 novembre 2019 - ore 04:31
  • 1 novembre 2019 - ore 04:31
    È tempo di time attack per dovizioso
  • 1 novembre 2019 - ore 04:29
    Media ant dovizioso
  • 1 novembre 2019 - ore 04:26
    Quasi tutti i piloti stanno usando la soffice ant. anche marquez
  • 1 novembre 2019 - ore 04:24
    Mentre Ducati usa i dischi a “fascia larga”, Honda usa quelli a “fascia stretta”
  • 1 novembre 2019 - ore 04:20
  • 1 novembre 2019 - ore 04:20
  • 1 novembre 2019 - ore 04:09
    Non parte la moto di lorenzo
  • 1 novembre 2019 - ore 04:08
    Torna al box la moto di marquez dopo un problema tecnico
  • 1 novembre 2019 - ore 04:05
    Telaio standard per lorenzo
  • 1 novembre 2019 - ore 04:00
    Sella Vinales
  • 1 novembre 2019 - ore 03:59
    Sella Rossi
  • 1 novembre 2019 - ore 03:58
    Sella Quartararo
  • 1 novembre 2019 - ore 03:58
    Sella Morbidelli
  • 1 novembre 2019 - ore 03:51
    Lorenzo entra in pista
  • 1 novembre 2019 - ore 03:49
    Ducati sceglie questa carenatura per i tre piloti ufficiali
  • 1 novembre 2019 - ore 03:47
    Carenatura con doppia appendice per l’Aprilia qui a Sepang
  • 1 novembre 2019 - ore 03:44
    Fp1 moto2
  • 1 novembre 2019 - ore 03:39
    Fp1 moto2
  • 31 ottobre 2019 - ore 14:11
    Andrea Dovizioso: “La vittoria del 2016 era stata la prima di una serie conquistate poi in breve tempo; da lì in poi, ogni anno ne ho conquistate un po’, non era stata una vittoria a caso sotto l’acqua o perché c’erano delle condizioni particolari. Quella vittoria era arrivata per una gestione di un certo tipo: da lì siamo cresciuti, abbiamo lavorato sotto certi aspetti, siamo diventati più competitivi. La mia mentalità era già migliorata da metà 2016 e siamo sempre progrediti. Noi su questa pista non siamo mai stati veloci sull’asciutto: noi soffriamo questo tipo di caldo, non abbiamo grip, nel 2018 ero lentissimo in curva, faticavo a fermare la moto , non avevamo nessun vantaggio da nessuna parte, perdevo un po’ ovunque. Alla mattina possiamo anche essere abbastanza veloci, al pomeriggio fatichiamo di più”.
  • 31 ottobre 2019 - ore 11:54
    Fabio Quartararo: “Ho ancora un po’ di dolore alla caviglia, ma mi sento meglio, credo che non avrò troppi problemi a guidare. Qui ho già girato a febbraio: fino a adesso è sempre stato un vantaggio quando sono arrivato in un tracciato dove avevo già provato con la MotoGp, come è successo a Jerez e a Misano. Spero di ripetermi anche qui”.
  • 31 ottobre 2019 - ore 11:52
    Marc Marquez: “E’ chiaro che sono in un buon momento, mi diverto a guidare e tutto quello che proviamo sulla moto sembra funzionare bene. Come sempre, l’obiettivo è salire sul podio: poi, da domani, capiremo se ci sarà la possibilità di lottare per la vittoria. Nel 2018 avevo vinto: quest’anno, con un motore più potente, dovrebbe essere teoricamente più semplice. Ma nel 2018, sul podio c’erano Honda, Yamaha e Suzuki, mentre la Ducati, con il motore più potente, era indietro: non si può mai sapere! Chi è favorito per il terzo posto? Io credo Vinales, ma non so bene com’è la classifica…”.
  • 31 ottobre 2019 - ore 11:39
    Andrea Iannone: “Stiamo studiando i dati del 2018: l’Aprilia era andata male, ma pensavo perfino peggio. Credo che qui soffriremo tanto sui due rettilinei, la nostra moto non è veloce come vorremmo. In questi mesi, abbiamo migliorato in frenata e nella gestione elettronica, ma siamo ancora indietro. Qui abbiamo provato a febbraio: sarà interessante capire se abbiamo fatto dei passi in avanti rispetto ad allora. Questo è l’obiettivo prioritario. Sulla carta sarà un GP complicato, ma, magari, rispetto ad altri soffriamo meno il caldo. Spero che non piova, perché con il bagnato facciamo fatica, non avendo un controllo di trazione all’altezza della situazione”.
  • 31 ottobre 2019 - ore 10:14
  • 31 ottobre 2019 - ore 09:01
    Pecco Bagnaia: “In Australia è stato veramente un bel fine settimana, nel quale abbiamo lavorato come al solito, ma con miglioramenti evidenti. Sapevo di avere un buon ritmo, ero convinto di poter fare una bella gara, anche se in qualifica non avevo fatto bene. Sono stato contento del mio passo, migliore di quello di Miller e Dovizioso. Per assurdo, mi ha dato fastidio non salire sul podio, invece dopo una stagione così dovrei essere felicissimo del mio quarto posto. Ci voleva, nel 2019 ho fatto tanta fatica, ma in Malesia ho provato questo inverno ed ero andato forte. Paradossalmente, il secondo posto conquistato a febbraio mi ha fatto più male che bene: ero partito troppo forte, mi ero un po’ illuso. Ma questo è il campionato più difficile del mondo: sapevo che avrei fatto fatica, ma non pensavo così tanto. E’ stata una stagione dura mentalmente, ma i due anni in Mahindra e anche i due nel team Sky, conclusi con il titolo mondiale, mi hanno insegnato tanto. Questa è stata la stagione più difficile della mia carriera, ma siamo sempre cresciuto fino a conquistare il quarto posto in Australia”.
  • 31 ottobre 2019 - ore 08:52
    Danilo Petrucci: “Dopo la caduta in Australia, sono stato due giorni, lunedì e martedì, all’ospedale di Melbourne. Ero un po’ preoccupato, perché la caviglia sinistra mi faceva molto male. Fortunatamente non c’è niente di rotto: ho una distorsione e si è stirato un legamento. Spero di non avere troppi problemi a guidare, oggi sta già molto meglio. E’ un peccato, perché a Phillip Island avrei potuto fare una bella gara. E’ stato importante riprendere fiducia e qui arrivo ottimista perché nei test invernali ero andato molto forte. Come sempre, sarà una gara dura fisicamente: qui si provano le peggiori sensazioni dell’anno per il caldo. Se dovesse piovere, a me non dispiacerebbe più di tanto…”.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...