Video

DopoGP con Nico e Zam. Il GP di Olanda 2018

- Super gara, sorpassi, contatti, Márquez su tutti. Dovizioso e Rossi perdono il podio con una staccata esagerata al penultimo giro. Rins e Viñales secondo e terzo. Lorenzo svetta nella prima parte e frana nella seconda

Soltanto Márquez guida la Honda al cento per cento, ma perché la moto balla così tanto? Bernardelle è convinto che potrà star ferma come vuole Lorenzo, e ci spiega perché. E come mai né Marc né nessun altro è riuscito a prendere un vantaggio ed è stata una gara di gruppo? Zamagni ci riporta la spiegazione dei piloti: la causa è stato il vento.


Grande gara di Rins, proprio nella domenica no di Iannone; e grande anche Viñales che trova finalmente la confidenza con l’avantreno della Yamaha grazie alla nuova forcella. Valentino poteva vincere? Per noi sì: ha avuto un paio di episodi sfortunati, sopratutto il tamponamento a Lorenzo. E la sfida in staccata con il Dovi è stata perduta, purtroppo, da entrambi.


Difficile lettura per Lorenzo, autore di una gara maiuscola e super aggressiva fino al brusco calo nel finale. Fatica o gomme? La Ducati resta un riferimento, anche se Assen non è la sua pista ideale. A cosa servono i rinforzi del telaio in fibra di carbonio visti qui sulla rossa e già utilizzati sulla Suzuki? Per Michelin ancora problemi con le dure in difficoltà: cosa sarebbe successo con il clima tipico e freddo di Assen? E perché i piloti si lamentano della Dunlop in Moto2? Bagnaia è già alla quarta vittoria, mentre Baldassarri va ko con la gomma distrutta. Moto3 con Bastianini sul podio e il leader Bezzecchi purtroppo a terra: la KTM è potente, ma restano i problemi di guida.

 

Guarda il video su YouTube
Scarica l'audio della puntata

 

SONDAGGI

 

 

Leggi tutti i commenti 132

Commenti

  • lorenzinetto

    STONER intervistato durante la visita al suo sponsor storico NOLAN:

    A chi gli chiedeva un parere sulle effettive possibilità di Rossi di conquistare un altro titolo mondiale, Stoner si è detto cautamente possibilista:

    "E' difficile da dire. Guardando alla sua attuale velocità direi di no, anche perché non vince gare da molto tempo ormai, ma comunque è piuttosto in alto in campionato, continua a fare podi e punti, ma io credo che bisogna vincere le gare per puntare al titolo e così, in questo momento, non credo abbia il passo per vincere il campionato."

    "In futuro, se i regolamenti dovessero cambiare, magari come dicevo io togliendo traction-control, anti-wheelie etc, per me Valentino potrebbe anche avere una chance. Conosciamo tutti il suo talento e io non credo affatto che sia più lento di prima. Non ha mai avuto grossi infortuni e quindi credo possa essere nelle condizioni di vincere un titolo. Anche Yamaha però dovrà dargli una mano."
  • IlDuca690R, Settimo Milanese (MI)

    Tratto dalla stupenda intervista a Casey Stoner:

    Marc Marquez è senza dubbio aiutato dall’elettronica, ma è anche molto competitivo. Chi può fermare la corsa al suo settimo titolo?
    Oggi ci sono tanti piloti competitivi. Basti guardare la classifica, dove c’è ancora Valentino Rossi in seconda posizione. Detto ciò non credo che Rossi sia in grado di poter vincere il titolo; è ancora molto forte ma non ha il passo per vincere le gare.

    Pensi che Valentino sia ancora al top?
    Si, senza dubbio. Non è calato rispetto al passato e penso che sia come me: tolta l’elettronica potrebbe davvero fare la differenza anche oggi. Rossi è un top rider, se la potenza fosse unicamente controllata dal polso destro, Rossi sarebbe un osso ancor più duro. Per tutti.
Leggi tutti i commenti 132

Commenti

Inserisci il tuo commento