GP del Qatar: Dammi un cinque!

GP del Qatar: Dammi un cinque!
Giovanni Zamagni
Da questo GP, inizia una nuova rubrica su Moto.it: cinque episodi che rendono indimenticabile la gara. Eccoli in ordine crescente | G. Zamagni, Losail
9 aprile 2012

Punti chiave

 

CINQUE: ULTIMO GIRO MOTO2

Avvincente e spettacolare l’ultimo giro della Moto2, con Andrea Iannone capace di infilare con un sorpasso da applausi Marc Marquez, bravo a replicare in rettilineo sfruttando la maggiore potenza del suo motore.


QUATTRO: SFIDA CRUTCHLOW-DOVIZIOSO

I due compagni di squadra del Team Tech3 hanno dato vita a un duello entusiasmante durato dal primo all’ultimo giro, fatto di staccate all’ultimo centimetro: spettacolari le immagini dei dischi incandescenti della M1 di Crutchlow. Il soprasso decisivo dell’inglese sull’italiano (al 17esimo giro) non è stato niente di che, ma tutta la sfida è stata bellissima.


TRE: GLI ULTIMI QUATTRO GIRI DELLA MOTOGP

A metà gara, sembrava che il GP del Qatar non dovesse regalare nessuna emozione per la lotta di vertice, invece il rallentamento di Stoner ha infiammato la gara: gli ultimi quattro giri sono stati pieni di adrenalina. Speriamo diventi la regola e non l’eccezione.


DUE: SORPASSO PEDROSA/STONER


Molti – a mio modo di vedere ingiustamente – accusano Dani Pedrosa di essere troppo rinunciatario nel

Romano Fenati
Romano Fenati

“corpo a corpo”. Sicuramente non lo è stato questa volta: il sorpasso alla prima curva su Stoner all’inizio del 19esimo giro è un misto di aggressività e rischio. Bravo Dani.


UNO: ROMANO FENATI

Ma l’impresa più bella, importante e inaspettata è quella di Romano Fenati, 16 anni, al debutto nel motomondiale: il pilota del team Italia ha corso una gara strepitosa, chiudendo al secondo posto, battuto solo da Maverick Vinales. Roba da libro dei primati.

 

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now