gp d'australia

DopoGP con Nico e Zam. GP d'Australia. Rossi, l'esperienza del campione

- Rossi torna sul gradino più alto del podio. Un risultato costruito con velocità ed esperienza. Tante cadute: gomme o errori? E come al solito tanto spazio alla tecnica


Ascolta l'audio integrale della puntata

GUARDA SUBITO L'ARGOMENTO CHE TI INTERESSA

Le risposte alle vostre domande
- Vaentino coriaceo: vince 9 anni dopo
Marquez domina poi va KO: relax o presunzione?
Tante cadute uguali, Crutchlow all'ultimo giro...
Lorenzo sconfitto: gomma fallata o set-up sbagliato?
- Miller torna protagonista in Moto3
- La Tecnica

I SONDAGGI

 

 

LA PUNTATA

Nella puntata di oggi (clicca qui per vedere quelle degli altri GP), si parla del 16esimo GP della stagione, il GP d'AustraliaRossi di nuovo sul gradino più alto del podio nel giorno del suo 250esimo nella top class. Una gara vinta d'esperienza su un circuito tecnico e difficilissimo. Marquez scivola a 10 giri dalla fine, è la terza caduta in quattro gare: relax o presunzione? A terra in tanti tra prove e gara, colpa delle gomme o del cicuito? Poi Lorenzo: gomma fallata o set-up sbagliato? In Moto3 una vittoria di volontà per Miller che nonostante abbia già un piede nel box Honda MotoGP ha portato la sua KTM sul gradino più alto del podio. Tanti gli spunti da approfondire e tante le questioni tecniche su cui fare chiarezza con l'ingegnere Giulio Bernardelle. Si parla del circuito di Phillip Island, un tracciato impegnativo dove emergono le doti di guida dei piloti.  Si parla delle gomme e del valore delle Honda che, partite in grande vantaggio, ora sembrano essere in crisi. 


Guarda tutte le puntate precedenti di DopoGP

DopoGP - Puntata 16 - Australia
  • Cyrano8116, Bisacquino (PA)

    Marquez e co. Ragazzini da xbox?

    Ciao Nico, per la prima volta ho visto questo tuo programma e sono felicissimo del come lo hai impostato, lontanissimo dall' esempio di quei "bordelli" per calciofili che vediamo in tv. Ho seguito con interesse la vostra disamina sulle cadute di Marquez e voglio umilmente porre questa questione: non è che questi piloti della nuova generazione vanno forti più perché si fidano ciecamente dell' elettronica che perché abbiano davvero un gran manico? In fondo, nelle tre cadute di Marquez, una è sul bagnato e le altre due in fasi dove credo l' elettronica sia molto meno presente...vi ricordo poi come l' anno scorso dove c' era più bagarre spesso sbagliava il punto di staccata creando situazioni molto pericolose. A rafforzare questa mia considerazione il fatto che è stato chiesto a Stoner di provare anche la moto per l' anno prossimo...e da quello che raccontava il Dovi, Stoner è uno che alla Honda lo aveva stupito per il fatto che non usasse quasi elettronica rispetto agl' altri. Forse che i giapponesi abbiano bisogni del parere di uno che valuti la ciclistica pura delle proprie moto...che penso sia il punto di forza di queste Honda perché è più facile lavorare di elettronica su una moto che è già una ottima base neutra di partenza? Dimmi che ne pensi se hai un minuto o due.
  • Marti03, Formigine (MO)

    complimenti

    rubrica molto interessante e gli argomenti sono trattati con grande competenza, manca solo una bella ragazzona scosciata, ma poi credo perdereste un po' di lucidità...
Inserisci il tuo commento