video

DopoGP con Nico e Zam. Il GP d'Olanda 2016

La bella impresa di Jack Miller sul bagnato. Perché un pilota va forte sull’acqua e un altro va in crisi? Tante cadute: le gomme? La cosa più bella della domenica di Assen?

La bella impresa di Jack Miller sul bagnato dopo la forzata interruzione, poi il secondo posto di Marquez che fa il ragioniere e tenta la fuga in campionato, ma anche gli errori di Rossi e di Dovizioso, il forzato ritiro di Petrucci che poteva vincere con la Ducati Pramac, il naufragio di Lorenzo che chiude decimo. Una domenica particolare, quella del GP d’Olanda ad Assen, ottava prova, che nel nostro format viene analizzata soprattutto nell’ottica tecnica, con il prezioso contributo dell’ing. Bernardelle.


Perché un pilota va forte sull’acqua e un altro va in crisi? Non è nemmeno vero che Miller si sia preso rischi particolari, se tanti altri sono caduti e lui no. Le gomme: ancora tante cadute, a che punto è lo sviluppo delle rain Michelin. Bilancio moto: la Honda è ancora in difficoltà sull’asciutto ma la domenica centra addirittura la doppietta; la Ducati, sorprendente in prova e scattata dalla pole col Dovi, si deve accontentare del terzo gradino del podio con Redding; la Yamaha, che pare ancora la moto più forte e bilanciata, incappa a sorpresa in una giornata no. Suzuki e Aprilia raccolgono soltanto le briciole.


E’ stato giusto interrompere la gara della MotoGP? Giovanni Zamagni ci conferma che sì: opportuno anche nel parere dei piloti che erano in testa. Visibilità insufficiente. Invece il regolamento che attribuisce il punteggio soltanto sull’esito di gara 2, quello convince poco. La cosa più bella della domenica di Assen? La gara di Moto3, combattuta e dominata da un nugolo di piloti italiani, vinta da Pecco Bagnaia al primo successo personale.

 

Guarda il video della puntata

Scarica l'audio
 

I SONDAGGI

 
  • pYe, Potenza (PZ)

    42 minuti di video. 40 passati a parlare di un pilota caduto in gara.
    Il leit motiv stavolta è rappresentato dal gufare che a cadere in gara toccherà anche agli altri.
    C'è davvero bisogno di un opinionista ex pilota, un giornalista ed un ingegnere per partorire roba del genere.
  • abuetto, Bergamo (BG)

    Volevo aggiungere una cosa sulla manovra copiata da MM nell'Warm up.. ormai legge del "copia-incolla" un anno dopo.

    Ho detto che si tratta di PREMEDITAZIONE e STOLTEZZA, contraddicendo in parte Giovanni Zamagni.
    In verità pensandoci bene, una punta di furbizia c'è !

    Credo che tutti s'intendano di moto e che tutti sappiano quanto capaci di guidare una Motogp siano i 20 piloti schierati in griglia.

    Di questi piloti, secondo voi, quanti non sarebbero in grado di copiare quella manovra tagliando l'ultima chicane durante le prove?

    Chi ha visto l'Warm up, ricorda perfettamente che quel taglio chicane provato da Marquez è stato fatto all'ultimo minuto della sessione..
    Come mai ??

    Perché non provarlo subito o addirittura nelle libere?

    è questo il punto dove ci vedo furbizia..
    Se io la provo molto prima e poi qualcun'altro fa la stessa cosa, che figura ci faccio?
    Ogni pilota che la ripete è come se dicesse: cicci, a copiare in prova siamo capaci tutti !!!

    Eppure in qualche modo l'intervista fatta subito dopo a Suppo, mi suggerisce non solo che se la poteva aspettare, come ha ammesso, ma addirittura che gli abbia consigliato di farlo proprio all'ultimo istante prima della gara..

    Mah, sono solo illazioni eh, ...ma dato che non siamo in un processo, bensì in un forum, si tratta di opinioni personali..

    tanto, ci sono ancora 2 settimane per il Sachsenring...
Inserisci il tuo commento